AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Agricoltura e montagna

Eventi e iniziative

Sei in: Home >Agricoltura e Montagna >Eventi e iniziative> Salone del Gusto 2012

SALONE DEL GUSTO

LA PROVINCIA DI TORINO VA OLTRE IL “PANIERE” E PROPONE LA RICERCA DI UN RAPPORTO PIU' DIRETTO TRA PRODUTTORI E CONSUMATORI


logo del salone del gusto edizione 2012Anche nell’edizione 2012 numerosi eventi segnano la presenza della Provincia di Torino e del suo “Paniere dei prodotti tipici” al Salone del Gusto. Dal 25 al 29 ottobre prodotti e produttori del Paniere saranno presenti nel Padiglione 2, dove sarà possibile degustare e acquistare le prelibatezze enogastronomiche del territorio. Presso lo stand della Provincia di Torino i 32 prodotti del “Paniere” ed i vini che si fregiano delle 4 Doc del territorio sono i protagonisti dei banchi per la degustazione e la vendita.

Per la Provincia di Torino, la partecipazione al Salone del Gusto - realizzata nell'ambito del progetto ACTT (Alimentazione Consumatori Territori Transfrontalieri) - è l’occasione per una riflessione sulle buone pratiche di “democrazia alimentare”, che negli ultimi due anni sono state al centro del progetto europeo ‘Rururbal’.

La Carta della governance alimentare del progetto “Rururbal” ha gettato le basi per l’avvio del progetto europeo, ACTT (Alimentazione Consumatori Territori Transfrontalieri), che ha come obiettivi l’identificazione delle produzioni locali e la sperimentazione di nuove modalità distributive e di interlocuzione con i “consumattori”: la ristorazione collettiva, i gruppi d’acquisto (GAS e GAC), i mercati, intesi come luoghi di scambio di merci, informazioni, conoscenze e culture, occasioni per contatti, esperienze, prove di cucina, laboratori teatrali, assaggi e momenti ludici. Nella “filosofia” di ACTT i mercati diventano “case”, dove ci si sente accolti e ci si può incontrare per presentare le proprie esperienze di produttori o di consumatori.

Attraverso i momenti di incontro, i seminari ed i convegni si intende promuovere una riflessione sulle tante esperienze che negli ultimi anni hanno riavvicinato i consumatori agli agricoltori, accorciando le filiere produttive e commerciali e proponendo i prodotti del territorio sulle tavole delle nostre case e nella ristorazione collettiva. Accanto alla tematica del "Km zero", ormai di dominio comune, sta sviluppandosi, anche con il sostegno degli Enti locali, un nuovo modello di azienda agricola multifunzionale, che si rapporta con l’ambiente sociale e naturale che le sta intorno.
Dall’agricoltura sociale al ritorno di molti giovani nei campi, dall’agriturismo agli agriasili, c’è una realtà che sta crescendo e sulla quale vale la pena di riflettere proprio al Salone del Gusto e nei giorni di Terra Madre”. Il Salone è anche l’occasione per fare il punto sulla promozione, attraverso progetti che attingono alle risorse dell’Unione Europea, di quei prodotti locali che non è stato possibile inserire nel Paniere, perché non esclusivamente tipici di un determinato territorio. Si tratta di prodotti che meritano comunque di essere proposti all’attenzione dei consumatori, proprio perché hanno una tradizione di coltivazione e trasformazione locale, che offre ampie garanzie di genuinità e stagionalità.

CONVEGNI E SEMINARI ORGANIZZATI DALLA PROVINCIA DI TORINO AL SALONE DEL GUSTO
  • giovedì 25 ottobre dalle 15 alle 17 – Sala Blu del Lingotto Fiere
    convegno su “Prodotti agroalimentari locali e ristorazione collettiva - Strategie di politica alimentare per territori e città resilienti”
    programma (formato pdf 614 KB)
  • venerdì 26 ottobre dalle 9,15 - Provincia di Torino - Sala stemmi, Palazzo Inghilterra (corso Inghilterra 7, Torino). Seminario transnazionale “I prodotti agroalimentari locali: un nuovo Paniere da valorizzare”
    programma (formato pdf 86 KB)
  • venerdi 26 ottobre dalle 14,30 alle 16,30 – Lingotto Fiere - “Terrazza per tutti” (padiglione 2)
    seminario “Nuovi Dis/Occupati: l’agricoltura in tempo di crisi. Esperienze di cambiamento e costruzione di futuro per reinventarsi grazie all’agricoltura”
    programma (formato pdf 648 KB)
INCONTRI NELLO SPAZIO CAMERA DI COMMERCIO (padiglione 2 del Lingotto Fiere)
  • venerdì 26 ottobre alle 14 presentazione dei prodotti locali: il Topinambur di Carignano
  • sabato 27 ottobre alle 19 presentazione dei prodotti locali: il Caritun di Piobesi
  • domenica 28 ottobre alle 15 presentazione dei prodotti locali: le Baciaje di Cercenasco
  • domenica 28 ottobre alle 19 presentazione dei prodotti locali: le Erbe selvatiche dell’Alta Val Chiusella

I CONCORSI

In occasione del Salone del Gusto, la Provincia ha promosso due Concorsi dedicati ai non professionisti per la valorizzazione dei prodotti e della cultura del territorio torinese.
I concorsi erano aperti a tutti e i vincitori verranno premiati durante il Salone da una giuria di tecnici.

Sabato 27 Ottobre - Lingotto Fiere

  • ore 10,30 -11,45 (Padiglione 2 - Teatro del Gusto)
    Premiazione dei vincitori del 1° Concorso di Cucina del "Paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino". I primi 5 classificati presenteranno le loro ricette, con l'aiuto di cuochi professionisti e i loro piatti saranno giudicati sul momento.
  • ore 14.30 - 16.30 (Padiglione 2 - Terrazza per tutti)
    Premiazione dei 3 vincitori, per la categoria b/n, e dei 3 vincitori, categoria a colori, del Concorso fotografico "I volti, i gesti e i colori dei mercati alimentari della Provincia di Torino" (persone e cibo nei mercati cittadini)

Per saperne di più sulle modalità di partecipazione ai consorzi: www.provincia.torino.gov.it/speciali/2012/concorsi_salone_gusto/


I NOMI E I NUMERI DEL “PANIERE”

Il logo-ombrello del “Paniere” include attualmente 32 prodotti tipici, selezionati tra gli oltre 100 censiti in provincia di Torino. Li propongono e ne difendono la tipicità circa 900 produttori (il 10% delle aziende agricole ed agroalimentari del territorio provinciale), che realizzano un fatturato annuo stimato attualmente in 20 milioni di Euro. Ai prodotti del “Paniere” si aggiungono i vini Doc della Provincia di Torino: Freisa, Carema, Pinerolese Doc, Valsusa Rosso, Canavese Rosso,: Erbaluce di Caluso, Passito di Caluso.


DAL “PANIERE” ALLA “GOVERNANCE ALIMENTARE”: LE NUOVE FRONTIERE DELLA POLITICA AGRICOLA DELLA PROVINCIA DI TORINO

Le strategie di sostegno alle produzioni agroalimentari della Provincia di Torino, inaugurate nel 2001 con il progetto “Paniere dei prodotti tipici della provincia di Torino”, hanno avuto una decisa correzione di rotta nel 2009 con il progetto europeo “Rururbal”, quando si è passati da politiche “verticali” di promozione agricola dei prodotti ad una visione più complessa delle dinamiche di governance alimentare che coinvolgono una molteplicità di soggetti. Oggi le politiche della Provincia di Torino tendono a non essere più semplicemente agricole ma “alimentari”, perché l’ambito d lavoro non è più soltanto l’attività dei produttori ma le relazioni tra chi produce cibo e chi si nutre, tra produttori e “consumattori” o co-produttori e tra questi e gli altri attori: distributori intermedi, gruppi di opinione, venditori e commercianti, media, operatori delle attività didattiche, ristoratori, società di ristorazione collettiva. Si va quindi oltre la valorizzazione delle produzioni per aumentare la loro presenza sui mercati, intervenendo invece sulle modalità di relazione tra gli attori, per costruire dinamiche equilibrate e democratiche che tutelino contemporaneamente i due anelli deboli del sistema: i produttori e i consumatori, nella consapevolezza che lo scopo finale non è produrre ma nutrire, non è far vincere economicamente una parte del sistema ( i produttori su tutti) ma creare le condizioni perché le varie parti trovino un equilibrio dialettico soddisfacente, in grado di autorinnovarsi. In questo quadro si parla di “governance” tra attori e non piu’ di indirizzi politici che investono dall’alto gli attori.

Le azioni realizzate nell’ambito del progetto ACTT (Alimentazione Consumatori Territori Transfrontalieri)
  • creazione di un tavolo di lavoro con i Comuni dell’area perirubana, le ASL, le organizzazioni agricole, le società di ristorazione, i distributori, il laboratorio della Camera di commercio per la riscrittura dei capitolati d’appalto della ristorazione scolastica (nidi e scuole primarie), al fine di migliorare la presenza dei prodotti agroalimentari locali come elemento di benessere e salute per i bambini ed i ragazzi (stagionalità, frescehzza, basso impatto ambientale) e di
  • realizzazione tutte le quarte domeniche del mese di eventi di “casa-mercato” al Foro Boario di Moncalieri e riallestimento dell’ala agricola del mercato di Porta Palazzo
  • finanziamento di un punto per la raccolta dei prodotti per i Gruppi di Acquisto Comune ed i Gruppi di Acquisto Solidale del quartiere San Salvario a Torino e realizzazione dell’iniziativa “La Borsa e Valori” nel novembre del 2010
  • definizione dei prodotti agroalimentari locali per arrivare ad un marchio transfrontaliero, che identifichi il metodo organizzativo e distributivo per i prodotti agroalimentari freschi

 

Per informazioni sulla partecipazione della Provincia di Torino al Salone del Gusto:
SERVIZIO SVILUPPO RURALE E MONTANO
tel. +39 011 8617639 - email: marisa.argiro@provincia.torino.it

Ultimo aggiornamento: 23/10/2012