Rosa anzi Nero


Centro studi e documentazione pensiero femminile

C.so Re Umberto, 38 - 10128 Torino tel. e fax 011-530369
e-mail: pfemm@arpnet.it
http://www.arpnet.it/pfemm

I Centri come il nostro - presenti nelle maggiori città italiane - si sono costituiti come luoghi in cui il pensiero femminile e la storia della donna sono oggetto di studio, di iniziative culturali, di analisi e di riflessioni, legate anche al presente. L'esigenza iniziale di questi Centri, che era quella di conservare e trasmettere la memoria delle donne, si è ampliata per includere anche la valorizzazione di questo pensiero e di questa storia. Il patrimonio accumulato da una generazione di donne trova così modo di passare alla generazione seguente, arricchito di nuovi apporti, creando in tal modo una continuità nel tempo. In questo senso i Centri acquistano anche un alto valore simbolico: sono il luogo ove il sapere femminile si dà un valore e un segno di riconoscimento nello scenario culturale.

Vero e proprio "cuore" dell'attività del Centro è la biblioteca: aperta ogni pomeriggio dalle 15 alle 19 dal lunedì al giovedì (compreso). Tel 011/ 53 03 69.

Qui sono a disposizione delle/gli studiose/i un catalogo ragionato, due persone specializzate per le consultazioni e le indicazioni che si rendono necessarie per la ricerca, anche tramite la consultazione telematica con le biblioteche delle altre città.

Sono state sinora realizzati seminari di studio, ricerche sulla storia femminile in Piemonte, convegni, collaborazioni con l'Università e il libro 100 titoli: guida ragionata al femminismo degli anni '70, (esperienza unica in Italia) che, tra gli altri meriti, ha quello di aver messo il nostro Centro in contatto con ben 56 studiose di tutta Italia.

Unitamente alla documentazione scritta il Centro ha un archivio fotografico costituito da più di mille fotografie (alcune inedite). Tale patrimonio costituisce la base per due mostre attualmente in allestimento:

· per la Regione Piemonte: Dall'eguaglianza alla differenza. I movimenti femminili in Italia dal 1945 ad oggi;

· per il Comune di Torino e la Provincia: Rosa anzi Nero: le donne nel ventennio fascista.

Il Centro, attraverso la rete Internet, tiene contatti di collaborazione e scambio di informazioni, dati e documenti con gli altri centri nazionali e internazionali di cultura femminile. E' inoltre di fondamentale importanza, per garantire un efficace collegamento tra tutti i Centri Studi specializzati in storia delle donne, la rete informatica Lilith, cui il Centro è associato. La biblioteca risulta dunque fortemente potenziata nell'essere parte di una base dati bibliografici che raccoglie oltre 10.000 records, tenuta costantemente aggiornata.

Home page     Presentazione     Principali Fonti    Pensiero Femminile

 

Torna all'homepage della Provincia di Torino
  Torna all'homepage