Home News


News

Il fenomeno dello spreco alimentare e le iniziative messe in atto a Torino per contrastarlo, verranno illustrate il prossimo venerdì 31 MAGGIO 2019, a partire dalle 19.30, presso la sede del MAO - Museo d'Arte Orientale di Via San Domenico 3, Torino. La serata di beneficenza, organizzata dal Lions Club Torino New Century per raccogliere fondi da destinare al service "Colazione Solidale Allargata", prevede, oltre alla visita guidata al MAO, anche un apericena preparato dalla chef Maria Zingarelli del Ristorante Il Giardino, con l'ortofrutta recuperata dal mercato di  Porta Palazzo, secondo i dettami della "cucina circolare". Tra i relatori la D.ssa Tiziana Pia della Città metropolitana, la D.ssa Sonia Migliore del Progetto Food Pride e la Chef Maria Zingarelli.

Il contributo minimo per la serata è di 35 €. Le prenotazioni vanno effettuate al numero 3355651492  o alla mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 

 

Brindisi Il quartiere torinese di San Salvario, tra i più vivaci luoghi della vita notturna cittadina, si converte a scelte ecosostenibili, aderendo al progetto di economia collaborativa “Abbasso Impatto”. Ideato da Verdessenza Società Cooperativa e finanziato da AxTO - Azioni per le Periferie Torinesi, il progetto ha come obiettivo quello di "mitigare" gli effetti della movida, adottando prodotti e servizi poco impattanti e di diffondere una nuova cultura basata sul consumo consapevole e la riduzione dei rifiuti. Al momento sono tre i “locali pilota” che per primi hanno preso parte al progetto: “Il Camaleonte Piola”, “Si Vu Ple” e “Tomato”, ma presto se ne uniranno dei nuovi.

Fonte: Piemonte che cambia

 

EPAT Torino, Ascom Torino e Fipe hanno presentato lo scorso 21 febbraio 2019 il Progetto "Rimpiattino", la proposta vincitrice del concorso indetto da Fipe e Comieco rivolto al mondo della ristorazione italiana. I "Rimpiattini", contenitori in carta e cartone riciclabili impreziositi da una grafica colorata ed accattivante, sono sbarcati nei ristoranti torinesi e in tutta Italia. Il progetto che si propone, attraverso il coinvolgimento diretto del mondo della ristorazione, di diffondere l'uso della doggy bag superando l'imbarazzo della clientela, ha preso il via nei primi 15 ristoranti del territorio torinese.

Fonte: Ascom Confcommercio Torino

 

Lo scorso 5 febbraio 2019 è stata celebrata la sesta Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, ideata e istituita dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con la campagna Spreco Zero e l’Università di Bologna – Distal. L'iniziativa è dedicata, oltre che al sostegno e alla promozione dell’impegno verso la cultura del rispetto del cibo, alla divulgazione delle buone pratiche adottate in Italia. Sulla pagina dedicata alla lotta allo spreco alimentare del sito istituzionale della Città metropolitana di Torino è disponibile una nutrita Rassegna stampa sui principali aspetti della tematica.

 
Cos'è Hub Economia Circolare? È un viaggio alla scoperta della circolarità, una delle tre azioni sperimentali prioritarie del progetto europeo Urban wins cui partecipa anche il Comune di Torino. Un percorso di alfabetizzazione e divulgazione sull’economia circolare, attraverso 4 appuntamenti pomeridiani, che esaminano i vari aspetti connessi alla tematica. Il prossimo incontro, previsto per il 15 febbraio 2019, intitolato "Dai campi alla cucina. Il cibo re della circolarità" vedrà la partecipazione tra i relatori anche della Città metropolitana di Torino. Appuntamento a partire dalle 15 all'Istituto Alberghiero Colombatto, Via Gorizia 7, Torino.
 
 

Food prider, fattorino antispreco alimentareIn occasione della Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare di oggi, martedì 5 febbraio, il progetto Food Pride entra nel vivo. Prende così avvio la rete di recupero del cibo invenduto nei negozi di prossimità, che viene poi trasportato con biciclette e cargo bike verso i punti di raccolta e distribuzione dislocati in alcuni quartieri torinesi.

Fonte: Ecodallecitta.it 

 

Pane Ecco come è stata battezzata l'iniziativa nata a Pisa da un'idea di due panettieri. Il meccanismo è semplice ma efficace: i clienti potranno riportare il pane acquistato il giorno prima e non consumato, usufruendo di uno sconto sull’acquisto del pane fresco. Il pane recuperato sarà invece 'riciclato' e utilizzato come mangime per gli animali. Un'iniziativa che riunisce più aspetti positivi: la lotta allo spreco di cibo, la tutela dell'ambiente e la solidarietà verso i più bisognosi.

Fonte: Telegranducato

 

cotton fioc Dal 1° gennaio 2019 ne è vietata la vendita in Italia, tranne che per quelli di materiale biodegradabile e compostabile.
Gli apparentemente innocui bastoncini, che normalmente vengono buttati direttamente nel WC, infatti riescono a superare le griglie degli impianti di depurazione delle acque e passare direttamente in mare, provocando gravi danni all'ambiente. Secondo i risultati dei monitoraggi condotti da Legambiente negli ultimi 5 anni, il 9% dei rifiuti che si rinvengono sulle nostre spiagge è rappresentato proprio dai cotton fioc. Questa norma, prevista da un emandamento della Legge finanziaria da poco approvata, pone l'Italia come capofila a livello europeo nella lotta contro il marine litter

Fonte: Greenstyle

 

Sostenibilità pianeta TerraSecondo quanto riportato nell'edizione pubblicata a novembre dell'Osservatorio mensile realizzato da Findomestic in collaborazione con Doxa, circa sette italiani su dieci dicono sì ai prodotti sostenibili nel carrello della spesa a patto che il loro prezzo non superi del 10% quello di un prodotto base. Se il 26% della popolazione italiana ritiene che la sostenibilità sia soltanto una moda passeggera, la restante parte è spronata ad adottare un comportamento più sostenibile da quelle aziende che sono lavorano costantemente per ridurre le emissioni ed i consumi.

Fonte: GDO News