HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

OggInProvincia: i nostri comunicati

Sei in: Home > MAP - Comunicati > PRONTO IL PIANO DI DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO

07 Dicembre 2011 18:20
ISTRUZIONE
PRONTO IL PIANO DI DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO

Istituti comprensivi, scuole accorpate e nuovi indirizzi: cambierà fin dal prossimo anno il panorama dell’offerta formativa e della rete scolastica delle scuole di ogni ordine e grado. Dopo le consultazioni e i confronti di novembre con i sindaci e i dirigenti scolastici, avvenuti nel corso delle conferenze territoriali, la Giunta provinciale ha ieri approvato la delibera che definisce la “programmazione delle istituzioni scolastiche della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria sul territorio provinciale”. Nel documento sono confluite e accolte le proposte dei Comuni e dell’amministrazione provinciale, avanzate secondo le normative vigenti che prevedono l’aggregazione in istituti comprensivi per gli istituti dall’infanzia alla scuola secondaria di 1° grado con almeno 1000 alunni (500 per le scuole montane) e l’unificazione di quelli di istruzione superiore per il mantenimento dell’autonomia con un numero di studenti compreso tra i 500 e 900. Per il primo ciclo di istruzione l’autorizzazione al dimensionamento con la creazione di istituti comprensivi riguarda: Avigliana (creazione di un istituto comprensivo per le scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondaria di primo grado, sede di presidenza e segreteria presso la direzione didattica Domenico Berti, via Luigi Einaudi 33, 1022 allievi); - Buttigliera Alta (il nuovo istituto comprensivo risulterebbe sottodimensionato solo per l’anno scolastico 2012-2013 (601 allievi), per il 2013-2014 è previsto infatti l’accorpamento con le scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondaria di primo grado di Rosta, 601+441=1041allievi); - Pianezza (accorpamento in un istituto comprensivo della scuola secondaria di primo grado “Giovani XXIII” con la direzione didattica statale, sede di presidenza e segreteria: IC Pianezza Via Manzoni 5, 1476 allievi) - Orbassano (riorganizzazione delle attuali autonomie scolastiche in due istituti comprensivi, con sede di presidenza e segreteria in fase di definizione, IC1- 1031 allievi e IC2 -1075 allievi). - Alpignano (accorpamento in un istituto comprensivo della direzione didattica statale con la scuola secondaria di primo grado “Tallone”, sede di presidenza e segreteria: IC Alpignano Via Pianezza 31, 1225 allievi) - Bussoleno (accorpamento in un istituto comprensivo della scuola secondaria di primo grado con la direzione didattica che comprende la scuola dell’infanzia e la scuola primaria - cui fanno capo anche le autonome scuole di Mattie, San Giorio di Susa, Bruzolo e Chianocco, sede di presidenza e segreteria: IC Bussoleno Via Don Carlo Prinetto 2, 932 allievi) - Cirié (accorpamento in due istituti comprensivi delle scuole statali dei Comuni di Cirié, San Carlo Canavese e Vauda Canavese, sede di presidenza e segreteria: IC 1 Via Trieste 3 Cirié, 1023 allievi; IC 2 Via Roma 42 Cirié , 1270 allievi) - Rivarolo Canavese (accorpamento in un istituto comprensivo delle autonomie scolastiche statali presenti con plessi nei Comuni di Rivarolo Canavese, Bosconero e Feletto, sede di presidenza e segreteria: IC Via Le Maire 20 Rivarolo Canavese, 1436 allievi) - Piossasco (riorganizzazione delle attuali autonomie scolastiche in due istituti comprensivi, sede di presidenza e segreteria: IC1 Via Volvera 14 – Piossasco, 846 allievi - consistenza numerica che nell’arco di tre anni raggiungerà i limiti indicati dalla legge 111/2011 e dell’atto di indirizzo della Regione Piemonte; IC2 Via Cumiana 2 – Piossasco, 1038 allievi) - Carmagnola (accorpamento in tre istituti comprensivi delle scuole statali dei Comuni di Carmagnola, Pralormo, Pancalieri, Virle Piemonte e Villastellone, sede di presidenza e segreteria: IC 1 Corso Sacchirone 47 – Carmagnola, 1304 allievi; IC 2 Via Marconi 6 - ex Convitto - 1269 allievi; IC 3 Corso Sacchirone 26, 1336 allievi) - Carignano (accorpamento in un istituto comprensivo delle scuole statali dei Comuni di Carignano, Osasio e Lombriasco, sede di presidenza e segreteria: IC Via Tappi 46 – Carignano, 1.043 allievi) - Ivrea (accorpamento in due istituti comprensivi delle scuole statali dei Comuni di Ivrea, Cascinette, Chiaverano e Montalto Dora, sede di presidenza e segreteria: IC 1 C/o D.D. D’Azeglio Ivrea, 1315 allievi; IC 2 via Dora Baltea Ivrea, 1329 allievi) - Pavone Canavese (accorpamento in un istituto comprensivo delle scuole statali dei Comuni di Banchette, Pavone Canavese, Fiorano Canavese, Lessolo, Samone e Salerano con sede di presidenza e segreteria in fase di definizione: IC 1235 allievi) - Settimo Vittone (accorpamento in un istituto comprensivo delle scuole statali dei Comuni di Settimo Vittone, Andrate, Carema, Quincinetto, Tavagnasco e Borgofranco d’Ivrea, sede di presidenza e segreteria: IC scuola secondaria di I grado Strada provinciale 14 SettimoVittone, 770 allievi Comune montano - Villafranca Piemonte (accorpamento in un unico istituto comprensivo dei due IC presenti nei Comuni di Villafranca Piemonte e Cavour , sede di presidenza e segreteria a Cavour, piazza San Martino 2: IC 871 allievi con la possibilità di raggiungere i 1000 allievi nel 2013-2014, mediante l’acquisizione delle scuole del Comune confinante) - Baldissero Torinese (attivazione di una sezione associata all’autonomia scolastica secondaria di primo grado “Quarini” presso il costruendo plesso scolastico di Via Roma 15) - Osasco (avvierà nel 2012-2013 la nuova struttura scolastica destinata ad accogliere gli alunni della scuola per l’infanzia e della scuola primaria, già predisposta per incrementare il numero di sezioni di scuola materna). In relazione alle scuole dell’Infanzia è stata accolta, per l’anno scolastico 2012-2013, la richiesta del Comune di Caselette di due nuove sezioni di scuola dell’infanzia statale presso il plesso scolastico che ha sede in Strada Contessa 86. Per il secondo ciclo di istruzione sono stati approvati per l’anno scolastico 2012-2013 gli accorpamenti degli istituti: - IT Arduino e IT Carlo Levi (che andranno a costituire l’istituto Carlo Levi-Arduino prevedendo una nuova denominazione, con sede di dirigenza a Torino, Via Madonna de la Salette 29); - Liceo Gobetti e Liceo Segrè (che costituiranno l’istituto Gobetti-Segrè prevedendo una nuova denominazione, con sede di dirigenza a Torino, Via Maria Vittoria 39/bis); - Fermi e Galilei (che comporranno l’istituto Fermi-Galilei di Cirié prevedendo una nuova denominazione, con sede di dirigenza a Cirié, Via San Giovanni Bosco 17). Per l’anno scolastico 2013-2014 sono previsti dimensionamenti e accorpamenti degli istituti Maxwell, Sraffa, Natta, Ubertini qualora – nel 2012-2013 - il numero complessivo degli allievi dei percorsi ordinari non raggiunga il minimo di 600. Un altro capitolo della delibera disciplina le proposte di nuovi indirizzi. “Nell’anno scolastico 2010-2011 - spiega l’assessore all’Istruzione Umberto D’Ottavio - alcune autonomie non sono state in grado di accogliere tutti i giovani iscritti per la saturazione delle aule disponibili. Per garantire una programmazione adeguata nei diversi ambiti funzionali, si è reso necessario attribuire nuovi indirizzi ad autonomie scolastiche affinchè possano accettare le iscrizioni degli studenti in esubero per la saturazione di locali disponibili”. Sono state pertanto accolte le richieste degli Istituti: - Gobetti Marchesini di Torino (valorizzazione del polo chimico-biotecnologico con la conferma degli indirizzi tecnici e professionali presenti e aggiunta del percorso di liceo scientifico opzione scienze applicate e dell’istituto tecnico sistema moda, legato a uno degli indirizzi già attivi: chimica, materiali e biotecnologie); - Galilei – Ferrari di Torino (mantenimento dell’indirizzo di liceo scientifico opzione scienze applicate nell’offerta formativa 2012/2013, non attivato nell’anno scolastico in corso, ma matrice storica dell’istituto); - Primo Levi di Torino (attivazione del liceo delle scienze umane per agevolare i trasferimenti dalla prima cintura sud); - Maxwell di Nichelino - capofila del Polo IFTS “Energia e Ambiente Piemonte”- (rafforzamento dell’offerta formativa con un ulteriore indirizzo: chimica, materiali e biotecnologie. Il percorso risulta coerente con l’offerta formativa esistente, utile nel territorio di riferimento e compatibile con le strutture, le risorse strumentali e le attrezzature esistenti); - Porro-Alberti , sezione Alberti di Luserna San Giovanni (attivazione del liceo scientifico opzione scienze applicate. La scelta permette di usare spazi e dotazioni strumentali sottoutilizzati e di valorizzare il territorio); - Curie di Grugliasco (introduzione del liceo scienze applicate per facilitare i trasferimenti dalla prima cintura). - Majorana di Moncalieri (istituzione del liceo linguistico, in sostituzione del liceo classico) - Romero di Rivoli (introduzione dei servizi socio-sanitari.) - Martinetti di Caluso (introduzione del nuovo indirizzo architettura e ambiente) - Giolitti di Torino (introduzione del nuovo indirizzo servizi commerciali) - Faccio di Castellamonte (introduzione del nuovo indirizzo arti figurative) - Buniva di Pinerolo (introduzione del nuovo indirizzo scenografia) - Plana di Torino (introduzione del percorso serale servizi socio-sanitari ottico) - Boselli di Torino (introduzione dei percorsi serali socio- sanitario e turismo) In attesa della specifica regolamentazione sulla sezione ad indirizzo sportivo nel sistema dei licei, la Provincia di Torino ha richiesto l’attivazione del percorso presso l’Isitituto di Istruzione Superiore Des Ambrois di Oulx: l’istituto è riconosciuto ufficialmente e sostenuto economicamente dalla Regione Piemonte dall’anno scolastico 2004-2005 come Liceo della Neve, insieme ai licei di Limone Piemonte e Domodossola. Al Des Ambrois è prevista anche l’introduzione del liceo delle scienze applicate in sostituzione del percorso ordinamentale. Il piano così approvato passerà all’esame della Regione Piemonte.