Eco e Narciso

RESÒ

Provincia di Torino Pcc

Sommario:

RESÒ è il programma di residenze artistiche internazionali del Piemonte nato nel 2010 dalla collaborazione tra le istituzioni leader dell’arte contemporanea in Piemonte, promosso e sostenuto dalla Fondazione CRT per l’arte moderna e contemporanea.
RESÒ nasce nel segno e nel senso della condivisione espresse dai significati reseau (in francese rete), poiché la residenza d'artista non è solo una presenza dell’artista in un preciso contesto, ma è momento formativo e di interscambio tra soggetti e luoghi.
Ai soggetti partner in Piemonte attivi nel campo dell'arte contemporanea, si affiancano le realtà del Cairo, Rio de Janeiro, San Paolo e New Delhi, definendo così una piattaforma pulsante e aperta che abita una geografia dell'arte intesa come attivazione nel sociale, dove cioè gli spazi dell’arte diventano luoghi di incontro e confronto.

Nell’ambito della residenza RESÒ, l’artista è invitato a presentare pubblicamente il suo lavoro, sia nella fase iniziale, come introduzione all’interno della scena locale ospite, sia a fine percorso come restituzione dell’esperienza maturata nelle settimane di permanenza che, a seconda dell’istituzione ospitante, possono variare da un numero a 6 a 9. Alla fine di ogni edizione annuale il progetto RESÒ è presentato in una conferenza negli spazi dedicati ai panel e alle lectures di Artissima International Contemporary Art Fair, illustrando i percorsi sviluppati dagli artisti nelle singole residenze.
Ogni istituzione straniera partner si impegna a mettere in contatto l’artista in residenza con tutte quelle realtà culturali della scena locale vicine alle linee di ricerca del singolo, facilitando dunque l’accesso a musei, collezioni, archivi e gli incontri/studio-visit/workshop con critici, curatori e addetti del settore. Le residenze non sono necessariamente finalizzate alla realizzazione di progetti, poiché a seconda delle poetiche e dei mezzi impiegati il periodo di residenza può non essere sufficiente all’effettiva produzione, ma tra i loro obiettivi vi è lo sviluppo di progetti, lo studio e la ricerca in un nuovo orizzonte di senso che rifletta le dimensioni del conoscere e delle pratiche proprie del fare.

RESÒ_1 2010/2011

Nella prima edizione sono state protagoniste sei residenze internazionali organizzate secondo due sezioni, IN e OUT. Nella sezione IN gli stranieri Magdi Mostafa (dall’Egitto residente presso Cittadellarte, Biella); Dina Danish (dall’Egitto residente presso Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Poirino) e Amilcar Packer (dal Brasile residente PAV - Parco Arte Vivente, Torino). Nella sezione OUT, invece, gli italiani Alessandro Quaranta (residente presso Townhouse Gallery, Cairo); il duo Macrì-Pittatore (residenti presso Capacete, Rio de Janeiro e San Paolo) e Paola Anziché (residenti presso Capacete, Rio de Janeiro e San Paolo).

RESÒ_2 2011/2012

La seconda edizione vede protagonisti Sunil Vallu (artista indiano presso Cittadellarte di Biella), Jasmina Metwaly (Cairo) e Beto Shwafaty (Brasile), rispettivamente presso il CeSAC di Caraglio ed Eco e Narciso, Provincia di Torino. Nella sezione OUT, invece, sono protagonisti gli italiani Ottavia Castellina (ospite presso Khoj di New Delhi), Eva Frapiccini (ospite presso Townhouse Gallery di Cairo) e Massimiliano e Gianluca De Serio (in residenza a Capacete, Rio de Janeiro).