Home Il destino dei rifiuti


Il destino dei rifiuti

Cosa c'è nei nostri sacchetti dei rifiuti?
C'è la nostra vita, quelle delle nostre famiglie e di chi ci circonda.
C'è la storia di ognuno di noi; il torsolo di una mela, i residui del caffè, le lattine di birra di una serata con gli amici, il vasetto di marmellata che abbiamo tanto gustato, la bottiglietta del nostro bagnoschiuma preferito, i giornali che abbiamo già letto e tanto altro.

Conosciamo bene la vita degli oggetti fino al momento in cui decidiamo di gettarli, ma sappiamo quale sarà il loro percorso dopo il cassonetto?
Cosa sappiamo del loro destino? Qual è il tragitto che dovranno percorrere?

 

Una legge in particolare indica la strada da seguire, è la Direttiva 2008/98/CE all'art. 4 dell'Unione Europea mira a proteggere l'ambiente e la salute umana attraverso la prevenzione degli effetti negativi della produzione e della gestione dei rifiuti.

Per proteggere maggiormente l'ambiente, gli Stati membri devono adottare delle misure per il trattamento dei loro rifiuti conformemente alla seguente gerarchia, che si applica per ordine di priorità:

  1. Riduzione: ma davvero è possibile ridurre i rifiuti? Scopri come
  2. Riuso: tanti oggetti, vecchi o malconci, possono ancora avere una vita utile. Scopri dove
  3. Riciclaggio: tutti i rifiuti sono almeno in parte riciclabili, ma non tutti vengono effettivamente avviati al recupero di materia. Il primo passo è una buona raccolta differenziata! Scopri come
  4. Recupero di altro tipo, per esempio il recupero di energia: i rifiuti che non possono essere riciclati sono ancora pieni di energia. Scopri come
  5. Smaltimento: questa è proprio "l'ultima spiaggia"! Se hai prodotto un rifiuto, ma non è stato possibile riutilizzarlo né recuperarne materia o energia, allora verrà smaltito in discarica. Scopri come