AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

Tutte le pagine, i canali, le informazioni valide e aggiornate per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili solo ed esclusivamente nel portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Speciali - 2009 > 27/05/09 - Recensioni scritte dai ragazzi del liceo statale C. Cavour di Torino


a cura di Emma Dovano

27/05/09 - RECENSIONI DEI RAGAZZI DEL LICEO STATALE C. CAVOUR DI TORINO

Alcuni studenti del Liceo statale C. Cavour di Torino, stagisti presso il Servizio Comunicazione Istituzionale e Informazione, hanno collaborato alla presente Rubrica. Qui le loro recensioni.


TORINO, STORIE E SAPORI DI UNA CAPITALE

Itinerari SlowTorino, always on the move. Città sempre in movimento, pronta a mettersi in discussione, a cambiare il proprio volto e a scrollarsi di dosso quei luoghi comuni che l'hanno intrappolata nel ruolo di città-industria. Città dalla storia plurimillenaria, dalle innumerevoli vicende che l'hanno vista protagonista e che vengono ripercorse, grazie a otto itinerari attraverso i quali il lettore-turista viene guidato alla scoperta della città e dei suoi innumerevoli volti: Torino, Città del Risorgimento, prima capitale d'Italia e culla dell'Industria.
Ma non solo: Torino, città barocca, città dell'Arte contemporanea, città dell'alta gastronomia e del cioccolato. Nel libro, la famosa chiocciola - simbolo di Slow Food - fa da guida lungo un itinerario di piacere, destinato ai viaggiatori che, naturalmente, non hanno fretta, partendo dal cuore storico della città: Piazza Castello, incorniciata da antichi palazzi, centri di potere sabaudi, e da ampi portici, che ancora oggi rendono la piazza uno dei più bei luoghi di ritrovo. È anche d'obbligo una sosta nei caffè storici torinesi. Se alla base di questo viaggio di piacere c'è sete di cultura o se semplicemente si è presi dalla voglia di degustare delle leccornie della tradizione piemontese, un gelato artigianale o un bicerin, non bisogna far altro che seguire le proposte della chiocciola: il percorso prosegue e guidando il lettore lungo un itinerario di storia, arte, natura e gastronomia e consiglia un'ampia scelta di ristoranti, trattorie e alberghi, tra i migliori della città.
A questo punto, se il lettore-viaggiatore-lento non fosse ancora soddisfatto e volesse conoscere più a fondo le mille anime della città, potrà percorrere l'Itinerario Slow Food munito di mappa e farsi un giro per le strade di Torino. Il gioco 'vale la candela'. Parola di chiocciola.

(Andrea Quarati)

AA.VV., Itinerari Slow, Slow Food Editore, Bra (CN) pagine 206, € 9,80


LA PRIMA MADAMA REALE

Madama CristinaLa vita, i sogni e le speranze di Cristina di Borbone duchessa di Savoia, raccontati dalla saggista Simonetta Ronco nel quarto volume della collana diretta da Filippo Ambrosini. Un testo scorrevole e piacevole, appassionante come poche biografie storiche sanno essere, ritrae la vita di Madama Cristina, figlia del re di Francia Enrico IV e di Maria de' Medici, giovane duchessa famosa per bellezza e nobiltà, attraverso gli eventi dello stato sabaudo nel Seicento. Dal matrimonio con Vittorio Amedeo I di Savoia alla dolorosa perdita di alcuni dei suoi figli alla reggenza per conservare il trono per il secondogenito Carlo Emanuele, rimasto unico erede dopo la morte del fratello maggiore.
In Cristina la figura dell'abile diplomatica si fonde con quella della madre che vuole conservare il potere per un figlio troppo giovane, proseguendo per la sua strada, senza preoccuparsi delle critiche che, inevitabilmente, le piovono addosso dopo la morte del marito, e degli avversari che mirano al trono. Fondamentale è l'appoggio del conte Filippo d'Agliè definito "devoto", in un periodo della sua vita politica che si intreccia in modo stretto con quella privata. Il conte le resta accanto fino alla morte, sostenendola nelle sue battaglie a corte, aiutandola anche a superare gli ostacoli che le si presentano. Le cronache del tempo parlano di legame profondo, senza abbassarlo a banale relazione amorosa, ma anche se così fosse, ciò non toglierebbe nulla a uno dei personaggi femminili più interessanti del XVII secolo, un personaggio la cui perseveranza nella difesa del proprio stato ha ben pochi eguali. Animo di femminista, sempre presente a se stessa e artefice del proprio destino.

(Marialaura Lattaruolo)

Simonetta Ronco, Madama Cristina, Centro Scientifico Editore - Edizioni del Capricorno, Torino, 2005, pagine 188, € 13.


L'UMORE DEL DIAVOLO

Madama CristinaIn questo testo, il presidente del Centro Studi Storici di Psicoanalisi e Psichiatria di Firenze, Paolo Lombardi, autore di diversi saggi sulla stregoneria, ci racconta l'ambiente sociale in cui si trovava a vivere una "strega" -o pensata tale- nel XVI secolo, .
La narrazione in forma saggistica è divisa in capitoli che forniscono un'ampia documentazione sulla vita e morte delle streghe, sulle controversie sulla loro esistenza, sul demonio e sul suo 'umore', vengono riportati esempi di processi efferati e ingiusti, su convinzioni bizzarre e credenze antiche. Anche se questi processi continuavano, lo scetticismo cominciò a insinuarsi nelle menti delle persone che proclamavano l'assurdità del ritenere che un essere umano, uomo o donna che fosse, fosse in grado di trasformarsi o di avere contatti con il mondo del male incarnato nel diavolo.
Il tema del libro, interessante, è trattato con un metodo direi accademico che richiede impegno nella lettura.
Il fine dell'autore è quello di dare vita ancora una volta a un testo organico che accompagni il lettore attraverso un mondo che non c'è più, e che è possibile riscoprire solo grazie alle testimonianze dell'epoca.
Molto ricca la bibliografia, quasi quattrocento titoli tra monografie, raccolte di saggi e articoli sulla stregoneria.

(Marialaura Lattaruolo)

Paolo Lombardi, Streghe, spettri e lupi mannari , Utet Libreria, Torino, 2008, pagine 199, € 20.


LE OMBRE CINESI

Ombre CinesiChi non si è mai divertito, non solo da bambino, a provare a produrre ombre sul muro, ombre con un senso, magari anche un po' elaborate, non solo il solito becco di anatra con grande sforzo delle mani e delle dita? E chi, avendole viste, non ha mai cercato a riprodurle? E quante se ne possono fare? Le ombre cinesi sono una moltitudine e la fantasia può sempre accrescere 'la fantasia delle mani'.
E poi è interessante tutto quello che sta dietro alle ombre cinesi: la loro storia e le tecniche di esecuzione.
Ecco allora che in nostro aiuto accorre questo libro, il cui autore è già una garanzia di qualità: Arturo Brachetti. Il testo (totalmente in tre lingue: italiano, inglese e francese), dopo una divertente prefazione a cura di Aldo, Giovanni e Giacomo, si addentra nel mistero delle ombre cinesi svelandone le origini e le caratteristiche. Un cospicuo numero di schede, poi, con l'ausilio di disegni, fotografie e chiarissime spiegazioni Brachetti insegna come realizzare alcune ombre. Anche studiando le fonti di luce, gli effetti speciali, le posizioni delle mani rispetto al corpo ecc. Interessante.

(Simone Siviero)

Arturo Brachetti, Le ombre cinesi, Priuli & Verlucca, Scarmagno (TO), 2007, pagine 96, € 9,90.


UNA NORMALISSIMA VITA... DA ELEFANTI

Thi Thêm e la fabbrica di giocattoliEcco due storie pensate per i più piccoli, tre-sei anni, del fantasmino di Giralangolo della casa editrice EDT. Ora la protagonista è una famiglia di elefanti che si destreggia in preoccupazioni abbastanza comuni (tra gli umani): l'esasperazione di una mamma di tre figli che vuole avere cinque minuti per sé - almeno facendo il bagno - e poi in realtà riesce a strapparne solo tre e quarantacinque secondi - alla sorpresa del verdetto della bilancia che decide dieta per tutti. Ma il dubbio è questo: un elefante può non essere grasso?

Carine le storie, bellissime le illustrazioni dei due libretti per chi già sa leggere - ci sono sei/sette righe di scritto per pagina - e per chi ama vedere i disegni, curati, come sempre in questa Collana.

(Simone Siviero)

Jill Murphy, La famiglia enorme, Cinque minuti di pace e Solo una fetta di torta, Giralangolo - EDT, Torino, pagine 32, € 6,50.


MADE BY A CHILD

Thi Thêm e la fabbrica di giocattoliSiamo talmente abituati a comprare i prodotti più disparati che non pensiamo più alla loro origine. Da dove arrivano? Come sono stati fatti? E soprattutto, chi li ha fatti?
Questa è la storia di Thi Thêm, una piccola bambina che vive in un villaggio di pescatori e che trascorre la propria giornata tra la scuola, i giochi e i lavoretti domestici. Un giorno, però, i pesci che pescava cominciano a scarseggiare e la piccola Thi Thêm è costretta a lavorare in una fabbrica per potersi assicurare i soldi per la cena. Lavora con zelo assemblando giocattoli destinati ad altri bambini, ma la fatica è troppa. e un imprevisto che le capiterà sarà il presupposto per una nuova consapevolezza che porterà al lieto fine.
Il testo di Françoise Guyon è accompagnato dalle illustrazioni a pagina intera di Roger Orengo che, attraverso l'uso di colori più chiari e gioiosi o più scuri e tristi, riflettono i sentimenti della piccola protagonista.
Il linguaggio è semplice e chiaro, ideale per un lettore in erba, e lo stile narrativo, insieme coi disegni, permette una grande immedesimazione che porterà il piccolo lettore a riflettere sulla condizione di alcuni suoi coetanei in giro per il mondo costretti a lavorare.
Il libro si chiude con alcune pagine di approfondimento sull'Unicef e sulle sue attività.

(Simone Siviero)

Françoise Guyon, illustrazioni di Roger Orengo, Thi Thêm e la fabbrica di giocattoli, Giralangolo - EDT, Torino, 2008, pagine 36, € 9.

Torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE