progetto Cultura Materiale


Sommario:



Musei - tematici

Collezione Civica d'Arte
di Palazzo Vittone

Pinerolo

La Collezione Civica d'Arte di Palazzo Vittone a Pinerolo ha raggiunto il 23° anno di apertura al pubblico dopo una decina dedicati allo studio e alla raccolta di opere.

Con il restauro della cappella settecentesca dello storico Ospizio dei Catecumeni progettato dal Vittone, il più bel palazzo barocco della città, si avviò nel 1978 l'ordinamento delle opere in donazione che costituiscono il patrimonio più significativo dell'arte otto-novecentesca della collezione, da Ernesto Bertea a Lorenzo Delleani al Tavernier, da Reycend a Follini, da Cesare Maggi a Giacomo Grosso, a Giuseppe Augusto Levis, Bussolino, Vagaggini, Lupo, Calderini, a Paolo Paschetto.
E poi Felice Carena, Carpanetto, Vellan, Angelo Barbino nella ridda dei pittori, per arrivare nella sezione scultura a Davide Calandra, a Bistolfi, a Taverna.

Ancora pittura con Enrico Paulucci, Filippo Scroppo. Spazzapan, Morando, may, Beisone, Michele Baretta, Faraoni fino a Treccani, Longaretti, senza dimenticare Quaglino, Valinotti, Deabate, Sandro Mantovani, Caffaro -Rore, Treves, Nastasio, Tolomeo per approdare alla scultura di Floriano Bodini, Enrico Manfrini, Piero Brolis, Luigi Aghemo, Roberto Terracini, Renzo Igne, Elio Garis, Riccardo Lanza, Unia, Scorzelli, Ciminaghi, Murer, Guzzardella, di Sandro Cerchi che ha legato il suo prestigioso nome alla raccolta anche con la donazione dell'intero corpus incisorio. E ancora Antonio Carena, Ugo Nespolo, Colombotto Rosso, Ramella, Borgna, Tedeschi, Nelva, Venturelli, Dedalo Montali. Un discorso a parte merita la promozione della sezione medaglistica con esemplari di Emilio Greco, Giacomo Manzù, Pericle Fazzini, Ettore Calvelli, di Minguzzi e Messina: piccoli gioielli, spesso non considerati, ma autentici capolavori.

La Collezione di Palazzo Vittone ha dato alle stampe il prezioso catalogo e vanta tra le sue pubblicazioni (i Quaderni….) "L'Arte mostrata". E' una originale guida didattica per un itinerario fra le opere della civica galleria che conferma come un museo non deve solo conservare, ma deve essere organismo vivo, presente fra la gente. Per questo anche la promozione, diverse volte all'anno, di mostre temporanee dedicate ad artisti di sicura fama o ad artisti emergenti nella contemporaneità, e soprattutto la Biennale Nazionale su "L'Arte e il Mistero Cristiano", richiamano l'attenzione di un pubblico di appassionati e cultori che va oltre i confini.

sede

P.zza Vittorio Veneto, 8
10064 Pinerolo (TO)

referente

tel. 0121.76818 / 0121.396982
fax 0121.374477
to0162@biblioteche.reteunitaria.piemonte.it

apertura

Domenica 10.30-12.00 / 15.30-18.00
Durante le mostre temporanee anche dalle 15.30 alle 18.00 dei giorni feriali.
Chiuso il lunedì.

ingresso gratuito

parzialmente accessibile ai disabili

English version

Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]


CREDITI