progetto Cultura Materiale


Sommario:



Resistenze!

 

La rete del “progetto Cultura Materiale” racconta il territorio provinciale, la vita delle sue genti e la storia che lo ha segnato. Ecomusei e musei che narrano di donne e uomini, contadini, minatori, lavoratori, partigiani ma anche di industrie, sentieri e dei luoghi della resistenza. Partendo dagli ecomusei dedicati alla resistenza di Coazze, Colle del Lys, Val Pellice e Torino – luoghi dove la memoria soggettiva di partigiani e abitanti delle valli diviene memoria collettiva condivisa dai visitatori degli ecomusei – la Provincia di Torino ha agito nel contesto del progetto Interreg “La Memoria delle Alpi” creando un sistema di cinque “centri rete di documentazione”, luoghi di studio e diffusione dei saperi sulla resistenza. Ecomusei e centri rete diventano così, insieme ai molti sentieri partigiani, un grande “museo diffuso” dove le differenti memorie della guerra e della resistenza, da quelle più storiche a quelle più soggettive, diventano bene comune a disposizione del territorio.

“Resistenze!”, attività sulla Resistenza all’interno della rete del “progetto Cultura Materiale”, si articola in ecomusei, centri rete e sentieri nei comuni di:

Angrogna /  Bricherasio / Luserna San Giovanni / Torre Pellice
Ecomuseo della Resistenza della Val Pellice

Balme
Sentieri della Memoria

Ceresole Reale
Cà dal Meist – Associazione Amici del Gran Paradiso

Coazze
Ecomuseo dell’Alta Val Sangone

Col del Lys / Viù
Ecomuseo della Resistenza del Colle del Lys

Lanzo Torinese
Centro di documentazione di storia contemporanea e della Resistenza

Mezzenile
Sentieri della memoria

Torino
Istituto piemontese per la storia della Resistenza
e della società contemporanea – Istoreto

Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione,
della Guerra, dei diritti e della Libertà

Usseglio
Sentieri della Memoira



CREDITI