SCHEDA SINTETICA

Comune di Andrate
Codice Istat 1010

 Area/Subarea:

Canavese ed Eporediese

 

Andrate

 

 

1. Canavese ed Eporediese

L'area culturale non è circoscrivibile con esattezza dal punto di vista storico, ma comprende comunque con analogia di caratteri il territorio limitato dal Po, dalla Stura di Lanzo, dalla Serra di Ivrea e dall'arco alpino. Fa parte della più ampia area storico-culturale definita nel PTR "Canavese, Eporediese, Biellese". Il paesaggio è mutevole e diversificato, di aspetto brullo e isolato nelle Vaude, di tipo prealpino in contiguità con le valli dell'Orco e con le contermini valli del Malone, Soana, Chiusella; paesaggio particolarmente dolce nel basso e medio Canavese, ben caratterizzato nell'Eporediese dalla grande conca ad anfiteatro morenico della Serra di Ivrea.

Dall'inizio del XII secolo appartiene ai Savoia (dalla metà del XV secolo anche per la parte dell'Eporediese sottratto ai Valperga di Masino), con una lunga persistente autonomia e confrontanza politica con la città-capitale di Torino. La zona è stata bacino di manodopera per la prima industrializzazione torinese, ed è sempre stata soggetta a emigrazione stagionale, quindi a confronto di culture.

Il tipo di insediamento è fondato su grandi poli urbani di riferimento (in parte Torino e soprattutto Ivrea), e su una serie fittissima di medi e piccoli centri; presenza di insediamento frazionario nelle pendici prealpine e morenica; rare le case sparse.

Il paesaggio è connotato da colture prevalentemente asciutte (cereali) e dalla viticultura nella zona a nord. Nella parte di pianura verso il Vercellese e nel Chivassese è presente l'insediamento rurale con cascina a corte e con colture miste cerealicole e foraggere. La zona è caratterizzata da sistemi infrastrutturali protoindustriali e moderni e dal Canale Cavour. E' presente la centuriazione romana e un incastellamento medievale molto fitto con diffusa presenza di ricetti.

Il passaggio dal medievale al moderno ha portato alla specializzazione mercatale di alcuni centri, con aggiunta dei portici lungo gli assi principali degli antichi abitati. E' prevalente la cultura del mattone e del cotto con intonaco, la pietra poco lavorata (scisti); questo aspetto è presente nell'architettura, soprattutto povera, delle zone prealpine dove prevale il loggiato con travatura lignea e pilastri in cotto.

Il Chivassese, pur essendo configurato come zona con caratteri autonomi, anche per ragioni storico-amministrative, non è stato classificato come subarea per la difficoltà di una sua delimitazione a nord, mentre a est e ovest il territorio è compreso fra gli affluenti Stura di Lanzo e Dora Baltea. La zona è comunque caratterizzata dalla fluttazione delle antiche linee di demarcazione con i territori storici confinanti (cfr. le Tavole della periodizzazione storica) e dalla persistenza di Chivasso come luogo con importanza di centralità per mercati e fiere.


1.3. Subarea innesto Valle d'Aosta

Il territorio è da correlare con la Valle d'Aosta sia per configurazione orografica, sia per paesaggio agrario caratterizzato di tipici vigneti e pergolato.


Centro di tipo: - ----

 Percorso:

La Serra d'Ivrea e l'antico territorio dei Valperga di Masino

G - La Serra d'Ivrea e l'antico territorio dei Valperga di Masino

Il percorso potrebbe avere come epicentro e punto di partenza la città di Ivrea, il cui centro storico merita trattazione critica a parte; oppure da Torino attraverso Foglizzo con l'importante Chiesa di Santa Maria Maddalena (Bernardo Vittone, 1740 ca.). Le tappe potrebbero comprendere:

  • Ivrea
  • Romano Canavese
  • Caravino, Castello dei Valperga di Masino
  • I centri della Serra d'Ivrea
  • Andrate
  • Montaldo d'Ivrea
  • Settimo Vittone
  • Carema.

Nella linea di privilegiare il periodo tra medievale e caratterizzazione di Sei-Settecento è utile segnalare a Ivrea la Chiesa di San Bernardino con affreschi del primo Cinquecento di Giovanni Martino Spanzotti.
Il percorso è incentrato a Caravino nel Castello dei Valperga di Masino, eccezionale luogo di interesse storico e paesaggistico, sede trasformata in periodo barocco dell'originaria residenza medievale. Il castello e il luogo si evidenziano sulla pianura, dominando a 360 gradi l'intero territorio del Canavese; la residenza conserva importanti tracce antiche ed arredi del periodo barocco e documenta la persistente localizzazione primaria di uno dei più importanti casati aristocratici piemontesi: andrebbe ulteriormente valorizzata sia per l'eccezionale posizione territoriale, sia per la presenza in situ di importanti decorazioni e arredi.

Centro storico:  

 

 


 

 

Informazioni statistiche relative al comune desunte dall'elaborato del Prof. Giampiero Vigliano "Le aree ambientali antropizzate ed i beni culturali, architettonici, urbanistici ed archeologici del Piemonte" - Ed. Regione Piemonte 1991 (fonte Banca Dati Territoriale)

 

 

Emergenze culturali ed architettoniche
1  pilone
2  cappella/oratorio

 

 

Emergenze urbanistiche ed archeologiche
1 area di ritrovamento di tipo diverso
1 ritrovamento isolato
1 centro storico di tipo F4
1 nucleo alpino

 

 



 

 

Elenco beni culturali, architettonici, urbanistici ed archeologici rilevati nello studio del Prof. Giampiero Vigliano "Le aree antropizzate ed i beni culturali, architettonici, urbanistici ed archeologici del Piemonte" Ed. Regione Piemonte 1991

Descrizione BDT castelli

Descrizione BDT

ruderi di castelli

Nome

di rubino

Collocazione Storica

XIX-XX

Totale citazioni

1

Localizzazione

Esterno al centro storico

Note

localita' croce serra

Descrizione BDT

torri

Nome

della bastia

Collocazione Storica

Totale citazioni

1

Localizzazione

Esterno al centro storico

Note

localita':scalveis

Descrizione BDT

punti belvedere

Nome

sagrato della parroc.

Collocazione Storica

Totale citazioni

1

Localizzazione

Esterno al centro storico

Note

localita':santa croce

Descrizione BDT

chiese

Nome

s.maria

Collocazione Storica

Totale citazioni

2

Localizzazione

Interno al centro storico

Note

campanile romanico

Descrizione BDT chiese

Nome

s.pietro in vincoli

Collocazione Storica

Totale citazioni

1

Localizzazione

Interno al centro storico

Note

afreschi ottocenteschi

Descrizione BDT ritrovamenti isolati preistorici, protostorici, romani, tardo antico

Nome

Collocazione Storica

romano

Totale citazioni

1

Localizzazione

Interno al centro storico

Note