AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Istruzione, formazione e orientamento

Servizi didattici CeSeDi


Sei in: Home > Istruzione, formazione e orientamento > Servizi didattici CeSeDi > SIS Piemonte > Elenco completo schede > Area Linguistica Letteraria e Scienze Umane: LL.11


AREA LINGUISTICA LETTERARIA E SCIENZE UMANE: LL.11

Titolo Il mito di Orfeo e Didone tra musica e poesia
Autore Claudia REGIS
Ambito disciplinare A051
Livello (per le lingue straniere, riferimento QUERC) Classe nell'insieme motivata, partecipe alle lezioni, costante nello studio e con un profitto soddisfacente.
Contesto Liceo classico - Classe seconda
Esperienza condotta in 12 ore comprensive di verifica.
Finalità
  • Sviluppare le capacità di riflessione, di confronto e di attualizzazione degli argomenti affrontati
  • Sviluppare la capacità di lettura consapevole dei testi letterari favorendo l'acquisizione di un atteggiamento critico nei confronti dei messaggi di cui sono portatori
  • Potenziare la capacità di contestualizzare storicamente e culturalmente un testo letterario, di apprezzarne le peculiarità stilistiche e di inferire possibili collegamenti intertestuali e interdisciplinari
Metodologie specifiche
  • Sviluppare le competenze e reti di conoscenze
  • Suscitare curiosità
  • Agevolare e motivare l'apprendimento
    • lezione frontale dialogata
    • lettura di testi
    • lavoro di gruppi
    • confronti interstestuali
    • ascolto di brani musicali
Introduzione al lavoro

Lettura di Virgilio attraverso un approccio intertestuale interdisciplinare, per dimostrare come uno stesso episodio possa essere espresso con codici diversi. Evitando il più possibile ogni forma di tecnicismo, il lavoro si propone di guidare la classe ad un approccio stimolante al testo latino, al fine di dimostrare, come sostiene Armellini, che l'educazione letteraria può essere in primo luogo "un'educazione all'immaginario", vale a dire una formazione a tutti i codici espressivi, non solo alla letteratura, ma anche alla musica, al teatro, al cinema. Partciolare attenzione sono rivolte alla centralità del testo, inteso come fulcro della didattica del latino, e alla musica.

 

Ultimo aggiornamento: 21/09/2012



Info per operatori