AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Ambiente

Risorse idriche

Sei in: Home > Ambiente > Risorse idriche > Progetti > Riqualificazione aree degradate

PULIZIA E RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE PERIFLUVIALI DEGRADATE

Collaborazione fra la Provincia di Torino e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Torino

 

Un nuovo intervento è in corso sul territorio del Comune di Venaria, alla confluenza fra Stura e Ceronda.
I Vigili del Fuoco stanno procedendo allo smantellamento di baracche
ed orti abusivi e alla rimozione dei rifiuti.
L'area sarà oggetto di riqualificazione nell'ambito degli interventi previsti dal progetto Corona Verde II.

 

 

L'abbandono indiscriminato di rifiuti costituisce un grave problema che interessa l'intero territorio della Provincia di Torino. La presenza di discariche abusive costituisce, oltre a una situazione di degrado territoriale ed ambientale, anche un pericolo concreto lungo i corsi d'acqua e nelle aree perifluviali durante gli eventi di piena, per il trascinamento in alveo di materiali anche di notevoli dimensioni (ad esempio rifiuti ingombranti) che possono creare ostacolo al deflusso delle acque in zone critiche come i ponti.

La rimozione dei rifiuti abbandonati richiede l'impiego di uomini e mezzi sul territorio, con uno sforzo economico importante che si ripercuote sui bilanci delle Amministrazioni e di conseguenza sulle tasche dei cittadini. In particolare, per i materiali ingombranti in alveo o sulle sponde, le operazioni possono rivelarsi particolarmente difficoltose e richiedere l'impiego di mezzi pesanti (ragno, mezzi cingolati, escavatori).

Rifiuti pericolosi nelle aree perifluviali L'edizione 2010 dell'iniziativa "Puliamo il Sangone", svoltasi nell'ambito di "Puliamo il Mondo" e che ha avuto particolare successo sia in termini di quantità che di tipologia di rifiuti raccolti, ha visto la partecipazione, insieme ad altri volontari, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Torino, che ha messo a disposizione professionalità e mezzi per la riuscita della giornata. In questa occasione sono state poste le basi per una collaborazione strutturata fra i due Enti che nel corso del triennio 2011-2013 ha garantito in forma continuativa interventi di pulizia straordinaria sul territorio della Provincia di Torino, anche anche al di fuori dell'appuntamento annuale di "Puliamo il Mondo".

La collaborazione ha preso il via con la sottoscrizione ufficiale dell'accordo fra la Provincia di Torino e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Torino, avvenuta in occasione del primo intervento di pulizia svoltosi il 26 febbraio 2011 a Collegno.

Mezzi pesanti dei Vigili del Fuoco in azione sulla DoraLe aree soggette a particolare degrado vengono individuate insieme alle Amministrazioni Comunali, ai Consorzi di Bacino e, nel caso di aree protette, agli Enti Parco. L'intervento dei VVF (con mezzi diversi a seconda delle necessità) consente la soluzione di situazioni critiche non risolvibili dai singoli Comuni con i tradizionali interventi; d'altro canto per gli stessi VVF queste attività costituiscono un'importante occasione di esercitazione e formazione del proprio personale specializzato.
La pulizia costituisce il punto di partenza per i Comuni per una più completa riqualificazione delle aree interessate, allo scopo di evitare il ripresentarsi dei fenomeni di abbandono indiscriminato di rifiuti.

A tutti i Comuni della Provincia di Torino è stata inviata una lettera in cui sono spiegati i termini e le finalità dell'accordo, insieme al modello di scheda per la richiesta di intervento da reinviare alla Provincia.

Di seguito è a disposizione la versione aggiornata del modello di scheda, in formato word (per una più agevole compilazione) e pdf.

Nel corso del triennio appena concluso sono stati effettuati con successo 26 interventi su 16 siti fortemente compromessi per l'abbondante presenza di rifiuti misti (ingombranti, pneumatici, RAEE, rifiuti legnosi e ferrosi ed altro) e/o interessati da abbandoni di carcasse di automezzi, alcuni dei quali risalenti a decine di anni fa. Per le informazioni di dettaglio sui singoli interventi si rimanda alle pagine delle gallerie fotografiche.

Alla luce dei risultati concreti di questa prima esperienza, la Provincia di Torino, con Delibera di Giunta Provinciale n. 89 – 41404 del 18 febbraio 2014 (formato pdf 117 KB) ha approvato il rinnovo dell'accordo con i VV.F. per il prossimo triennio 2014-2016. Il nuovo accordo è stato sottoscritto nel mese di aprile 2014.

La programmazione delle prossime attività seguirà un ordine di priorità formulato sulla base delle schede di richiesta inviate dai Comuni e coerente con la pianificazione provinciale. In alcuni casi l'intervento riguarderà il completamento di operazioni già avviate (ad esempio nel sito di Nichelino, particolarmente importanti data l'estrema vicinanza con il Torrente Sangone e l'elevato rischio idraulico che ne consegue).

Ultimo aggiornamento: 16/12/2014

 



Utilità