AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Agricoltura e montagna

Sapori del territorio

Banner Sapori del territorio

Sei in: Home > Agricoltura e Montagna > Prodotti del paniere > Prodotti tipici > Ortaggi > Asparago di Santena

ASPARAGO DI SANTENA

English

Marchio Asparago di SantenaL'asparago, incredibile a dirsi, appartiene alla stessa famiglia delle liliacee, cioè quella dei gigli e dei mughetti.

Di questo ortaggio si mangiano i "turioni'', vale a dire i germogli, di sapore delicato, che si formano dai rizomi sotterranei.

Pare che l'asparago sia originario dell'oriente, tesi suffragata dal fatto che lo mangiavano già nell'antica Mesopotamia e in Egitto (era fra i doni del corredo funerario di Nefertiti), i Greci, invece, gli attribuivano doti afrodisiache.

Forse spetta ai Romani il merito di aver scoperto le doti gastronomiche dell'asparago, poichè prima di allora era apprezzato, più che altro, per le buone qualità terapeutiche.

Asparago di SantenaIn tempi "piu' recenti'', a cavallo tra la prima e la seconda metà dell'Ottocento, Cavour, interessatosi alla coltivazione di tale ortaggio, affermò che l'asparago fu la "sorgente della prosperita di Santena'' (definizione fornita dal Cavour stesso in una lettera ad Al Johnston, chimico rinomato di Edimburgo).

In Piemonte è rinomato quello di Santena, di Poirino e dei paesi limitrofi. Le sue qualità organolettiche dipendono in gran parte dal tipo di terreno permeabile e sabbioso, dalla maturazione fuori serra e dall'impiego di concimi organici.

 

Logo Paniere


Città Metropolitana di Torino
Progetto "Sviluppo e Valorizzazione produzioni tipiche"

Dirigente Responsabile: Elena Di Bella
corso Inghilterra 7, 10148 Torino - Tel. +39 011 861.6141-6308 - Fax +39 011 861.6479 
 

  prodotto successivo >>

 

torna su^

Ultimo aggiornamento: 15/01/2015