AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Storia e storie - 2005 > 26/04/05 - Gesta eroiche di uomini ordinari


a cura di Emma Dovano

26/04/05 - GESTA EROICHE DI UOMINI ORDINARI

Gesta eroiche di uomini ordinari

Dirigente bancario di alto livello, Guido Palazzi passa dalla bella casa in collina all'elegante ufficio nel centro di Torino.
Reduce di un amore consumato, si ritrova, grigio ed esausto, invischiato in una routine che sì lo rassicura, ma gli lascia un certo gusto d'intentato, un'insoddisfazione latente e corrosiva.
Tutto è destinato a cambiare quando dal passato riemerge l'amico Enzo, venuto a conoscenza di dettagli importanti per il benessere dei cittadini della città, del Paese e probabilmente dell'intera Europa.
Il terrorismo internazionale richiama le proprie cellule in sonno e si prepara a colpire masse di civili.
Per sventare l'imminente pericolo, Enzo necessita dell'aiuto del pacato Guido.
La vita di entrambi è rapidamente sconvolta dagli eventi, nel bene e nel male; ne deriva un insolito punto di vista, una nuova direzione di pensiero incentrata su insospettate priorità.
Si coglie, sullo scorrere delle ultime pagine, il senso profondo della citazione dell'artista Francis Picabia ispiratrice del titolo: "La testa è rotonda per consentire al pensiero di cambiare direzione".

(Ambra Lazzari)

Leopoldo Lancia, La testa è rotonda, Torino, Elena Morea Editore, 2004, pp. 238, € 12,50

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE