AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Europa e cooperazione

Bandi

Sei:Home > Europa e Cooperazione > Bandi

Programmi e bandi 2014-2020

Di seguito una selezione dei principali bandi e programmi del nuovo ciclo di programmazione, visitare la pagina GRANTS della Commissione europea  per consultare tutti i bandi.

Indice

COSME

 Logo programma CosmeProgramma a sostegno della competitività delle imprese dell’Unione europea, per il periodo 2014-2020. Sostiene in larga misura le azioni previste dal programma CIP-EIP 2007/2013, escluso il sostegno all’innovazione che è presente in HORIZON 2020.
-REGOLAMENTO (UE) n. 1287/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013, che istituisce il programma per la competitività delle imprese e le piccole e le medie imprese COSME 2014 – 2020

Bandi COSMEpagina DG Imprese e Industria dove sono pubblicati tutti i bandi

torna all'indice
 

DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA

logo programma diritti, uguaglianza e cittadinanzaPROGRAMMA “DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA” 2014-2020
Il programma diritti e cittadinanza sostituisce i seguenti programmi del periodo 2007-2013: Diritti fondamentali e cittadinanza, Daphne III, Progress nelle seguenti priorità: diversità e lotta contro la discriminazione, parità tra uomini e donne
Il nuovo Programma mira a contribuire all'ulteriore sviluppo di uno spazio in cui l'uguaglianza e i diritti delle persone, come sanciti dal TUE, dal TFUE, dalla Carta e dalle convenzioni internazionali in materia di diritti umani, siano tutelati, promossi e attuati in modo efficace.  Il Programma promuove:
- i diritti del bambino
- i principi di non discriminazione (di razza od origine etnica, religione, convinzioni personali, disabilità, età o orientamento sessuale)
- la parità di genere (progetti per combattere la violenza contro donne e bambini).
Regolamento (UE) n. 1381/2013 che istituisce il programma Diritti, uguaglianza e cittadinanza per il periodo 2014-2020 - GUUE, serie L 354 del 28 dicembre 2013.

DG Giustizia: bando JUST/2014/SPOB/AG/VICT
Invito a presentare proposte per progetti di sostegno alle vittime di violenza e di reato

Bando pubblicato dalla DG giustizia, nell'ambito congiunto del programma REC - Diritti Uguaglianza e Cittadinanza 2014 2020 - e del programma Giustizia, per il finanziamento di progetti a sostegno delle vittime di violenza e di reato.
Gli obiettivi del bando riguardano il cofinanziamento di progetti nazionali o internazionali in linea con le due seguenti priorita’:
Priorità “Daphne”:

Vittime di violenza di genere: sviluppo e supporto integrato per le vittime di violenza di genere, anche con esigenze specifiche, come le vittime di violenza sessuale o vittime di violenza nelle relazioni strette o intime;
Bambini vittime di violenza: i servizi di sostegno per i minori vittime di violenza con un approccio fondato sui diritti dei bambini;
Altri gruppi a rischio di violenza: servizi di supporto per altri gruppi a rischio di violenza nelle relazioni personali strette o intime.
Per questa Priorità sono stati stanziati 4,5 milioni di euro per il finanziamento di progetti transnazionali che coinvolgano almeno 3 Paesi.
Beneficiari: organizzazioni pubbliche e private legalmente costituite e aventi sede in uno dei seguenti Paesi: Stati UE e Islanda. La partecipazione è aperta anche a organizzazioni internazionali.

Priorità “Accesso alla giustizia”:
Contribuire all’applicazione della Direttiva 2012/29/UE s sulle norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato. In particolare l’accento è posto sui seguenti articoli della Direttiva: 8 e 9 (assistenza alle vittime), 22 (valutazione individuale di specifiche esigenze di protezione), 25 (formazione degli operatori) e 26 (cooperazione e coordinamento dei servizi).
I progetti possono essere realizzati da una sola organizzazione, nel caso siano progetti nazionali, oppure da una partnership, nel caso siano progetti transnazionali
A questa Priorità viene destinato un budget di 1 milione di euro.
Beneficiari: organizzazioni pubbliche e private legalmente costituite e aventi sede in uno degli Stati UE, eccetto Danimarca e Regno Unito. Possono partecipare anche organizzazioni internazionali.

I progetti dovranno concentrarsi su soluzioni pratiche, destinate agli operatori e responsabili delle politiche di attuazione della Direttiva per garantire che le esigenze delle vittime siano soddisfatte
Finanziamento: la sovvenzione copre fino all’80% delle spese ammissibili.

Scadenza:
Il termine per la presentazione delle proposte è il 10 febbraio 2015

BANDO DAPHNE-Invito a presentare proposte JUST/2014/RDAP/AG/BULL
Il bando " I progetti internazionali a sostegno dei bambini vittime di bullismo a scuola, in stato di assistenza residenziale e in stato di detenzione" pubblicato nell'ambito del programma REC - Diritti Uguaglianza e Cittadinanza 2014 2020 è finanziato dalla direzione generale Giustizia della Commissione Europea .
Il bando finanzierà attività destinate ai bambini, insegnanti , educatori , operatori assistenziali, ed eventualmente ai genitori , e riguardanti le seguenti due priorita' :
- l'apprendimento reciproco; lo scambio di buone pratiche; le attività di cooperazione, nell’ambito di politiche anti bullismo ;
- la formazione nell’ambito di programmi anti bullismo.
Scadenza: 10 marzo 2015
 

Bandi Diritti uguaglianza e cittadinanza


torna all'indice

 

EaSI (Progress, Eures, Progress per la microfinanza)

 
logo programma easiPROGRAMMA "EMPLOYMENT and SOCIAL INNOVATION" (EaSI) -"Occupazione e 'Innovazione Sociale" 2014-2020 riunisce in un unico quadro finanziario i tre strumenti della precedente programmazione:
Progress
per l’occupazione e la solidarietà sociale
Eures:
la rete di servizi per l’impiego per la mobilità professionale
Progress per la microfinanza, microfinanza e imprenditoria sociale
REGOLAMENTO UE n. 1296/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2013, relativo a un programma dell'Unione europea per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI)

Asse PROGRESS per l’occupazione e la solidarietà sociale. Sostiene e promuove l'elaborazione politica, l'innovazione e il progresso sociale basati su dati di fatto, in collaborazione con le parti sociali, le organizzazioni della società civile e gli organismi pubblici e privati

Asse EURES Rete di servizi per l’impiego e la mobilità professionale: sostiene attività svolte da EURES, ossia i servizi specializzati per sviluppare gli scambi e la diffusione di informazioni e altre forme di cooperazione, quali i partenariati transfrontalieri, per promuovere la mobilità geografica volontaria dei lavoratori e contribuire a un elevato livello di occupazione sostenibile e di qualità.
 

Progress per la microfinanza Microfinanza e imprenditoria sociale: Progress di microfinanza e imprenditoria sociale, che incrementa l'accesso ai finanziamenti e la disponibilità per le persone fisiche e giuridiche


Bandi EaSI pagina DG Occupazione, affari sociali e inclusione dove sono pubblicati tutti i bandi

 

torna all'indice
 

ERASMUS+ (educazione, formazione, gioventù e sport)

 PROGRAMMA ERASMUS+ 2014-2020, il nuovo programma europeo integrato che riunisce i precedenti sette strumenti comunitari per l’educazione, la formazione, la gioventù e lo sport:
Immagine-logo programma ERASMUS+-Programma di apprendimento permanente LLP - Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig- ,
-Gioventù in azione,
-Erasmus Mundus,
-Tempus, Alfa, Edulink
-il programma di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati .
-Regolamento (UE) N. 1288/2013
che istituisce "Erasmus+": il programma dell'Unione per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.
-AZIONI CHIAVE  del Programma

-Siti delle Agenzie nazionali:
Agenzia Nazionale LLP ex Comenius 
Agenzia Nazionale LLP -ISFOL,
Agenzia Nazionale Giovani
Sito nazionale del Programma
Disposizioni nazionali_Agenzia Erasmus+ Indire

PUBBLICATO L'IINVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2015 — EAC/A04/2014
  • Sulla GUUE serie C 344/15 è stato pubblicato l’invito a presentare proposte nell'ambito del Programma Erasmus+, anno 2015 e la Guida del Programma, versione 2015
    L’Invito a presentare proposte definisce il budget del Programma, stimato in 1.736,4 milioni di euro per il 2015, e le scadenze per le singole attività.
    La prima scadenza è relativa al settore Gioventù, KA 1,2 e 3: 4 febbraio 2015
    La seconda riguarda la Mobilità individuale nel settore dell’istruzione e della formazione:
    4 marzo 2015

MODIFICA SCADENZA PARTENARIATI STRATEGICI:
Sulla Gazzetta ufficiale del 23.10.2014 (2014/C 376/07) è stata pubblicata la nuova data di scadenza per la presentazione di proposte KA2 Partenariati strategici nel settore dell’istruzione e della formazione: il termine ultimo per l’invio delle candidature non è più il 30 aprile ma il 31 marzo 2015

  • Scarica la Guida del Programma Erasmus+ Versione 2015 N° 3, aggiornata al 14 novembre 2014,  in inglese (formato pdf3,55MB)
    Le altre versioni linguistiche della Guida saranno disponibili a breve, per la consultazionione è disponibile la versione 2014 della Guida in italiano.
  • Scarica il  documento di sintesi a cura dell'EACEA, sui finanziamenti stimati ed il numero approssimativo dei progetti finanziabili per ogni azione.
  • Vai al sito del Programma

    Carta della Mobilità VET, Vocational education and training
    Nell’ambito del Programma Erasmus+ è stato pubblicato l’Invito a presentare proposte per la Carta della Mobilità VET , che ha l’obiettivo di incoraggiare le organizzazioni che hanno un’esperienza dimostrata nelle attività di mobilità nell’ambito VET, a sviluppare ulteriormente le loro strategie di internazionalizzazione europea.
    A partire da marzo 2015 sarà disponibile l’e-form che dovrà essere inoltrato all’Agenzia del Paese dove ha sede l’organismo proponente (per l’Italia: Agenzia Nazionale Erasmus+ Formazione – ISFOL) entro le ore 18.00 del 14 maggio 2014. Informazioni

torna all'indice

EUROPA CREATIVA (Media, Cultura)

Logo Programma Europa CreativaIl programma, dotato di un budget di oltre 1,46 miliardi di euro, comprende i precedenti programmi per il settore audiovisivo (Programma Media e Media Mundus) e la cultura (Programma Cultura) e si articola in tre sezioni:
1) Sotto-programma MEDIA  dedicato al settore audiovisivo (56% del budget)
2) Sotto-Programma CULTURA dedicato ai settori creativi e culturali (31% del budget)
3) Sezione TRANSETTORIALE dedicata a tutti i settori creativi e culturali (13% del budget)
Beneficiari: Organizzazioni culturali e dell’audiovisivo, della musica, delle arti e dello spettacolo. Privati cittadini non possono candidarsi ai bandi di Europa Creativa
Tra le novità si segnalano: la promozione di approcci innovativi in tema di costruzione dell'audience e di nuovi modelli imprenditoriali.
Il programma continuerà a sostenere i concorsi culturali dell’Ue, quali:
Capitali europee della cultura, Marchio del Patrimonio europeo, Giornate europee del patrimonio e i cinque Premi europei per la conservazione del patrimonio culturale, per l'architettura contemporanea, per la letteratura, Border Breakers Awards e MEDIA.
Regolamento (UE) N. 1295/2013 che istituisce il programma Europa creativa (2014-2020)

Bandi Europa Creativa


 Sotto-Programma Media
logo MEDIA
Il sotto-programma MEDIA sostiene le società di produzione europee indipendenti durante le fasi di sviluppo dell'opera audiovisiva (destinata al cinema, alla tv o al web) e di produzione (solo per TV Programming) attraverso differenti forme di sostegno:
Sviluppo di Singoli Progetti
Sviluppo di un Catalogo di Progetti (Slate funding)
Sostegno alla Programmazione Televisiva (TV Programming)
E' disponibile la documentazione dei bandi relativa ai sostegni allo SVILUPPO (Singoli & Slate), TV PROGRAMMING (ex tv broadcasting), FESTIVAL e DISTRIBUZIONE SELETTIVA.

Bandi 2015 programma Media

Bando EACEA/24/2014: sostegno alla programmazione TV di opere audiovisive
Sostiene progetti, promossi da società di produzione, riguardanti la produzione di opere audiovisive destinate alla diffusione televisiva.
Due scadenze: 13/01/2015 e 28/05/2015.

Bando EACEA/29/2014: sostegno all’accesso ai mercati, per facilitare gli scambi Business to Business nel settore audiovisivo
Il bando sostiene progetti che si pongono i seguenti obiettivi:
migliorare la dimensione europea/internazionale dell’industria di settore, accrescere la visibilità dei professionisti e delle opere, aumentare le co-produzioni europee, migliorare la competitività e la circolazione delle opere audiovisive europee nei mercati internazionali.
Termine per la presentazione delle domende: 22/01/2015. 

Bando EACEA 17/2014- singoli progetti di produzione
 Sostiene lo sviluppo di singoli progetti di produzione di opere audiovisive per il cinema, la televisione o lo sfruttamento commerciale su piattaforme digitali
Due termini per la presentazione delle proposte: 15/01/2015 e 16/04/2015.

Bando EACEA 18/2014 - Slate funding
Sostiene progetti finalizzati ad accrescere la capacità dei produttori di sviluppare opere audiovisive e ad agevolare le co-produzioni e finanzia lo sviluppo di un pacchetto di 3-5 progetti (Slate funding).
Termine per la presentazione delle domande: 05/02/2015

 

Sotto-Programma Cultura

logo sottoprogramma culturaGli obiettivi specifici del Sottoprogramma Cultura sono:
- supportare la capacità del settore culturale e creativo di operare a livello transnazionale;
- promuovere la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative degli operatori culturali. Gli obiettivi si traducono in quattro opportunità di finanziamento:
progetti di cooperazione europea; progetti di traduzione letterariareti europee; piattaforme europee.

1. Progetti di cooperazione, cooperare, coprodurre, condividere, muovere idee prodotti e eventi culturali, coinvolgere pubblico, ampliare le competenze degli operatori culturali, utilizzo delle ICT.
Il 1° ottobre 2014 si è chiuso il  2° invito a presentare proposte relativo ai progetti di cooperazione europea.  La procedura di valutazione dei progetti durerà 6 mesi e i risultati verranno pubblicati a Marzo 2015. Il bando dei progetti di cooperazione, avrà una cadenza annuale per tutta la durata del programma: quindi ogni anno finanziario verrà pubblicata una nuova call (gli obiettivi e le priorità rimarranno invariati). Pubblicazione prossima call: Luglio 2015, con scadenza la prima settimana di Ottobre.
2. Progetti di traduzione letteraria, promozione della letteratura europea: l'invito (progetti biennali) pubblicato a novembre 2014, sarà aperto fino al  04/02/2015. Per la categoria 2 (accordo quadro di partenariato),  l'invito uscirà il 2016.
3. Network europei, scambio di informazioni e ICT per favorire l'internazionalizzazione delle carriere degli operatori culturali e il rafforzamento delle loro competenze: la prossima call verrà pubblicata a Luglio 2016 con scadenza la prima settimana di Ottobre 2016.
4. Piattaforme europee, dare visibilità agli artisti e creatori europei, soprattutto quelli emergenti, che rappresentano la cultura europea: l'invito, pubblicato a dicembre 2014, sarà aperto fino al 25/02/2015.


Bandi 2015 programma Cultura

Bando EACEA/47/2014 - Piattaforme europee
Sostiene piattaforme di organizzazioni culturali a vocazione europea che danno prestigio e visibilità agli artisti e ai creatori europei e promuovono lo sviluppo di talenti emergenti.
L'invito finanzia un numero limitato di piattaforme, con le quali verrà siglato un accordo quadro di partenariato di durata biennale.
Scadenza per la presentazione delle candidature: 25/02/2015.

Bando EACEA/46/2014- Sostegno alla traduzione letteraria
Sostiene la circolazione e la promozione della letteratura europea tra cui l'uso appropriato delle tecnologie digitali per distribuire e promuovere le opere; l'invito è volto a incoraggiare la traduzione e la promozione nel lungo termine della letteratura europea di elevata qualità.
In particolare sostiene progetti per la traduzione di opere letterarie comprese quelle in formato digitale (e-books).
Beneficiari del bando sono unicamente editori e case editrici e il sostegno riguarda progetti biennali, di traduzione e promozione di un pacchetto di 3-10 opere letterarie.
Termine per la per la presentazione delle candidature: 04/02/2015.
 
Creative Europe Desk Italia: materiale workshop Roma , 5 dicembre 2014
Sul sito del punto di contatto Nazionale Creative Europe Desk Italia, sarà a breve disponibile il materiale (slides, video, interviste) presentato durante il workshop sui Progetti approvati sul nuovo Programma, tenutosi a Roma il 5 dicembre scorso.


Sezione TRANSETTORIALE

Sezione dedicata a tutti i settori culturali e creativi. Nell'ambito di questa sezione la Commissione ha istitutito uno strumento di garanzia per i settori culturali e creativi, che opera come strumento autonomo.
-Strumento di garanzia finanziaria a favore dei piccoli operatori dei settori culturali e creativi. Lo Strumento di garanzia sarà operativo dal 2016
-Cooperazione politica transnazionale
Sostegno a misure che mirano a promuovere lo sviluppo delle politiche, l'innovazione e nuovi modelli di business nei settori culturali e creativi

torna all'indice

EUROPA PER I CITTADINI

logo programma europa per i cittadini
Il Programma Europa per i  cittadini 2014-2020 si articola in due Strand:

1)
Memoria Europea Attiva,
2) Impegno democratico e partecipazione civica
Inoltre esiste uno Strand trasversale ("Azione orizzontale di valorizzazione") volto a valorizzare i risultati dei progetti selezionati e ad incrementare l’impatto e l’efficacia del Programma.
Beneficiari: il programma è aperto a tutti i soggetti interessati a promuovere la cittadinanza e l'integrazione europee, in particolare a enti e organizzazioni locali e regionali, comitati di gemellaggio, centri di ricerca sulle politiche pubbliche europee, organizzazioni della società civile (incluse le associazioni di reduci), organizzazioni per la cultura, la gioventù, l'istruzione e la ricerca.

Regolamento (UE) N. 390/2014 DEL CONSIGLIO del 14 aprile 2014 (formato pdf 380 KB) 
che istituisce il programma L'Europa per i cittadini per il periodo 2014-2020
-Documentazione
-Linee Guida (formato pdf 390 KB) 
-Punto di contatto nazionale

PRIORITA' E CANDIDATURE 2015
I progetti si svilupperanno sulle seguenti priorità stabilite per il 2015:
ASSE 1: MEMORIA STORICA EUROPEA
Focus sulla fine della Seconda Guerra Mondiale
La Seconda Guerra Mondiale e l'affermazione di fenomeni di intolleranza che hanno portato al compimento di crimini contro l’umanità; le conseguenze della Seconda Guerra Mondiale per l’architettura post-guerra dell’Europa: le sue divisioni e la Guerra Fredda e l’inizio del processo di integrazione europea
Scadenza per la presentazione delle candidature: 2 marzo 2015
I progetti possono avere inizio tra il 1 agosto 2015 e il 31 gennaio 2016
ASSE 2: IMPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA
Città gemellate, Reti di città e Progetti della società civile
Focus su:
il dibattito sul futuro dell’Europa
L'attuale crisi economica e le elezioni del Parlamento europeo di maggio 2014, sono occasioni di riflessione in merito alla necessità di dibattito sul futuro dell’Europa e di un'Europa per i cittadini.
Scadenza per la presentazione delle candidature: 2 marzo 2015

NUOVI PAESI PARTECIPANO AL PROGRAMMA
Lo scorso mese di dicembre la Serbia, il Montenegro e l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia hanno firmato gli accordi con la Commissione europea per la loro partecipazione a “Europa per i cittadini”, possono quindi presentare progetti o esserne partner.

Bandi Europa per i cittadini

 

torna all'indice

GIUSTIZIA

 Il programma “Giustizia” fornisce quindi il sostegno all’applicazione efficace della normativa UE nei settori della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale e del contrasto al traffico di droga e altri illeciti connessi alla droga.
L’obiettivo generale del programma è contribuire all'ulteriore sviluppo di uno spazio europeo di giustizia basato sul riconoscimento reciproco e la fiducia reciproca, in particolare attraverso la promozione della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale.

Regolamento (UE) n. 1382/2013 che istituisce il programma Giustizia per il periodo 2014-2020


 

Bandi Giustizia


 torna all'indice

HORIZON 2020

logo programma horizon 2020
Il nuovo strumento UE per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 sostituisce  e integra: il Settimo Programma Quadro e il Programma Quadro per la Competitività e l'Innovazione (CIP) sostituito da COSME. Persegue gli obiettivi della strategia Europa 2020 attraverso la ricerca e lo sviluppo tecnologico per rendere l’Unione europea più competitiva e favorire la crescita economica e l’occupazione.

I finanziamenti saranno orientati verso i tre pilastri fondamentali di Horizon 2020:
Eccellenza scientifica: stanziamenti per circa 3 miliardi di euro, che includono 1,7 miliardi di euro di fondi dal Consiglio europeo della ricerca per ricercatori di alto livello e 800 milioni di euro per le borse di ricerca Marie Sklodowska-Curie rivolte ai giovani ricercatori
Leadership industriale: sostenere la leadership industriale europea in settori come le TIC, le nanotecnologie, la robotica, le biotecnologie e la ricerca spaziale.
Sfide della società: progetti innovativi realizzati nel quadro delle sette sfide della società di Horizon 2020, riconducibili a: sanità; agricoltura, ricerca marittima e bioeconomia; energia; trasporti; azione per il clima, ambiente, efficienza sotto il profilo delle risorse e materie prime; società riflessive; sicurezza.

Infine, la dotazione di quasi 80 miliardi di euro per il 2014-2020, comprende anche i fondi del Centro comune di ricerca, ossia il servizio scientifico interno della Commissione europea, dell’Istituto europeo per l’innovazione e la tecnologia nonché le ricerche svolte nel quadro del trattato Euratom.

Regolamento (UE) N. 1291/2013 che istituisce il programma quadro di ricerca e innovazione (2014-2020) - Orizzonte 2020 

Di seguito alcuni inviti a presentare proposte:

HORIZON 2020, Sfide Globali: Società riflessiva - Patrimonio culturale e identità europee
Tale azione affronta le priorità politiche e le sfide sociali identificate nella strategia Europa 2020 che mirano a stimolare la massa critica degli sforzi di ricerca e innovazione necessari a conseguire gli obiettivi politici dell'Unione. L'invito copre le seguenti tematiche:
REFLECTIVE-11-2015: Attivazione dell'innovazione – Creazione di impatto delle scienze sociali e
umanistiche
REFLECTIVE-2-2015: Emersione e trasmissione del patrimonio culturale europeo e europeizzazione
REFLECTIVE-3-2015: Coesione europea, politiche regionali urbane e percezioni dell'Europa
REFLECTIVE-4-2015: Opposizione culturale nei paesi ex socialisti
REFLECTIVE-5-2015: Il patrimonio culturale della guerra nell'Europa contemporanea
REFLECTIVE-8-2015: Piattaforma di comunicazione e disseminazione
Possono partecipare enti giuridici che risiedono negli Stati eleggibili, organizzazioni internazionali di interesse europeo
Scadenza: 28 maggio 2015

HORIZON 2020-YOUNG-SOCIETY-2015
Sfide Globali: La generazione dei giovani in un'Europa innovativa, inclusiva e sostenibile
Il presente invito affronta le priorità politiche e le sfide sociali identificate nella strategia Europa 2020.
L'invito copre i seguenti temi :
YOUNG-4-2015: I giovani come motore del cambiamento sociale
YOUNG-3-2015: Apprendimento permanente per giovani adulti - politiche migliori per la crescita e l'inclusione in Europa
Possono partecipare enti giuridici che risiedono negli Stati eleggibili, organizzazioni internazionali di interesse europeo
Scadenza: 28 maggio 2015

PROGRAMMA  HORIZON 2020: Sfide della società
Call H2020-SC5-2015-two-stage.

Pubblicato nell'ambito dell'azione "sfide globali", iIl presente invito affronta le priorità politiche e le sfide sociali identificate nella strategia Europa 2020 che mirano a stimolare la massa critica degli sforzi di ricerca e innovazione necessari a conseguire gli obiettivi politici dell'Unione.
Le proposte devono essere incentrate su uno dei seguenti temi
SC5-07-2015:recupero degli ecosistemi più efficienti nella UE
SC5-17-2015: dimostrazione del concetto di "osservatori dei cittadini"
SC5-04-2015: migliorare la qualità dell'aria e riduzione delle emissioni di carbonio nelle città europee
Scadenza per la presentazione delle proposte: 21 aprile 2015

HORIZON 2020, Leadership  industriale - INFORMATION AND COMMUNICATIONS TECHNOLOGIES. Bando H2020-ICT-2015
E’ aperto l’invito a presentare proposte “Information and Communications Technologies” nell’ambito del pilastro Industrial Leadership - LEIT di Horizon 2020.
Beneficiari del bando: Organismi di ricerca, Associazioni di categoria, PMI e Startup, Enti locali e Pubblica Amministrazione, Grandi imprese, PMI e Startup.
Il bando comprende diverse tematiche: dalle micro e nano- tecnologie elettroniche, alla possibilità di aumentare la produttività del settore pubblico e l'innovazione attraverso i servizi di cloud computing, agli appalti pre-commerciali aperti a tutti i settori di interesse pubblico che richiedono nuove soluzioni ICT. Il bando ha una dotazione finanziaria di 561 milioni di euro.
Termine per presentare proposte: 14 aprile 2015

PROGRAMMA  HORIZON 2020: Sfide della società - Salute, cambiamento demografico e benessere
Sub call of: H2020-PHC-2014-2015
, call Personalising Health and Care - H2020-PHC-2015-single-stage
Il bando finanzia progetti di ricerca e innovazione per lo sviluppo di vaccini per malattie infettive legate alla povertà, per la medicina rigenerativa e nuovi test predittivi. Le proposte devono essere incentrate su uno dei seguenti tre temi: 
PHC-09-2015: PHC 9 – 2015: Sviluppo di vaccini per le malattie infettive trascurate e legate alla povertà: HIV/AIDS
PHC-15-2015: Ricerca clinica sulla medicina rigenerativa
PHC-33-2015: Nuovi approcci per migliorare i test predittivi per la sicurezza umana.
Scadenza: 24 febbraio 2015

PROGRAMMA  HORIZON 2020: Sfide della società - Salute, cambiamento demografico e benessere
Sub call of: H2020-PHC-2014-2015, Call HCO-2014-2015 - Attività di coordinamento
Questo invito sostiene attività finalizzate a coordinare e supportare le attività di ricerca e di innovazione, relativamente al settore della salute. Includono misure di accompagnamento come disseminazione, sensibilizzazione e comunicazione, networking, coordinamento o servizi di supporto, confronti sulle politiche, esercizi di apprendimento reciproco e studi.
Scadenza: 24 febbraio 2015

Bandi Horizon 2020:  sul Portale dei partecipanti è disponibile un prospetto riepilogativo di tutti i bandi aperti.
-Aggiornamenti dal Programma: pagina del Portale dei partecipanti, dedicata agli aggiornamenti
- Muovere i primi passi in Horizon 2020:  breve guida in 5 step,  per capire se Horizon 2020 è il programma idoneo all'idea progettuale che si intende sviluppare

 

torna all'indice

LIFE

 
 Logo Life+PROGRAMMA PER L'AMBIENTE E L'AZIONE PER IL CLIMA LIFE 2014-2020
Il programma LIFE, strumento finanziario dell’Unione europea a supporto di progetti relativi all’ambiente e al clima, contribuirà allo sviluppo sostenibile a al raggiungimento degli obiettivi della Strategia Europa 2020, del settimo Programma d’Azione ambientale dell’Unione e di altri importanti piani e strategie europee sul clima e l’ambiente. Comprende due sotto-programmi:

-Ambiente (priorità: Ambiente e uso efficiente delle risorse, Natura e biodiversità, Governance e informazione ambientale.)
-Azione per il Clima (priorità: Mitigazione dei cambiamenti climatici, Adattamento ai cambiamenti climatici e Governance, Informazione in materia di clima).
- Regolamento (UE) n. 1293/2013
- Programma di lavoro pluriennale (IT) (formato pdf, 1 MB)
- Sito LIFE+ Ministero Ambiente

PRIMO INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2014: SOVVENZIONI DI AZIONE
  • Call for proposals for LIFE Action Grants
    L'invito comprende entrambi i sottoprogrammi LIFE: Ambiente e Azione per il clima
    Per il sottoprogramma Ambiente, l’invito include sovvenzioni di azione per progetti "tradizionali", progetti preparatori, progetti integrati, progetti di assistenza tecnica e progetti di rafforzamento di capacità (Capacity Building).
    Per il sottoprogramma Azione per il clima, l’invito riguarda sovvenzioni di azioni solo per i progetti "tradizionali" e progetti di Capacity Building (gli altri tipi di progetti saranno finanziati a partire dal 2015).
    CRITERI DI AMMISSIBILITA'
    Prima di presentare una proposta di progetto leggere attentamente i criteri di ammissibilità, elencati alla pagina 22, lettera a) della Guida al Programma
    N.B. I progetti incentrati sulla ricerca o dedicati alla costruzione di grandi infrastrutture, non rientrano nel campo di applicazione del programma LIFE e pertanto non sono ammissibili
    SCADENZE PROGETTI TRADIZIONALI:
    Scadenza progetti tradizionali: invito chiuso il 16 ottobre 2014
    i progetti "tradizionali" sono i progetti di buone pratiche, i progetti dimostrativi, i progetti pilota ed i progetti di informazione, sensibilizzazione e divulgazione (cioè analoghi a quelli finanziati nell'ambito di LIFE + Natura, Biodiversità, Ambiente e Informazione e Comunicazione)
    SCADENZE NUOVE CATEGORIE DI PROGETTI:
    Scadenza progetti preparatori (solo sotto-programma Ambiente): chiuso il 29 ottobre 2014
    Progetti integrati, fase I: proposta preliminare (scaduto il 10 ottobre 2014)
    Progetti integrati, fase II : proposta di progetto ultimata entro aprile 2015
    Progetti di rafforzamento di capacità: su una base mobile fino al 30 settembre 2015
    BENEFICIARI:
    Le proposte possono essere presentate da organismi legalmente registrati nell'UE: enti pubblici e privati e organizzazioni senza fini di lucro (comprese le ONG).
    AREE AMMISSIBILI
    Paesi facenti parte dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA) che sono firmatari dell'accordo sullo Spazio economico europeo (SEE);
    Paesi candidati, i potenziali candidati e i paesi in via di adesione all'Unione;
    Paesi ai quali si applica la politica europea di vicinato;
    i paesi che sono divenuti membri dell'Agenzia europea dell'ambiente, a norma del regolamento (CE) n. 933/1999 del Consiglio
    BUDGET
    Il budget comunitario complessivo a disposizione del programma LIFE+ è di 283 122 966 euro, di cui 238 862 966 euro per il Sottoprogramma Ambiente e 44 260 000 euro per il Sottoprogramma Azione per il Clima.  Almeno il 55% delle risorse di bilancio destinate al sottoprogramma per l'Ambiente sono destinate a progetti a sostegno della conservazione della natura e della biodiversità

  • I candidati per preparare la loro proposta devono utilizzare il "pacchetto di candidatura" LIFE 2014. Ogni “pacchetto di candidatura” contiene spiegazioni complete e dettagliate in materia di ammissibilità,  procedure, tassi di cofinanziamento e tutti gli altri dettagli importanti
    Per creare e inviare la proposta dei progetti "tradizionali", i candidati devono usare solo lo strumento eProposal
    Per tutti gli altri tipi di progetti devono utilizzare i moduli forniti nell’ Application package corrispondente al settore scelto per la presentazione della candidatura

    I candidati che hanno difficoltà a individuare il Programma UE o il sotto-programma LIFE più adatto alle esigenze della loro proposta progettuale, possono consultare il documento orientamento. 
     

Bandi Life


torna all'indice

 

COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO                                                                              

Logo Europe Aid
Per i Bandi di cooperazione con i Paesi terzi, visita la pagina ufficiale della DG Sviluppo e cooperazione EuropeAid, oppure visita il sito Internet di Unioncamere Piemonte e scarica "La cooperazione tra l'Unione Europea e i Paesi terzi", bollettino quindicinale sulle opportunità europee di finanziamento per attività di cooperazione con i Paesi terzi,  curato dall'Ufficio di Bruxelles di Unioncamere Piemonte. 


torna all'indice



Altre fonti di aggiornamento sui bandi europei: 

 

Ultimo aggiornamento: 16/01/2015

 

VOCI INTERNE