AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

OggInProvincia: i nostri comunicati

Sei in: Home > MAP - Comunicati > SI RIPRISTINERANNO LE ATTREZZATURE DANNEGGIATE DEL PARCO DEL MONTE TRE DENTI-FREIDOUR

17 Dicembre 2014 17:39
PARCHI E RISERVE NATURALI
SI RIPRISTINERANNO LE ATTREZZATURE DANNEGGIATE DEL PARCO DEL MONTE TRE DENTI-FREIDOUR

Alcuni gravi atti vandalici sono stati nuovamente compiuti nelle ultime settimane ai danni delle attrezzature del Parco naturale provinciale Monte Tre Denti-Freidour di Cumiana. Decine di cartelli di segnalazione dei sentieri, di paline e di tabelle segnaletiche del Parco sono stati divelti e alcuni anche buttati nel vicino torrente. La cartellonistica del Geoparco delle Alpi Cozie, installata pochi mesi fa, è stata deturpata.

“Si tratta dell’ultimo, in ordine di tempo, di una lunga serie di episodi di opposizione all’istituzione dell’area protetta che negli anni si sono succeduti all’interno dei confini del Parco. – spiega l’Assessore provinciale ai Parchi e aree protette, Marco Balagna - Ancora più gravi sono stati, nel passato gli incendi dolosi, che hanno messo in pericolo l’incolumità dei frequentatori dell’area (compresi i volontari AIB che si sono prodigati a spegnerli), degli animali e delle proprietà”.

“La Provincia di Torino - in quanto Ente di gestione dell’area protetta - ed il Sindaco di Cumiana, hanno sporto denuncia contro ignoti alla Procura della Repubblica di Torino. – precisa l’Assessore Balagna - Poiché è noto che gli autori sono alcune persone che temono senza motivo i vincoli normativi previsti dalle leggi istitutive (che in realtà in questi anni non hanno affatto limitato le attività produttive presenti) e dal momento che l’80% dei terreni sono di proprietà pubblica soggetta ad usi civici per legnatico, la Provincia di Torino ed il Comune di Cumiana concordano sull’esigenza di avviare, insieme alle associazioni locali di promozione territoriale, una serie di progetti di valorizzazione del Parco, da presentare nella prossima tornata di programmazione dei finanziamenti europei. Inoltre i due Enti concordano sull’esigenza di ripristinare le attrezzature danneggiate e di realizzarne di nuove, con il coinvolgimento di cittadini, amministratori locali e volontari”.