AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Speciali - 2010 > 28/12/10 - La magia, la speranza, la solitudine e lo stupore del Natale


a cura di Emma Dovano

28/12/10 - LA MAGIA, LA SPERANZA, LA SOLITUDINE E LO STUPORE DEL NATALE

Notte di Natale, Quindici storie sotto l'albero, Se il Natale non Ŕ la tradizionale retorica della bontÓ ma Ŕ di nuovo una bella sorpresa, se si riesce a fermare un attimo la ferialitÓ faticosa e il tempo veloce degli impegni per assaporare la festivitÓ e la festa, se dentro di essa si trova il carattere gratuito della donazione - avremo fatto un bel regalo soprattutto a noi.

╚ da leggere durante il periodo natalizio il libro dell'Einaudi che si concentra quest'anno su un momento particolare, la notte di Natale, quello spazio specifico di attesa raccontato dai classici dalla fine del Settecento a tutto l'Ottocento, fino a William B.Yeats e le sue Fiabe irlandesi. Le ore prima della NativitÓ in cui Ebenezer Scrooge di Charles Dickens si tormenta nelle tremende visioni del Natale passato, di quello presente e nelle immagini premonitrici del suo futuro.

La notte dell'abete (Hans C.Andersen, 1805-1875) color verde cupo, smanioso di crescere e di essere scelto a natale. Poi quando 'la scure penetr˛ profondamente nel midollo e l'albero cadde a terra con un grande sospiro (.) e un languore che non gli permetteva di pensare ad alcuna felicitÓ' gli venne il mal di scorza acuto, e dopo la festa venne appoggiato a una parete.

La notte raccontata da Adalbert Stifter (1805-1868) nella valle di Gschaid, in Austria, quando due bambini, Konrad e Susanne, percorrono la montagna e si perdono, in un paesaggio di neve che ricorda molto La montagna incantata di Thomas Mann. Si perdono e si fermano nella notte in una caverna di ghiaccio mentre le stelle si moltiplicano 'finchŔ parve che non ci fosse pi¨ una nuvola in tutto il cielo'. Stifter e le descrizioni ossessive della natura, questa volta in un racconto a lieto fine (per tutta la lettura si resta in attesa, con preoccupazione, dei fatti).

La notte gelida di Nikolaj Gogol' (1809-1852) dove - nessuno se ne accorse - il diavolo mise in tasca la luna e tutt'un tratto nel mondo scese un pesante buio, non si trov˛ neppure la strada per l'osteria, persino la strega si spavent˛ finchÚ il demonio, galante, 'la prese sottobraccio e cominci˛ a bisbigliarle all'orecchio le solite frasi ch'Ŕ consuetudine bisbigliare alle donne'. Si Ŕ a Dikanka, in Ucraina, con un tempaccio maledetto.

La notte di Miss Rosamond, della sua balia Hester e della famiglia triste del racconto di Elizabeth Gaskell (1810-1865), scrittrice inglese di romanzi sulla condizione femminile e collaboratrice di riviste dirette da C.Dickens.

I racconti della notte dell'attesa sono quindici e sono presentati in ordine di data di nascita degli autori - da Ernst T.A. Hoffmann (1776-1822) a William B. Yeats (1865-1939), come giÓ detto, e il suo racconto La sorte di Frank M'Kenna.

(ed)



Autori vari, Notte di Natale, Quindici storie sotto l'albero, ET Biblioteca Einaudi, Torino, 2010, pagine 328, euro 16

Torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE