AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Storia e storie - 2005 > 09/11/05 - Un viaggio alle radici del pensiero del Novecento


a cura di Emma Dovano

09/11/05 - UN VIAGGIO ALLE RADICI DEL PENSIERO DEL NOVECENTO

Un viaggio alle radici del pensiero del Novecento

Agosto 1909: Sigmund Freud, Sandor Ferenczi e Carl Gustav Jung, menti eccellenti della nascente psicoanalisi, si incontrano per tenere un ciclo di conferenze negli Stati Uniti.
Da anni, i periodici tedeschi ignorano i lavori di Sigmund Freud o stilano per lo più commenti negativi.
Nei paesi di lingua inglese, invece, nonostante non manchino critiche alle teorizzazioni degli studi sull'inconscio, vi sono aperture favorevoli alla diffusione delle idee psicoanalitiche: il preside della Clark University di Worcester, Massachussets, invita Freud a tenere un corso in occasione delle celebrazioni per il ventennale dell'Università.
In un primo tempo, Freud vuole parlare di sogni, poi è incoraggiato a scegliere un argomento più ampio, che tocchi i concetti generali della psicoanalisi, per offrire al pubblico americano la scoperta dei meccanismi del mondo interiore, in parte ignorato fino ad allora.
In questa occasione, i tre studiosi rimangono affascinati dalle teorie e dalle osservazioni di Ernest Rutherford, il padre della fisica atomica, scopritore della materia.
Questo è lo spunto da cui trae ispirazione Tom Keve per tracciare, attraverso vicende di vita personale dei protagonisti, un complesso viaggio attraverso la storia della scienza moderna, dagli arbori del pensiero del novecento fino alla mistica ebraica, ricostruendo gli intrecci fra filosofia, psicoanalisi, matematica quantistica.
Tramite le esperienze di attori di prim'ordine (oltre a quelli già citati, Einstein, Bohr, Wittgenstein e Mach) l'autore ricompone un percorso di formazione che si snoda nelle maggiori capitali europee: Berlino, Manchester, Praga, Londra, Budapest.
Triad non si propone come un romanzo tout court ma come un saggio che documenta con rigore la storia e la società nell'Europa della prima metà del XX° secolo, facendo affiorare l'appassionante fermento culturale e ideologico di un'epoca di grandi cambiamenti.

(Francesca Marino)

Tom Keve, Triad, Psicoanalisi, fisica, cabala: le radici del pensiero del Novecento, Torino, Centro Scientifico Editore, 2005, pagine 403, € 30

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE