AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Ambiente

Risorse idriche

Sei in: Home > Ambiente > Risorse idriche > Progetti > Sangone > Progetto n° 33

PROGETTO SANGONE

Il progetto n° 33: "Riqualificazione e promozione del bacino fluviale del Sangone. Area intervento 1: fotografia dell'ambiente naturale" si è svolto in collaborazione tra la Provincia di Torino e l'ASSOT (Agenzia per lo Sviluppo del Sud Ovest di Torino) ed è inserito nel Programma Provinciale di Interventi in campo Ambientale 2002.

Scarica il progetto in formato pdf
Scarica il progetto
(formato pdf 2,1 Mb)

L'obiettivo del progetto è stato quello di estendere il monitoraggio ambientale già eseguito nell'ambito del progetto "Sangone per tutti" (anno 2002 - tratto da Sangano a Moncalieri - in collaborazione tra ARPA Piemonte e Provincia di Torino), nella parte alta del corpo idrico (da Forno di Coazze a Sangano) al fine di individuare le principali criticità e le possibili azioni per indirizzare il recupero della qualità ambientale dell'intero corso d'acqua. La metodologia utilizzata ha garantito il coinvolgimento attivo di tutte le componenti pubbliche e private e le categorie socioeconomiche del territorio, promuovendo altresì il perseguimento dello sviluppo turistico quale elemento in grado di concorrere alla stabilizzazione socioeconomica e demografica dell'area. 

Nello specifico, dal mese di settembre 2003 a gennaio 2004 si sono svolte attività di raccolta e elaborazione di tutti i dati ambientali disponibili, giungendo così alla predisposizione di una cartografia che ha consentito di georeferenziare e cartografare i punti di monitoraggio, i punti e le aree dove insistono maggiori criticità ambientali (scarichi idrici, derivazioni, difese spondali, etc.) e le aree degradate (abbandono rifiuti, orti abusivi, erosione spondale, etc.) e da riqualificare lungo tutta l'asta del torrente e lungo gli affluenti principali.

Il processo di concertazione ha portato alla realizzazione del workshop "Fotografia del torrente Sangone e primi interventi di riqualificazione" (Beinasco, 26 febbraio 2004), con l'obiettivo di individuare e condividere, attraverso una sessione di lavoro di progettazione partecipata, le priorità di intervento per la riqualificazione del torrente Sangone.

Da settembre 2004 a maggio 2005, si sono svolti ulteriori incontri con la cabina di regia del progetto con l'obiettivo di individuare gli interventi specifici di riqualificazione da realizzare.

Infine, tutti i risultati emersi durante il progetto dai processi di rilevamento dei dati e di condivisione degli interventi di riqualificazione sono stati raccolti nella pubblicazione "Bacino del Sangone. Un progetto integrato per la tutela e la riqualificazione" e si è organizzato il 12 maggio 2005 il Convegno "Bacino fluviale del Sangone: fotografia della situazione e primi interventi di riqualificazione" finalizzato alla presentazione e alla diffusione dei risultati finali del progetto.

Chi fosse interessato ad una copia della pubblicazione completa di allegati può ritirarla gratuitamente presso lo Sportello Ambiente (sportamb@provincia.torino.it).  

Ultimo aggiornamento: 30/04/2010

 



Utilità