AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Agricoltura e montagna

Prodotti del paniere

Banner prodotti del paniere

Sei in: Home > Agricoltura e Montagna > Prodotti del Paniere > Vini della provincia > Vitigni > Doux d'Henry

DOUX D'HENRY

Doux d'HenryIl suo nome sembra derivare da Enrico IV Re di Francia che lo apprezzò nel corso di una sua visita nel territorio di qua dalle Alpi e più precisamente nel Pinerolese, ove si ritiene abbia origine. Ancora oggi è l'unica zona di coltura ed un tempo era utilizzato soprattutto da mensa.

L'uva ha gli acini molto grandi e di moderata acidità, rientra nel novero dei vitigni un tempo utilizzati a scopo igienico per le cure d'uva e per cui esistevano appositi "centri uvali".

È un vitigno dal buon vigore a cui si addice una potatura lunga, ma presenta una certa alternanza di produzione legata soprattutto alle condizioni climatiche nel periodo della fioritura: ha infatti la particolarità di essere maschio sterile a causa degli stami riflessi che non riescono ad assicurare una impollinazione sufficiente. Per questo il grappolo si presenta spesso spargolo.

Nel vigneto è assolutamente necessaria la presenza di altri vitigni impollinatori frammisti a quelli del Doux D'Henry. Il vino ottenuto e' asciutto, dal colore tenue e profumo gradevole.

Vini ottenuti

PINEROLESE D.O.C. DOUX D'HENRY

 

<< vitigno precedente vitigno successivo >>

Ultimo aggiornamento: 26/05/2010