AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Ambiente

Rifiuti

Sei in: Home > Ambiente > Rifiuti > Ciclo integrato rifiuti > Politiche e progetti > Cooperazione Italia-Brasile

Logo Hydroaid Logo cooperazione Italia-Brasile Logo Provincia di Torino

COOPERAZIONE ITALIA-BRASILE: CONTRIBUTI DELLA PROVINCIA DI TORINO

Nell'ambito delle esperienze di cooperazione sul tema della gestione associata del Saneamento Ambiental promosse sin dal 2005 da Hydroaid (Scuola internazionale dell'Acqua per lo Sviluppo) con il Ministério das Cidades e il Ministério do Meio Ambiente brasiliani, la Provincia di Torino (Assessorato Sviluppo Sostenibile e Pianificazione Ambientale) ha ospitato in uno stage svoltosi a Torino dal 16 al 27 marzo 2009 in collaborazione con altre istituzioni ed Enti italiani, sette alti funzionari e tecnici provenienti da diverse istituzioni brasiliane (Stato federale, Stati regionali, municipalità, università, ...).

Gli stages hanno avuto l'obiettivo di approfondire il quadro legislativo e attuativo della gestione del ciclo integrato dei rifiuti definito in Italia attraverso specifici approfondimenti:

  • Piani di gestione dei servizi di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti (Piano d'Ambito, Programma Provinciale, Piano Regionale);
  • Sostenibilità economica e finanziaria dei servizi pubblici di gestione dei rifiuti;
  • Sistemi di raccolta ed elaborazione dei dati quale strumento di supporto alla decisione;
  • Responsabilità dei produttori dei rifiuti ed implicanze nel sistema di raccolta e riciclo;
  • Aspetti legislativi e normativi dei contratti di concessione e delega nel quadro della gestione dei servizi pubblici e dei contratti.

A conclusione del periodo di stage e al fine di condividere, entro un ampio e altamente qualificato ambito, le esperienze maturate dalla cooperazione con il Brasile, si è svolto dal 13 al 15 maggio 2009, a Salvador de Bahia, il III Seminario Internazionale sui Modelli di Gestione Associata dei Servizi di Saneamento, dal titolo "Regionalizzazione e gestione associata dei servizi pubblici per il trattamento dei Rifiuti Solidi Urbani".

Le due esperienze, stage e seminario, si sono rivelate particolarmente significative, per la Provincia di Torino che ha collaborato attivamente e si configurano quale interessante opportunità di scambio tecnico con la realtà brasiliana.

Nel processo di riorganizzazione attualmente in atto in Brasile, grande enfasi è data al rafforzamento del ruolo dello Stato nell'avviare e sostenere un percorso di regionalizzazione che possa garantire l'universalizzazione dell'accesso ai servizi di saneamento basico. Dall'approvazione nel 2005 della nuova legge sui consorzi pubblici in Brasile, è stato avviato un intenso dibattito sui presupposti legislativi, amministrativi e tecnici per l'avvio ed il consolidamento di una gestione consortile dei Servizi a scala regionale, in particolare dei servizi pubblici per il trattamento dei rifiuti solidi urbani. Dopo un biennio nel quale l'esperienza italiana ha costituito per il Brasile il principale termine di confronto a livello normativo e gestionale, questo seminario si proponeva di capitalizzare quanto emerso, offrendo ad un pubblico di amministratori pubblici e operatori del settore le esperienze dirette di chi in Italia si confronta ogni giorno con la concreta efficacia del modello adottato.
Grazie all'interessante esperienza condotta, il Seminario ha potuto rispondere alla complessità di un quadro nel quale gli elementi normativi, gestionali, finanziari e tecnici si integrano con uguale rilevanza. A tale percorso, hanno contribuito con la propria partecipazione diretta: Ministero dell'Ambiente (Diego Tommasini - Italian Environment Desk - Sao Paulo), Osservatorio Nazionale Rifiuti (Fabrizio Clementi - Vicepresidente), Regione Piemonte (Agata Milone - Responsabile Settore Programmazione e Gestione Rifiuti), Provincia di Torino e ATO Rifiuti (Agata Fortunato - Responsabile Ufficio Ciclo Integrato dei Rifiuti della Provincia di Torino ), Autorità di Vigilanza Servizi Idrici e gestione Rifiuti solidi urbani - Regione Emilia Romagna (Andrea Cirelli - Presidente dell'Autorità), Federambiente, (Daniele Fortini - Presidente).

I primi elementi emersi durante il Seminario sono stati:

  • L'ampia partecipazione di amministratori pubblici locali e consorzi (ove già costituiti), di aziende pubbliche di saneamento, di funzionari pubblici statali e federali, associazioni e cooperative di catadores, università, imprese private brasiliane ed estere.
  • Il grande interesse ed approccio critico rispetto alle presentazioni proposte (dibattiti ed approfondimenti su molte delle tematiche affrontate) ed in particolare riguardo alla relazione fra le competenze di ciascun livello di governo (federale, statale e municipale) e le aziende di gestione pubbliche e private.
  • Il condiviso auspicio di successivi approfondimenti rispetto a soluzioni adottate in Italia in materia di strutturazione e gestione consortile, modelli di sostenibilità finanziaria dei sistemi di gestione rifiuti (contributo ambientale, tariffazione, incentivi alla raccolta differenziata).

Il Seminario è stato integralmente trasmesso sul sito della Secretário de Desenvolvimento Urbano da Bahia - SEDUR/BA.

Ultimo aggiornamento: 29/11/2013

 



Utilità