AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

Tutte le pagine, i canali, le informazioni valide e aggiornate per la continuit├á della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili solo ed esclusivamente nel portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Miscellanea - 2010 > 23/08/10 - Le domande hanno la stessa importanza delle risposte


a cura di Emma Dovano

23/08/10 - LE DOMANDE HANNO LA STESSA IMPORTANZA DELLE RISPOSTE

Parole in cammino

Nella collana Educazione tra adulti delle "Edizioni Unicopli" è stata pubblicata un'antologia sulla ricerca e sulle riflessioni intorno al cooperative learning in cui hanno trovato spazio i contributi provenienti dal convegno internazionale "Cooperative Learning in Multicultural Societies: Critical Reflections" -che si è tenuto a Torino, presso l'Università e nella sede del Ce.Se.Di (Centro Servizi didattici della Provincia di Torino) nel gennaio 2008. La collana propone approfondimenti sull'educazione tra adulti, sugli aspetti della vita che -da adulti- diventiamo capaci di ri-elaborare.

Sono strategie educative (o meglio, di vita) che imparate continuamente possono "efficacemente promuovere la responsabilizzazione dei soggetti verso la propria educazione, oltre a valorizzare la fecondità delle differenze". Strategie che ragazzi e insegnanti devono imparare: gli uni a far sentire la loro voce e ad aumentare la consapevolezza che questa abbia un carattere di peso, gli altri a non cadere nella trappola della cattedra, della maggiore conoscenza per maggiore esperienza dettata dalla realtà 'anagrafica'.

I contributi sono molteplici. Autori di diversa nazionalità concordano sulla potenzialità del cooperative learning a valorizzare la dimensione della diversità e a promuovere abilità intellettuali e socio-culturali in grado di rispondere ai cambiamenti avvenuti nelle economie e nella conoscenza. Illustrano un uso del cooperative learning come pratica culturale, ma anche civica e civile in grado di realizzare forme di attenzione e di rispetto, di promuovere giustizia sociale e equità in àmbito educativo e sociale, iniziando a sciogliere i nodi del pregiudizio e della diffidenza, causa delle tensioni interetniche e interreligiose.

Yael Sharan, pedagogista israeliana, considera l'apprendimento cooperativo carico di un valore superiore, di grande centralità nell'educazione; ripercorre le connessioni con la ricerca religiosa e accademica. L' hevruta (una parola ebraica che ha la medesima radice della parola amicizia) è una forma di studio tradizionale in cui "due studenti, entrambi impegnati nella lettura della Bibbia, si mettono alla prova nell'interpretazione del testo e delle idee e dei problemi fondamentali che questo richiama".

"Lavorare e apprendere insieme si fondano su una visione più solidale, più partecipe e più responsabile della società e della scuola". Compito / insegnamento -attività che a questo punto si fonderebbero- che si svolge in un processo di apprendimento in grado di stabilire "quel certo clima" nel quale gli studenti entrano con i loro pensieri e le riflessioni (e le sensazioni) e in cui gli insegnanti imparano a minimizzare il loro ruolo come "unica fonte di conoscenza".

Francesca Gobbo, che è anche curatrice di tutto il testo, dice, a conclusione del suo intervento, che l'apprendimento cooperativo è anche "una modalità di ri-creare la classe come spazio di equità immaginando e realizzando modi in grado di raggiungere l'obiettivo. (...) Immaginare, metaforicamente, può nutrire il senso di giustizia ed esserne a sua volta nutrito" .

Edi Bruna evoca con una narrazione a forma di immagini fotografiche una situazione del tutto nuova e originale quando è stata avviata dalla Provincia di Torino, a partire dal 1980, la storia dell'apprendimento cooperativo nella scuola secondaria superiore, in seguito anche nel territorio provinciale con il consolidamento dell'interesse e la creazione di novità educative/formative come lo sportello territoriale e il portale informatico www.apprendimentocooperativo.it .

È un'antologia di testi inediti sulla ricerca innovativa e democratica del cooperative learning e anche della sua sperimentazione in situazione di conflitto, in cui le due parti arrivano a imparare non solo ad allentare le tensioni ma a considerare le domande-risposte che accendono il conflitto in occasioni di apprendimento, di arricchimento per sé - e quindi per l'ambiente sociale più ampio.

(ed)

A cura di Francesca Gobbo, Il cooperative learning nelle società multiculturali , Antologia, 2010, Edizioni Unicopli, Milano, pagine 176, € 13 .

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE