AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Speciali - 2008 > 08/01/08 - Il Paese che non c'č


a cura di Emma Dovano

08/01/08 - IL PAESE CHE NON C'È

Dizionario dei luoghi letterari immaginari

Purtroppo non esiste Il paese delle meraviglie ( Alice nel., di L. Carroll), con il giardino della Regina di cuori, la dimora del Cappellaio matto con la sua cerimonia del tè, il sorriso del gatto del Cheshire che compare e scompare nel buio del salotto. Non esiste neppure Il paese dei balocchi dove Pinocchio (C. Collodi) ha trascorso cinque mesi da cuccagna con Lucignolo. Non esistono seppure i labirinti di La vita, istruzioni per l'uso di Perec, di Ulisse di Joyce, quello della biblioteca di Il nome della rosa di U. Eco.
Ma il realissimo paese colombiano dove è nato G. G. Marquez, Aracataca, ha voluto cambiare il nome e da due anni si chiama Macondo come il villaggio di Cent'anni di solitudine.
Il Dizionario di Anna Ferrari raccoglie paesi e città e località che "non compaiono sulle nostre carte geografiche, ma che tuttavia sono dotati di una loro intrinseca verità. La loro realtà dipende dalla forza immaginifica con la quale sono state create dai più grandi scrittori e poeti di tutti i tempi".
Perciò per la forza dello scrittore e per la presenza e adesione e impersonificazione del lettore questi paesi esistono.
Vi sono i luoghi della mitologia, i mondi al di là del mondo. Della fantascienza. Le città inventate dagli scrittori che sono una riproduzione verosimile di città reali, come in una quindicina di romanzi di Faulkner le storie si svolgono nella Contea di Yoknapatawpha con capitale Jefferson ( Mentre morivo , Una rosa per Emily , Sartoris , L'urlo e il furore ...), luogo ispirato alla reale contea di Lafayette (Mississippi) e alla sua capitale Oxford, dove lo scrittore trascorse gran parte della vita.
Nel Dizionario sono elencati i luoghi letterari di pura invenzione. Quelli esotici. I luoghi fantastici. I luoghi costruiti con una mappa circostanziata fatta di strade, boschi, abbazie e castelli, tutti con un vero nome ma del tutto immaginari.
Quelli costruiti di volta in volta sulla base di giochi di parole, di effetti fonetici, evocazioni di toponimi e luoghi mitici e antichi. I luoghi che derivano da un nome di persona.
Altri ancora sono i luoghi che non hanno nome sulla carta geografica ma che sono descritti in modo talmente veritiero che non possono non esserci: la Sicilia di Pirandello e quella di Camilleri. Non può non esserci Vigata e Montelusa.
O Acqua Traverse, frazione di Lucignano, dove avviene la storia drammatica di due bambini, in una delle poche misere case di pietra tra distese di grano, nel sud Italia, nel romanzo di N. Ammanniti, Io non ho paura. Potremmo giurare di conoscere questi luoghi, di Camilleri e di Ammanniti.
Sappiamo anche che ci sono luoghi che non hanno nome: i regni, i castelli, i boschi, le foreste, i luoghi delle fiabe, il cui anonimato non disturba, anzi proprio perchè senza nome, lasciano uno spazio immenso e infinito alla fantasia, dove tutto càpita, si svolge e si stravolge nella rapidità di poche righe. Dove è ben più importante la fata e i colori e la quantità dei capelli e la sua dolcezza che il posto dove abita, la città incantata: è lei che esiste quando leggiamo la sua storia, e può essere ovunque, nella mappa della nostra fantasia.
I luoghi, i titoli sono della biblioteca di Anna Ferrari, precisa che "rispecchia scelte personali e di gusto, letture e conoscenze individuali...".
C'è già di che essere intrigati e interessati. Un imponente lemmario che sfida la memoria dei lettori anche i più appassionati.

(ed)

Anna Ferrari, Dizionario dei luoghi letterari immaginari, Utet Libreria, 2007, pagine 655,
€ 24


MARE, NON SOLO: RIVE; ISOLE; LE NAVI, IL PORTO. IL FARO
  • J. Hanley - L'oceano, 2002, Giano
  • A. Baricco - Novecento, 1994, Feltrinelli
  • W. Faulkner - Zanzare, 2001, Einaudi
  • S. Zweig - Novella degli scacchi, 2004, Garzanti
  • V. Woolf - Gita al faro, 2003, Garzanti
  • L. Sepulveda - Storia di una gabbianella... , (ragazzini) 2002, Guanda

IL BOSCO, LA FORESTA
  • I.Calvino - Il Castello dei destini incrociati, 1994, Mondadori
  • N. Hawthorne - La lettera scarlatta, 2003, Garzanti
  • L. Tolstoj - Anna Karenina, 1980, Rizzoli
  • M. Crichton - Jurassic Park, (ragazzi) 2005, Garzanti
  • C. Collodi - Cappuccetto rosso e altre fiabe, 2007, DeAgostini
  • J. Grimm, W. Grimm - Hansel e Gretel, 2002, Hobby & Work
  • M. Haushofer - La parete, 1992, E/O
  • T. d. Fombelle - Tobia, un millimetro e mezzo di coraggio, (ragazzini), 2007, San Paolo Ed.

CATTEDRALI
  • A. Bennett - La cerimonia del massaggio, 2002, Adelphi
  • R. Carver - Cattedrale, 2002, Minimun fax
  • P. Riccadonna - La cupola, 2007, Riccadonna Editori, Torino

OSPEDALI
  • S. Liebrecht - Prove d'amore, 2001, E/O
  • S. Marai - La sorella, 2006, Adelphi
  • E. Schmitt - Oscar e la dama in rosa, (ragazzini), 2005, Rizzoli

LA CASA, IL PRIVATO
  • M. Szabò - La porta, 2007, Einaudi
  • M. Haushofer - La mansarda, 1994, E/O
  • G. Perec - Vita istruzioni per l'uso, 2005, Rizzoli
  • R. Piumini - Lo stralisco, (ragazzini), 1993, Einaudi
  • B. Dorato - La cā, 2006, Gioventura Piemontèisa, Torino
  • M. Donati - Primi riti del dolce sonno, 2006, Zandegù, Torino

LA STRADA
  • P. Suskind - Storia del Signor Sommer, 2001, Tea
  • J. M. Coetzee - La vita e il tempo di Michael K., 2007, Einaudi
  • W. Faulkner - Mentre morivo, 2000, Adelphi
  • N. Russo - La via di Santiago, 2006, Cda&Vivalda, Torino


Torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE