AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Cultura

Biblioteca storica


Sei in: Home > Cultura > Biblioteca storica > Esperienza automazione


ESPERIENZA AUTOMAZIONE

La realizzazione del progetto di un Servizio Bibliotecario Nazionale è stata senza dubbio l'iniziativa più innovativa nel settore delle biblioteche pubbliche in questi ultimi anni. Ha permesso infatti un rapido accesso al patrimonio bibliografico posseduto dalle biblioteche italiane e ha trasformato la biblioteca da un organismo di conservazione delle proprie raccolte a centro di informazione, relativa non solo al proprio posseduto ma anche a quello di molte altre biblioteche.

La Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte, convenzionata con la Regione Piemonte da molti anni, partecipa al lavoro di schedatura in SBN dalla fine del 1988. Finora sono stati inseriti circa 5.500 titoli relativi alle accessioni degli ultimi anni, riguardanti la produzione editoriale corrente, consentendo così un tempestivo aggiornamento agli studiosi ed appassionati di cultura e storia piemontese. I titoli immessi in SBN sono inerenti soprattutto a monografie e miscellanee varie e a circa 200 tesi di laurea. Per quanto riguarda la gestione soggetti, la Biblioteca ha un proprio soggettario suddiviso per "personaggi", "luoghi", e "materie", ma può recuperare e recupera dal sistema SBN diversi soggetti propri del soggettario di Firenze, in quanto compatibili e inseribili nel proprio soggettario.

Continua la produzione e la stampa da SBN delle tradizionali schede cartacee per titolo, autore e soggetto, a tutt'oggi ancora utili e in gran parte insostituibili per la ricerca a catalogo da parte degli utenti. È, comunque, in progettazione l'installazione in sala di lettura di una macchina che consenta ai lettori l'interrogazione a catalogo o dell'OPAC direttamente dal programma informatizzato.

Collegati con l'Indice, (praticamente l'intera rete SBN), i ricercatori e gli studiosi hanno a disposizione centinaia di migliaia di titoli di opere possedute da varie biblioteche italiane; si tratta per lo più di titoli di materiale librario pubblicato dall'anno 1831 ad oggi, cioè delle pubblicazioni considerate editorialmente moderne. È invece all'avvio del suo iter di inserimento in SBN la produzione bibliografica che inizia con l'incunabolo e arriva alla data del 1830. Infine saranno varati nel prosieguo del tempo alcuni progetti per il recupero in SBN del materiale retrospettivo.

torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 24/05/2013