AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Cultura

Chivasso in musica 2005-2006


Ti trovi in: 12/02/2006 (2°)


Domenica 12 febbraio 2006 - ore 21.15
Duomo Collegiata


CORO "FRANCESCO VENIERO" DI TORINO
Gabriele Turicchi, direttore

Lia Petrini, soprano
Flavio Guglielmi, organo
Francesca Mattirolo Honorati, presentatrice


PRIMA PARTE
autore brano
P.D.M. STELLA
(1881 - 1956)
DOMINABITUR
Charles GOUNOD
(1818 - 1893)
GLORIA dalla "Messe brève"
Charles GOUNOD O SALUTARIS HOSTIA
Giovanni Pierluigi da PALESTRINA
(1525 - 1594)
VENITE ADOREMUS
Antonio VIVALDI
(1678 - 1741)
LAUDATE DOMINUM
Jacob ARCADELT
(1504 - 1568)
AVE MARIA
Johann Sebastian BACH
(1685 - 1750)

JESUS BLEIBET MEINE FREUDE
Cantata n. 147 - Choral n. 10

Antonio VIVALDI
(1678 - 1741)
CREDO

SECONDA PARTE
autore brano
Giuseppe VERDI
(1813 - 1901)
LA VERGINE DEGLI ANGELI
dall'opera "La Forza del destino"
Lia Petrini, soprano

O SIGNORE DAL TETTO NATIO
dall'opera "I Lombardi alla prima Crociata"

VA PENSIERO
dall'opera "Nabucco"

TE LODIAMO
dall'opera "I Lombardi alla prima Crociata"
Lia Petrini, soprano
Georg Frederic HÄNDEL
(1685 - 1758)
ALLELUIA
dall'oratorio "Il Messia"

Coro "Francesco Veniero"

E' nato nel 1982 per iniziativa di don Silvio Cometto, parroco della Chiesa Madonna del Pilone (Torino), con l'intento di praticare e di diffondere il canto come messaggio religioso e culturale Attualmente è composto da circa quaranta elementi e, sotto la direzione del M° Gabriele Turicchi e con l'accompagnamento organistico di Flavio Guglielmi, ha al suo attivo numerosi concerti e funzioni religiose nelle maggiori Chiese torinesi, in virtù del vasto repertorio sacro, che attinge comunque alla musica polifonica e lirica. Rientrano nel suo repertorio il "Gloria" di A. Vivaldi, la "Via Crucis" di F. Liszt, il "Te Deum" di M.A. Charpentier, la "Messe Solennelle à Sainte Cécile" di Gounod. Tra gli impegni più prestigiosi spiccano il concerto all'Auditorium RAI di Torino, nelle Basiliche di Sant'Antonio a Padova e dei S.S. Apostoli a Roma, nella Chiesa di Santa Croce a Firenze ed il concerto eseguito nel 1997 nella Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi, su musiche di compositori francescani. Nel 1998, in occasione dell'Ostensione della Sacra Sindone, il Coro ha eseguito la "Via Crucis" di Liszt nella Chiesa di San Lorenzo a Torino; nello stesso anno è stato invitato a cantare alla presenza della Famiglia Reale dei Savoia all'Abbazia di S. Maurice d'Agaune in Svizzera, per il Capitolo degli Ordini dinastici di Casa Savoia dei Ss. Maurizio e Lazzaro; nel marzo 2002 il Coro è stato invitato a cantare all'Abbazia di Hautecombe, in Savoia, per la memoria di Re Umberto II° e della Regina Maria José. Il Coro ha inoltre collaborato con l'Orchestra Sinfonica del Piemonte sotto la direzione del M° Gianni Monte, in un concerto di musica lirica ed ha eseguito con la stessa Orchestra il "Requiem" di W.A. Mozart in varie città ed al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Recentemente il coro ha arricchito il suo repertorio con il capolavoro di C. Orff "Carmina Burana" , eseguito al Lingotto nel maggio 2005, con la stessa Orchestra e Direzione. Il 19 ottobre 2002 il Coro è stato invitato a collaborare con l'Orchestra "Des Alpes de la Mer" diretta dal Maestro Giuseppe Dellavalle all'esecuziione della "Messe Solennelle à Sainte Cécile" di Gounod nell'auditorium del Casino di Toulon (Francia) in occasione del "Bicentenaire de la Légion d'Honneur.



Lia Petrini

Soprano, è nata a Torino ed inizia gli studi all'Accademia "Stefano Tempia". Nel 1969 alla Scuola "Giovani Artisti del Teatro Regio" le viene affidata la parte di "Carolina" nel "Matrimonio Segreto" di Cimarosa. Nel giugno 1970 vince il concorso al Teatro "La Fenice" di Venezia con il quale collabora quattro anni con attività concertistiche nelle principali città del Veneto. Al rientro nella città natale, il Maestro Mauro Trombetta, già direttore artistico dell'Ente Autonomo Arena di Verona ed attualmente direttore artistico dell'Opera di Roma, le affida un repertorio di musiche composte dai maestri di cappella del Duomo di Novara che si sono susseguiti dal 1528 al 1704. Nel 1974 vince il concorso nazionale bandito dal Teatro Regio di Torino come artista del Coro ed ha sostenuto inoltre parti comprimarie.



Flavio Guglielmi

Nato a Torino nel 1970, ha iniziato gli studi musicali all'età di otto anni presso la scuola Studio "Ars Organi" di Moncalieri sotto la guida del M° Bonotto. Presso tale scuola ha frequentato corsi di perfezionamento in organo e clavicembalo. Ha eseguito concerti nelle più prestigiose Chiese torinesi, nella provincia ed in Svizzera. Dal 1985 è organista presso il Coro "Francesco Veniero" della Madonna del Pilone in Torino, diretta dal maestro Gabriele Turicchi con la quale ha in attivo numerosi concerti in Italia ed all'estero. Ha inoltre diretto, in assenza del M° Turicchi alcuni importanti concerti. Nel 1990 si iscrive al Politecnico di Torino presso il quale consegue la laurea in Ingegneria Elettronica.



Gabirele Turicchi

Basso, nato ad Osimo (An), si è diplomato in canto sotto la guida del M° Elio Battaglia. Ha vinto concorsi nazionali presso il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro La Fenice di Venezia ed il Teatro Regio di Torino, con il quale ha collaborato come artista del Coro per circa vent'anni, sostenendo parti comprimarie del Dibuk di L. Rocca, Manuel Venegas nella parte di "Don Trinidad" di Hugo Wolf, Gargantua di A. Corghi e Idomeneo di Mozart. Ha inciso per la Fonit-Cetra come basso solista la Messa in Do Maggiore RV 586 di Antonio Vivaldi con i Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone. Nel 1975 ha eseguito sotto la direzione del M° Mauro Trombetta, in prima assoluta in Italia, "Le sette parole di Nostro Signore Gesù Cristo" di Saverio Mercadante e tutte le successive edizioni. Ha sostenuto i ruoli di "Sparafucile" nel Rigoletto, "Basilio" nel Barbiere di Siviglia, "Aleindoro" ne "La Bohème". All'Auditorium della Rai di Torino ha interpretato i ruoli di "Parson Altak e Simon" nell'opera "Treemonisha"di Scott Joplin. Per circa diciotto anni ha sostenuto ruoli comprimari nelle stagioni liriche di Fano, Novara, Macerata, Gozzano e all'Opèra di Dijon ed all'Opèra di Nice. Recentemente ha interpretato "Uberto" ne "La Serva Padrona" in una tournée a Strasburgo, Mulhouse e Basilea. Nel 1982 ha fondato il Coro "Francesco Veniero" con la collaborazione dell'organista Flavio Giglielmi. Il Coro ha al suo attivo numerosi concerti e messe nelle maggiori Chiese Torinesi, in virtù del suo vasto repertorio sacro, attingendo pure alla musica polifonica e lirica.


Il concerto è realizzato in collaborazione con Lions Club Chivasso Duomo
presieduto da Maria Pia Suman Nebiolo


torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 19/08/2011