AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Pari opportunità

Banche del tempo


Sei in: Home > Pari opportunità > Banche del tempo > Come e perché fondarla > Documenti necessari


LA BANCA DEL TEMPO - DOCUMENTI NECESSARI

FAC SIMILE DI STATUTO

Art. 1) COSTITUZIONE E SEDE
Si è costituita l'associazione denominata ...
con sede in ...
via ...

Art. 2) DURATA
La durata dell'associazione è illimitata.

Art. 3) SCOPI / OGGETTO SOCIALE

  • promuovere iniziative di scambio di servizi e attività
  • promuovere rapporti umani solidali
  • assenza denaro
  • tempo impiegato come unità di quantificazione
  • prestazioni non assimilabili a lavoro dipendente e/o autonomo

Art. 4) CHI SI PUO' ASSOCIARE

  • persone
  • enti e associazioni
    (il comune che offre sede e telefono può, associandosi, scambiare questi aiuti con le prestazioni)

Art. 5) TIPOLOGIE SOCI E MODALITA' ASSOCIAZIONE

  • soci fondatori
  • soci ordinari
  • soci sostenitori
  • modalità di entrata nell'associazione

Art. 6) DIRITTI E DOVERI DEI SOCI, MODALITA' DI ESCLUSIONE

  • l'adesione all'associazione ha carattere libero e volontario
  • impegna al rispetto dello statuto, del regolamento e delle deliberazione e risoluzione degli organi
  • gli associati sono tenuti al comportamento corretto
  • diritto/dovere di partecipazione alle assemblee, elettori ed eleggibili

Art. 7) ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

  • assemblea (ordinaria e straordinaria, possibilità di delega solo nel caso di approvazione del bilancio)
  • consiglio direttivo

Art. 8) FINANZE, PATRIMONIO E BILANCI

  • chi può finanziare l'associazione (quote sociali, donazioni, finanziamenti vari,..)
  • esercizio finanziario, bilancio entro quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio stesso
  • scioglimento e liquidazione associazione

Art. 9) CONTROVERSIE

  • chi le redime

Art. 10) RINVIO

  • rinvio alle norme per quanto non specificato.

TRATTO DA: http://www.regione.emilia-romagna.it/banchedeltempo

Lo statuto è prerogativa solo della Banche del Tempo costituite in associazione, il regolamento, invece, è presente in tutte le esperienze. E' il documento che indica "le regole del gioco", cioè cos'è la Banca del tempo, come funziona, quali strumenti usa, come si aderisce, quali sono i giorni di apertura della sede, i momenti di incontro, i limiti di credito e di debito massimi, cos'è il fondo ore e come funziona, chi la promuove e quanto scambiato con l'ente/gli enti promotori. Deve essere chiaro e non prolisso, uno scritto agile che chiunque decida di aderire deve poter leggere e capire in breve tempo; le regole indicate debbono essere chiaramente espresse, altrimenti la sua funzione non viene espletata.
Nella scheda di iscrizione viene sottoscritto l'impegno ad operare seguendone le regole e la liberatoria prevista dalla legge vigente sulla privacy.

torna su^

FAC SIMILE DI REGOLAMENTO

Art.1) La Banca del Tempo è promossa da__________________________ (un gruppo di cittadini un'associazione, un comune, un quartiere, altro.)

Art.2) La Banca del Tempo ha come scopo

promuovere iniziative atte a favorire lo scambio di attività e di servizi tra persone (come singoli e/o come nuclei familiari), senza alcuna intermediazione di carattere monetario ed aventi, pertanto, come unità di quantificazione il tempo impiegato, e questo alfine di valorizzare i rapporti umani e solidali.

Tali prestazioni comunque non dovranno mai poter essere configurate e neppure assimilate a rapporti di lavoro autonomo e subordinato.

Art.3) Gli scambi avvengono a partire dal bisogno del singolo partecipante.

L'interessato ad una determinata prestazione può: (opzioni)

  • contattare la segreteria della BdT esprimendo la sua necessità. Sarà la segreteria stessa a mettersi in contatto con gli offerenti per facilitare lo scambio
  • contattare direttamente l'offerente e attivare lo scambio.

Chi offre la prestazione, al termine della stessa riceverà un assegno-tempo firmato da chi l'ha richiesta.

Gli assegni-tempo ricevuti dovranno essere consegnati alla segreteria della BdT che provvederà periodicamente a conteggiare l'estratto conto di ogni aderente.

Non è prevista alcuna transizione in denaro e/o valori nello scambio di prestazioni fra i partecipanti. E' ammessa la circolazione di denaro unicamente per l'eventuale rimborso, previamente concordato, delle spese realmente sostenute.

Un'ora di tempo impiegato è sempre un'ora, a prescindere dalla prestazione offerta.

I rapporti di credito e debito di ogni singolo partecipante sono attuati unicamente con la BdT e non direttamente tra gli aderenti.

Art.4) L'iscrizione avviene presso la sede della Banca del Tempo, in via________________

L'iscrizione: (opzioni)

  • comporta il pagamento della quota di adesione annualmente definita dall'assemblea degli associati, attualmente definita in €../ l'anno
  • è totalmente gratuita , non comportando l'esborso di quote di denaro.

Chi intende iscriversi deve: (opzioni):

  • sottoscrivere il modulo di iscrizione, presentare documento valido di riconoscimento
  • sottoporsi a colloquio conoscitivo.

L'iscrizione/la richiesta di iscrizione:

  • è considerata accettata solo dopo l'esito positivo della richiesta di adesione da parte del comitato direttivo e/o dell'assemblea degli iscritti
  • per essere operativa deve essere accompagnata dalla presentazione di un socio attivo
  • viene considerata come pre-iscrizione e viene considerata valida solo dopo _____ mesi. In tale periodo gli scambi sono possibili solo se mediati dalla segreteria/sono possibili solo scambi di gruppo.

Gli strumenti operativi saranno consegnati solo ad iscrizione perfezionata.
Ad iscrizione avvenuta saranno consegnati gli strumenti operativi in uso nella BdT

Art.5) La banca del tempo si avvale di alcuni strumenti che sono:

  • Elenco delle prestazioni offerte: serve ad individuare il tipo di prestazione di cui si ha bisogno e il riferimento della persona in grado di offrirla;
  • Elenco delle prestazioni richieste: risulta utile per proporre servizi;
  • Elenco dei partecipanti, con nomi cognomi ed indirizzi degli associati;
  • Libretto degli assegni: questi servono a indicare la natura della prestazione, il tempo impiegato e i partecipanti coinvolti nello scambio;
  • Estratto conto periodico, sintesi della contabilità degli scambi effettuati.
    Gli strumenti aggiornati verranno consegnati agli aderenti nell'ambito della riunione mensile.

Art.6) L'unità di misura delle prestazioni è unicamente il tempo, calcolato in ore e mezze ore.

Sono esclusi ulteriori frazionamenti. Rimane valida tra i partecipanti la contrattazione per un arrotondamento in eccesso o per difetto.

L'eventuale tempo impiegato negli spostamenti effettuati per erogare la prestazione può essere computato previo accordo fra i partecipanti allo scambio.

Art.7) In caso di disaccordo tra i partecipanti allo scambio, l'assemblea è chiamata a
pronunciarsi in merito al contenzioso; per evitare tali controversie, si consiglia agli associati che si accingono a scambiare di definire preventivamente quanto potranno essere le ore impegnate e gli eventuali costi (rimborsi spese) che potranno manifestarsi.

Art.8) Il tetto massimo di credito e debito è stabilito in ore. Casi particolari di deroga a tale principio saranno decisi dall'assemblea dei soci.

Art.9) Il fondo ore è una sorta di capitale sociale gestito dall'assemblea degli associati. Può essere utilizzato per:

  • Coprire le ore di attività di gestione amministrativa ed organizzativa della BdT;
  • Aiutare partecipanti che si trovino in forte debito ed impossibilitati ad effettuare scambi;
  • Per destinazioni esterne.

Art.10) Le modifiche al regolamento vengono definite nell'ambito dell'assemblea dei soci.

TRATTO DA: http://www.regione.emilia-romagna.it/banchedeltempo/

torna su^

FAC-SIMILE DI CONVENZIONE CON IL COMUNE

In Piemonte, poi, il disegno di legge regionale n. 557 intende disciplinare in sede regionale le associazioni di promozione sociale. Questo disegno di legge intende istituire il registro regionale delle associazioni di promozione sociale della Regione Piemonte , specificando le condizioni necessarie per la registrazione. Il registro dovrebbe comprendere una sezione regionale, alla quale si possono iscrivere solo le associazioni che operano a livello regionale, nonché ulteriori sezioni provinciali. Il disegno di legge prevede inoltre la possibilità per le associazioni registrate di stipulare convenzioni con la Regione, gli enti locali e gli altri enti pubblici.

Più precisamente, è possibile che il Comune e la Banca del Tempo sottoscrivano un accordo di scambio, nel quale si prevede al restituzione, sotto forma di tempo, del sostegno che la banca riceve in servizi. In altri termini, in cambio del sostegno offerto (sede, telefono, supporti informatici, etc.), l'ente pubblico riceverà l'equivalente in tempo, sotto forma di piccole prestazioni, non continuative, da destinare alla comunità; tali prestazioni, peraltro, non devono sostituire il lavoro pubblico o servizio sociali.

Le condizioni per la stipulazione delle convenzioni sono le seguenti:

  • iscrizione da almeno 6 mesi nel registro delle associazioni di promozione sociale;
  • presentazione di un progetto da parte delle associazioni.

Le convenzioni, oltre a dover necessariamente contenere disposizioni volte a garantire la continuità delle attività oggetto delle convenzioni stesse, devono prevedere la copertura assicurativa contro gli infortuni e le malattie e per la responsabilità civile verso terzi, così come previsto dall'articolo 30, comma 3 della legge 383/2000. Tale norma pone in capo alle associazioni di promozione sociale, che svolgono la propria attività mediante convenzioni, l'obbligo di assicurare i propri aderenti contro gli infortuni e le malattie connessi allo svolgimento delle attività sociali; ugualmente obbligatoria è l'assicurazione per la responsabilità civile verso terzi.

Inoltre, ai sensi dell'articolo 12 del Disegno di legge regionale del Piemonte, "gli oneri relativi alla copertura assicurativa sono a carico dell'ente con la quale viene stipulata la convenzione."

E' auspicabile che, in sede di attuazione, vengano sempre meglio definite dalle Regioni le forme di costituzione delle associazioni di promozione sociale, semplificate le procedure e incentivato, attraverso un adeguato sostegno economico, lo sviluppo delle associazioni stesse.

CONVENZIONE TRA LA CITTÁ DI..E L'ASSOCIAZIONE DELLA BANCA DEL TEMPO DI....

L'anno 2005, addì.....del mese di...in Chieri e nella casa comunale

PREMESSO CHE:

  • ......................................
  • ......................................
  • ......................................

TRA

Il Comune di..., P. IVA....., C.F:...., in questo atto rappresentato dal dottor........, autorizzato a stipulare contratti per le materie di competenza della propria Area ai sensi del Testo Unico sull'Ordinamento degli Enti Locali n°267 del 18/8/2000 e dello Statuto del Comune, e che agisce nel presente atto a nome , per conto e nell'interesse del Comune suddetto

E

L'associazione "Banca del Tempo", rappresentata dalla propria Presidente........., nata a .il....e residente ai fini della Convenzione in Via.............

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE

Art.1, Finalità
Attivare un processo di educazione permanente per l'affermazione ed il radicamento sul territorio cittadino di una costruttiva forma di solidarietà basata sul principio dello scambio di ore e risposte ai bisogni.

Art. 2, Contenuti
Il Comune di... concorda con l'Associazione Banca del Tempo di...un progetto di organica collaborazione che comporta l'esercizio di funzioni legate :

  • alla promozione di momenti di sensibilizzazione e dibattito;
  • all'attivazione di gruppi di autoaiuto;
  • alla programmazione e realizzazione di specifiche iniziative di scambio;

Art. 3, Organizzazione

  • Lo sviluppo dei contenuti di cui al precedente art.2 prevede la messa a disposizione, da parte dell'Associazione Banca del Tempo di almeno...ore di prestazione dei suoi Soci, da utilizzare in attività connesse al Settore delle Politiche Sociali (almeno.ore) e per progetti specifici (es. assistenza a mostre, pubblicizzazione e promozione attività ecc. per almeno .ore)
  • Eventuali ore eccedenti le. oggetto dell'accordo, eventualmente richieste dal Comune di..., e versate dalla Banca del Tempo fino a un massimo di.ore, saranno oggetto di scambio (ad 1h.versata corrisponderà 1h.resa) con i seguenti servizi comunali:
  • Corsi organizzati dal Comune (musica, lingua straniera, pittura ginnastica, ecc.)
  • Spettacoli organizzati dal Comune

Il Comune di.si impegna in questo caso a consegnare un congruo numero di copie omaggio del catalogo di ogni mostra alla Banca del Tempo. Inoltre riserverà alla Banca del Tempo un numero di biglietti da quantificare di volta in volta, per accedere gratuitamente a spettacoli o manifestazioni non gratuite organizzate dal Comune o da enti e/o associazioni che collaborano con il Comune per la programmazione culturale cittadina.

Art.4, Quota a carico
A fronte della messa a disposizione dell'organizzazione di cui al precedente art. 3, il Comune di Chieri si impegna a concedere l'uso gratutito dei locali e delle attrezzature (telefono, luce, ecc.) della sede dell' Associazione Banca del Tempo nei seguenti orari:

........................................

Art.5, Durata
La presente convenzione, ha validità fino al...

L'eventuale rinnovo sarà oggetto di apposita nuova convenzione.

Art.6, Relazione sull'attività svolta
Al termine della validità della presente convenzione l'Associazione Banca del Tempo presenterà al Comune di....una relazione sull'attività oggetto della convenzione medesima.

Art.7, Esenzioni
La presente convenzione, redatta in duplice originale, è esente da spese di bollo in quanto l'Associazione "Banca del Tempo" non è soggetto a IRPEG ai sensi dell'art. 28 del D.P.R.600/73 ed escluso dall'ambito di applicazione dell'IVA ai sensi dell' art.8, c2 della legge 266/1991. Art.8, Controversie Per tutte le controversie inerenti e conseguenti l'applicazione della presente convenzione è competente il....

Luogo,.....

La Banca del Tempo Città di....

torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 16/12/2011