AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Fauna, Flora, Parchi e Aree protette

Protezione ambientale


Sei in: Home > Fauna, Flora, Parchi e Aree protette > Protezione AmbientaleParco naturale del lago di Candia > Come e quando visitarlo

COME E QUANDO VISITARLO

Come si arriva
IN AUTO

Il lago si raggiunge percorrendo da Torino autostrada Torino - Aosta, uscita S. Giorgio direzione Caluso e Candia; oppure SS 11 fino a Chivasso, quindi SS 26 fino a Candia.
Da Milano, A4 per Torino, uscita Rondissone, quindi per SP 90 per Mazzè, girare al bivio per Barengo (fraz. di Mazzè),poi fino a Candia.
Il centro visite del parco è situato in località Cascine Margherita a Candia, si trova nella parte nord dell'area protetta. È dotato di un ampio parcheggio e un rasrtelliere per biciclette.Accoglia anche il centro ornitologico e nei pressi si trava la nuova stazione di innalzamento dell'avifauna che si è aggiunta nel 2004 a quella già esistente dal 1998.

IN TRENO

Con la linea Torino-Chivasso-Aosta, stazione di Candia Canavese.

Quando visitarlo

Il lago di Candia Per esplorare le colline che circondano il lago e percorrere i sentieri è consigliata la stagione invernale e la primavera.
Durante la calura estiva, è consigliabile allontanarsi dalla riva per la presenza delle zanzare e fare un giro in barca, remando lentamente, osservando gli anatidi e la vegetazione acquatica.


 

 

Ultimo aggiornamento: 12/11/2015