AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Le recensioni


Sei in: Home > MAP > Le recensioni > Storia e storie - 2011 > 07/03/11 - Non è proprio sete ma voglia di qualcosa


a cura di Emma Dovano

07/03/11 - NON È PROPRIO SETE MA VOGLIA DI QUALCOSA

Storie nel bicchiere Con la quantità di parole di cui sono pieni i nostri vocabolari, non abbiamo parole per dire quel desiderio piacevole che soddisfi i sensi, tutti, che dia anche il gusto del rituale, che ci garantisca un piacere subito, che non vuol dire soddisfazione della sete - non è sete; che dia un po' di ebbrezza -non stordimento; che ci ammorbidisca le tensioni d'animo - e che non sia una medicina; che ci sciolga la lingua - e non solo. È desiderio di quel certo non so che come diceva la dama in giallo della pubblicità e come risposta riceveva una piramide di voluttuosi bocconcini d'oro.

È voglia di un bicchiere di qualcosa: 'di birra, di whisky, di vita' dice il sottotitolo di questo libro Storie nel bicchiere. L'autore è un cultore e degustatore di birre e la massima autorità in materia: l'inglese Michael Jackson (autore anche di "Guida alle birre del mondo" - indirizzi di luoghi dove si può bere un buon boccale), collaboratore della casa editrice della chiocciolina - sul trimestrale internazionale Slow. Nel libro, racconti e reportages suddivisi in tre sezioni: ricordi di vita, impressioni di viaggio, esperienze legate al mestiere di esperto di birra.

Alus, õlu, olut, öl, beer, bier, bière, cerveza, birra.

Sono saggi che inebriano, testi che "(.) a una latitudine diversa da quella in cui sono stati scritti, vanno rapidamente alla testa, e lasciano perfettamente sobri" -come dice Alberto Capatti nelle prime pagine. Parole che accendono, esaltano anche: i racconti di viaggio accompagnati da pranzi e cene innaffiate -e gustate- con varietà e varietà di birre sono molto invitanti e seducenti, fanno venire la voglia di averne subito un boccale sulla scrivania, così, anche se non si ha sete (o tendenzialmente si preferisca l'arneis).

(ed)

Michael Jackson, Storie nel bicchiere, Slow Food Editore, collana asSaggi, 2006, Bra (CN), pagine 192, euro 14.

 

Ultimo aggiornamento: 22/08/2011


VOCI INTERNE