AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

Tutte le pagine, i canali, le informazioni valide e aggiornate per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili solo ed esclusivamente nel portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Speciali - 2011 > 25/02/11 - Un regime alimentare di buone regole


a cura di Emma Dovano

25/02/11 - UN REGIME ALIMENTARE DI BUONE REGOLE

VegPyramid Tempo fa era stata tentata una campagna a firma di Paul McCartney di astensione dalla carne di ogni animale nel giorno di lunedì. Almeno un giorno alla settimana di dieta verde per salvare il pianeta, a cominciare dalla risorsa acqua (20mila litri per un chilo di carne e 200 per un chilo di lattuga) al frumento e ai cereali per allevamenti di bestiame: la campagna del lunedì verde poteva avere lo scopo di introdurre un nuovo modo di nutrirsi e quindi un nuovo modo di pensare al cibo. Non ho notizie sul seguito della crociata: certo, molti sono i testi, i dibattiti, i momenti culturali, i siti che insistono e sollecitano al cambiamento del nostro modo di nutrirci. Per controllare le risorse e anche per salute.
Le due più prestigiose associazioni di nutrizionisti - American Dietetic Association e Dietitians of Canada - confermano che una dieta equilibrata a base di cibi vegetali "è salutare perché in grado di esercitare effetti positivi nella prevenzione e nel trattamento delle principali malattie croniche del mondo occidentale".

Sappiamo che la variabile stile di vita può influenzare se non determinare lo stato di salute. Luciana Baroni, medico nutrizionista, nel suo testo dà indicazioni per una dieta vegetariana equilibrata - qui è il punto: l'equilibrio - e che nello stesso tempo sia strumento di prevenzione e cura delle malattie. Dieta come prevenzione. Le Linee Guida presentano i gruppi alimentari e i diversi cibi oltre a utili esempi di menu a base vegetale, che a livello internazionale sono rappresentati dalla VegPyramid. Umberto Veronesi parla, nella prefazione, di dieta come regime alimentare fatto di buone regole: crucifere (cavoli e broccoli), ortaggi e frutti rossi e gialli, cibi semplici che oltre ad essere appetibili svolgono una spiccata azione preventiva contro malattie, anche quelle gravi.

Figli vegetariani Il testo di Luciano Proietti, medico pediatra oltre che padre di tre figli sostiene l'esperienza della scelta vegetariana anche per l'alimentazione infantile. Quindi pappe e piatti poveri di proteine animali. Un bel capitolo è dedicato allo slattamento e l'introduzione nella dieta di frutta fresca - mela, melone, anguria e albicocca al sesto mese, così come il latte dei mandorla - della frutta secca -prugne, fichi ecc.- dopo l'anno di età, appena cotta perché si ammorbidisca - e molte altre indicazioni precise e pratiche per i piccolissimi. Ovviamente, Proietti consiglia dieta vegetariana anche per adolescenti, periodo in cui il cibo e l'alimentazione sono anche ragionati, pensati.

Il cibo è anche un rito, va da sé: è importante considerare certo l'aspetto nutrizionale-salute, è fondamentale avere uno stile di vita corretto - ed etico. Sarà anche saggio vigilare che come ogni rito non diventi rigida osservanza e magari chiusura, controllo esagerato di ogni gesto e pensiero, che lo stile rimanga benefico e positivo.

(ed)

Luciano Proietti, Figli vegetariani, Sonda Editore, Casale Monferrato (AL), 2006, pagine 144, euro 12.
Luciana Baroni, VegPyramid, Sonda Editore, Casale Monferrato (AL), 2008, pagine 192, euro 18.

Torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE