progetto Cultura Materiale


Sommario:



Musei - etnografici

Museo "Abitare in Valle"

Museo Etnografico del Legno e Centro di Documentazione della Cultura Valligiana
Pinasca

Il Museo prende il nome dall'associazione che ne cura la gestione e la conservazione ed è nato nel 1983 grazie alla passione ed all'interessamento di Giuseppe Faure che, con i figli Fabrizio e Dario, dai primi anni Sessanta, ha cominciato a raccogliere e recuperare quanto era possibile riguardo l'etnografia locale, specializzandosi in seguito sul mobile e l'arredo domestico. Nel 1980 viene dato alle stampe il volume "Gourbio e Coutel - Presenza del mobile artigianale nelle Valli che salgono da Pinerolo", il primo libro riguardante argomenti etnografici sulla nostra valle, ed in seguito un opuscolo illustrante la collezione ancora oggi in distribuzione ai visitatori.

Nell'estate del 1995 si costituisce ufficialmente l'Associazione Culturale "Abitare in Valle" con atto notarile per dare la possibilità a tutti gli appassionati di storia locale, di partecipare attivamente alle varie manifestazioni promosse dall'Associazione.
Il grande afflusso di turismo, scuole e gruppi organizzati ha reso necessaria una nuova sistemazione dei reperti i quali trovano collocazione definitiva in un fabbricato unico nel suo genere in valle, essendo una ex cascina con forma quadrilatera la cui origine risale alla fine del Seicento, con ingresso diretto sulla S.S. 23 del Sestriere.

Il Museo, oltre a soddisfare le esigenze di turisti e scolaresche, è a disposizione di tutti coloro i quali, artigiani del legno, studenti universitari o semplicemente appassionati, intendano compiere studi specifici ed approfonditi sulle varie tipologie costruttive del mobile tipico della Valle nonché su tutto un repertorio di oggettistica, comprese documentazioni particolareggiate sui i vari lavori agricoli ed artigianali presenti in Valle.
"Abitare in Valle" cura inoltre la realizzazione di mostre ed esposizioni a tema, utilizzando centinaia di reperti di grande pregio culturale, artistico e storico che hanno visto l'afflusso di migliaia di visitatori.

Nella sua conformazione complessa ed articolata si sviluppa per tipologie di attrezzi per la lavorazione manuale del legno e si concretizza in una visione per tematiche di oggetti che fanno parte del vissuto e documentano la vita quotidiana della valle.

Le tappe più significative sono rappresentate da una serie di reperti rispettosamente assunti a funzione di documento che nella scrittura del percorso museale seguono l'itinerario del privato: nascita, matrimonio, casa e lavoro.
Gli oggetti lignei si conformano per metodologia di lavorazione (intaglio, pittura, intarsio etc.) e dimostrano che, nella produzione spontanea, taluni oggetti si ripetono pur differenziandosi nelle dimensioni e nei decori.

Significativi sono gli stampi per il burro e per il pane, i quali si personalizzano per sancire l'affermazione di produzione e di proprietà.
Anche nei contenitori lignei (scatole), si evidenziano funzioni che da pratiche si caricano di significati e simboli che nella personalizzazione dei decori acquistano oltre al segno di proprietà anche un significato aggiunto dato dall'oggetto contenuto.

Le stesse dinamiche caratterizzano le differenze e rendono uniche le sedie, le cassapanche, gli armadi e le credenze sottolineando le diverse provenienze: alta, media e bassa valle.
L'intaglio per l'alta valle, la linearità per la media e le contaminazioni dell'artigianato aristocratico sensibile alle influenze cittadine per la bassa valle.

sede

Corso Rocco Galliano 2
10060 Pinasca (TO)
(Strada Statale n°23 del Sestriere)
tel. 0121.800716
tel. 0121.809101
fax 0121.809101
abitareinvalle@tiscalinet.it
www.abitareinvalle.it

referente

Associazione Culturale "Abitare in Valle"
Giuseppe Faure (presidente)
tel. 0121.800716

apertura

lunedì - venerdì
9.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00
Sabato e domenica su prenotazione
E' opportuna la prenotazione per gruppi.

ingresso a pagamento

parzialmente accessibile ai disabili

Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]
Immagine del museo [apre nuova finestra]


CREDITI