AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Miscellanea - 2010 > 26/07/10 - Da portare con sÚ nello zaino


a cura di Emma Dovano

26/07/10 - DA PORTARE CON S╔ NELLO ZAINO

Parole in cammino

Le pagine di questo libro intorno al viaggio contengono testi poetici, di autori antichi e moderni su cui l'autore, monaco della ComunitÓ di Bose, per amore personale ha riflettuto negli anni. Il testo Ŕ articolato in cinque capitoletti. Le tappe del viaggio: la partenza, l'idea di partire con l'euforia della meta e la 'forza di gravitÓ paralizzante mai completamente vinta': mille ragioni per partire e mille per rimanere, quella che Pessoa chiama la 'paura ancestrale di allontanarsi e partire, il misterioso timore dell'Arrivo e del Nuovo che ci arriccia la pelle e ci tormenta'. Non solo: Ŕ anche l'inquietudine che genera il distacco che arresta e immobilizza e non si vorrebbe pi¨ andare.

E la riflessione che il viaggio sia la meta e non il percorrere, il camminare, quando priviamo il viaggio della sua prima parte, del suo inizio -e giÓ dunque lo soffochiamo, negandogli 'il primo bene'. Qui ChialÓ riporta una piccola storia narrata da Chatwin in Le vie dei canti: "In Africa, un esploratore bianco ansioso di affrettare il suo viaggio pag˛ i portatori per una serie di marce forzate. Ma costoro, poco prima di giungere a destinazione, posarono i loro fagotti e non vollero pi¨ muoversi. Nulla valse a convincerli: (...) dissero che dovevano fermarsi per farsi raggiungere dalle loro anime".

Una parte del libro porta il pensiero sulle dimensioni, il modo di essere viaggiatori, il lasciarsi portare dai sensi e non solo dal desiderio di conoscenza, 'ogni distanza, direzione o fine mi appartiene, sono io. Il resto Ŕ la parte di me che chiamo il mondo esteriore' (di nuovo Pessoa in Una sola moltitudine); sulle forme, sul motivo, le sue ragioni. Poi le metafore, quelle pi¨ ricorrenti nella letteratura: il mare, spazio immenso aperto verso l'altrove, in perpetuo movimento, 'materia scivolosa che facilita lo scorrere', il vento, 'immateriale e impaziente', la luna.

Un testo da portare con sÚ quando si progetta un viaggio, per aiutare il pensiero sul suo significato, per rendercelo pi¨ importante, per non perderne nessuna tessera nell'ansia di arrivare, anzi.

(ed)

Sabino ChialÓ, Parole in cammino, Qiqajon Edizioni, Magnano (BI), 2006, pagine 240, € 13.


 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE