Eco e Narciso

Cultura Materiale / Video

Provincia di Torino Pcc

Sommario:

Eco e Narciso. Cultura Materiale / Video, a cura di Rebecca De Marchi e Elena Volpato, promosso dalla Provincia di Torino, coinvolge otto artisti visivi che nel periodo primavera estate 2010 hanno lavorato con sette ecomusei della Provincia di Torino.

Questa sesta edizione di Eco e Narciso dedicata al Video, dopo l’Arte, la Fotografia, la Letteratura, la Musica, il Design, rappresenta l’ulteriore incontro della ricerca contemporanea con i luoghi della cultura materiale, invitando artisti che operano con il mezzo video a trascorrere un periodo di residenza presso gli ecomusei e a lavorare sulle storie che li caratterizzano, coinvolgendo il territorio e le comunità locali che ad essi fanno capo. Storie talvolta determinanti e riconosciute dalla storia ufficiale; storie talvolta minori, con ricaduta locale, portavoce di passioni, scelte e azioni altrettanto significative. Si parte dunque da una storia senza per questo voler giungere a dei video narrativi o documentari. L’intento è di cogliere, esprimere e trasmettere l’identità di un luogo, assecondando categorie estetiche e poetiche, veicolando per canali emozionali la complessità – storica e quotidiana – dell’ecomuseo.

I video site-specific realizzati mettono in atto dispositivi capaci di trasmettere, con immediatezza e con economia di mezzi espressivi, la natura propria delle cose osservate. Ovviamente a ogni nuova osservazione una nuova e possibile verità, facendo esperienza del passato come apertura, facendolo risuonare oltre la sua presenza reale, culminando, usando le parole di George Baker, nell’“accordatura tra l’osservatore e l’osservato, il sé e l’altro, la storia e il presente”.

Tra il 6 e il 18 maggio 2010 gli artisti sono stati al centro di un ciclo di tre incontri pubblici presso la Gam di Torino, facenti parte anche del programma didattico rivolto agli studenti degli Istituti Superiori della Provincia. Durante gli incontri gli artisti hanno presentato la loro ricerca personale intrecciandola con le prime tracce del lavoro per Eco e Narciso / Video, offrendo un momento di confronto e dialogo tra diverse esperienze nell’ambito del video d’artista.

Gli ecomusei coinvolti nell’edizione 2010 e gli artisti impegnati nella realizzazione video sono: l’Ecomuseo Feltrificio Crumière di Villar Pellice (Elisabetta Benassi), Ecomuseo della Resistenza del Colle del Lys (Gianluca e Massimiliano De Serio), l’Ecomuseo “Sogno di luce: Alpignano la lampadina di Alessandro Cruto” di Alpignano (Nick Leassing), l’Ecomuseo all’IPCA di Ciriè con l’Amiantifera di Balangero (Marzia Migliora), l’Ecomuseo “il Ferro e la Diorite” di Traversella (Luca Rento), l’Ecomuseo della Castagna di Nomaglio (Elisa Sighicelli), l’Ecomuseo Villaggio Leumann di Collegno (Luca Vitone).

L’edizione Video di Eco e Narciso include un’attività didattica rivolta agli studenti degli Istituti Superiori, articolata in un programma che va dall’approfondimento sulla storia, la critica, la tecnica del video, con visita di alcuni luoghi significati della produzione e valorizzazione del video a Torino, sino alla sperimentazione della narrazione cinematografica applicata alla realizzazione di un video che si misurerà con le specificità locali.

Eco e Narciso / Video è realizzato con il supporto organizzativo della Fondazione Torino Musei.

I  video degli artisti sono stati presentati presso gli ecomusei attraverso un festival itinerante che si è tenuto tra fine settembre e inizio ottobre 2010, e a novembre 2010 a Torino in occasione di Artissima e del Torino Film Festival.