progetto Cultura Materiale


Sommario:



Sentieri

Sentieri della Memoria

Mezzenile

Il sentiero della Resistenza di Mezzenile “Le corvées partigiane” è stato ripulito dal Cai Uget di Torino. La partenza è prevista dal piazzale della Cooperativa del Sabbione e si procede fino ad affiancare la Stura. Si percorre un’antica strada che conduce a Mezzenile e alla val d’Ala che veniva utilizzata fino al 1873. Si passa un ponticello del 1741, e attraverso una mulattiera si giunge Bogliano. Si oltrepassa il paese, e continuando sulla stessa strada si incontrano numerosi piloni votivi fino a giungere alle case dei Villa e alla frazione Monti dove è stato eretto un monumento che ricorda la lotta partigiana. Dall’albergo monti si imbocca un sentiero che porta a Cassina e Rangiroldo. Seguendo un’altra mulattiera, anch’essa ricca di piloni votivi, si giunge al monumento in memoria del partigiano Giuseppe Rigola. Da li si ritorna seguendo la mulattiera.

Questo era il percorso seguito dalle corvées partigiane che si spostavano dal distretto del Sabbione alla frazione Monti. Mezzenile nel medioevo era un centro per l’attività mineraria, ma tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, la scarsità delle risorse indusse ad una riconversione che la portò a specializzarsi nella produzione di chiodi. All’interno delle fabbriche le idee socialiste ebbero grande diffusione e la Cooperativa del Sabbione, associazione di chiodari, svolse il ruolo di primo “centro di reclutamento” della zona dei reniteni alla chiamata alle armi della Repubblica sociale.

Nel settembre del 1943, il paese contava 150. Tra il 6 e il 18 gennaio del 1944 i nazifascisti fecero incursione in valle e il 18 gennaio Mezzenile fu incendiata e saccheggiata. Di nuovo il 7 marzo delllo stesso anno il paese veniva rastrellato e bombardato.

 

Approfondimenti
Estratto “38 | 45 una guida per la memoria"

Sede
I sentieri partono dalla località Sabbione.
Seguire le indicazione per “Sabbione” o “Ristorante Antica Società”

Immagine dell'ecomuseo [apre nuova finestra]
Immagine dell'ecomuseo [apre nuova finestra]
Immagine dell'ecomuseo [apre nuova finestra]
Immagine dell'ecomuseo [apre nuova finestra]
Immagine dell'ecomuseo [apre nuova finestra]
Immagine dell'ecomuseo [apre nuova finestra]
Immagine dell'ecomuseo [apre nuova finestra]


CREDITI