Scopri il progetto

È una iniziativa della Provincia di Torino in collaborazione con Soundscape Research Group onlus, ARPA Piemonte e QGlab

Vuoi partecipare?

Paesaggi Sonori necessita del contributo dei cittadini e delle scuole. Inviateci le vostre registrazioni audio: saranno inserite nel nostro archivio

Mappa sonora

Visiona il nostro archivio di suoni, navigando attraverso la mappa della provincia di Torino

Proposte sonore

In questa sezione potrete trovare diversi giochi sonori, rivolti a bambini della scuola primaria dai 6 ai 10 anni

Scopri il progetto

È una iniziativa della Provincia di Torino in collaborazione con Soundscape Research Group onlus, ARPA Piemonte e QGlab

Vuoi partecipare?

Paesaggi Sonori necessita del contributo dei cittadini e delle scuole. Inviateci le vostre registrazioni audio: saranno inserite nel nostro archivio

Mappa sonora

Visiona il nostro archivio di suoni, navigando attraverso la mappa della provincia di Torino

Proposte sonore

In questa sezione potrete trovare diversi giochi sonori, rivolti a bambini della scuola primaria dai 6 ai 10 anni

 

Esplora con noi, attraverso l’ascolto, la Provincia di Torino

Paesaggi Sonori è un’iniziativa della Provincia di Torino (dal 1° gennaio 2015 Città metropolitana di Torino) in collaborazione con SoundScape Research Group onlus, ARPA Piemonte e QGlab, volta a promuovere e a diffondere la cultura e la pratica dell’ascolto, sensibilizzando e introducendo cittadini, scuole e organizzazioni del territorio provinciale e nazionale ai temi del paesaggio sonoro e dell’ ecologia acustica.

Si tratta di un progetto online pubblico e partecipativo basato sulla “fonografia”, ovvero l’arte di registrare il paesaggio sonoro che ci circonda, ed il cui obiettivo è quello di rendere disponibili
registrazioni di campo e  condividerne l’ascolto.

Sul sito troverete diverse registrazioni di ambienti e rumori delle città, paesaggi sonori delle campagne, animali, feste e celebrazioni, luoghi, eventi…

La guerra del rumore è una guerra del senso, implica significati opposti: violazione delle sensibilità per gli uni, realizzazione di sé per gli altri. Lo stesso suono è gratificante o disgustoso,
è tutta questione di punti di vista
David Le Breton