AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Ambiente

Risorse idriche

Sei in: Home > Ambiente > Risorse idriche > Eventi > Convegno internazionale sui contratti di fiume

CONVEGNO INTERNAZIONALE SUI CONTRATTI DI FIUME
Firma del Contratto di Fiume del bacino del Torrente Sangone
Torino, 11 marzo 2009

Logo del Contratto di Fiume del Torrente Sangone Il giorno 11 marzo 2009 si è tenuto, presso l'Auditorium della Provincia di Torino, il Convegno Internazionale sui Contratti di Fiume. Questo momento ha costituito un'importante occasione di approfondimento, volta ad inquadrare i Contratti di Fiume e di Lago nella normativa comunitaria e nazionale e ad evidenziarne l'importanza quali strumenti di attuazione delle politiche regionali. Un significativo contributo alla discussione è venuto dal confronto con le modalità di gestione delle risorse idriche in Francia, con particolare riferimento all'esperienza di un "Contrat de Rivière" condotto sul bacino del fiume Guil, nel Parco Naturale Regionale del Queyras.

 Hanno parlato di noi... la rassegna stampa del Convegno Internazionale sui Contratti di Fiume
 

Lo speciale del TG3 Montagna
56Kbit/s | Adsl | 1,5Mbit/s

Il Convegno Internazionale sui Contratti di FiumeNell'ambito del Convegno è stato firmato da parte dei 34 soggetti sottoscrittori (pubblici e privati), il Contratto di Fiume del Bacino del Sangone, primo a livello regionale (e fra i primi a livello nazionale) a raggiungere l'importante fase della sottoscrizione. Successivamente all'evento, l'accordo è stato sottoscritto, nel luglio 2010, anche dal Politecnico di Torino. Il testo del Contratto, strutturato in diversi articoli, contiene gli obiettivi, gli strumenti, l'organizzazione per la gestione del processo, gli impegni dei sottoscrittori e dei soggetti attuatori, le indicazioni su risorse, tempi, strumenti attuativi e monitoraggio.



La firma del Contratto di Fiume del Bacino del Torrente Sangone

La firma rappresenta quindi il presupposto istituzionale per consolidare e legittimare sul territorio del bacino un autentico processo negoziale teso alla sempre crescente condivisione di uno scenario strategico di riqualificazione fluviale e territoriale, che dovrà rappresentare la cornice entro cui inserire le attività di tutti i soggetti operanti sul territorio. Solo in questo modo si potrà raggiungere un obiettivo impegnativo e di alto livello con il massimo delle sinergie garantendo efficacia ed efficienza all'azione territoriale.



il bacino del Torrente Sangone

Dal 2001 la Provincia di Torino ha promosso progetti ("Sangone per tutti" e progetto n° 33) finalizzati ad approfondire le conoscenze sullo stato ambientale del Torrente Sangone avviando parallelamente un processo di coinvolgimento e confronto con i soggetti portatori di interesse finalizzato alla condivisione di interventi di riqualificazione, in un territorio in cui la concertazione rappresentava già prassi consolidata di confronto tra le amministrazioni locali. In tale contesto si inserisce l'esperienza del Contratto di Fiume, promossa dalla Provincia di Torino per intervenire su uno dei bacini idrografici maggiormente critici dal punto di vista qualitativo e quantitativo. Il "nuovo metodo di lavoro" entra nelle politiche e nelle attività di tutti i soggetti firmatari, per la condivisione delle decisioni sul territorio e per la creazione di un sistema di azione locale basato sulla concertazione.
 

Gli interventi della sessione mattutina:

La tavola rotonda moderata da Luca MercalliDurante la tavola rotonda della sessione pomeridiana, moderata da Luca Mercalli, è stata fornita una panoramica sullo stato di avanzamento dei Contratti di Fiume già avviati in Piemonte e Lombardia. E' stata più volte ribadita l'esigenza di un rapporto continuativo con il territorio attraverso la creazione una rete di partnership con i soggetti (istituzionali e privati) che vi operano.
 

Ultimo aggiornamento: 04/01/2012

 



Utilità