AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Pari opportunità

Bilancio di genere


Sei in: Home > Pari opportunità > Bilancio di genere


BILANCIO DI GENERE

Gli indirizzi strategici del Programma di Mandato individuano le pari opportunità di genere come un valore significativo della Giunta della Provincia di Torino.

Per trovare una reale condivisione sociale il principio di parità richiede un'opera costante di promozione e di diffusione, attraverso progetti, programmi, nuovi strumenti di governo, anche per permeare con una visione di parità tutte le politiche.

Il Bilancio di Genere è lo strumento che più di ogni altro aiuta a comprendere nella loro pienezza le differenze profonde che caratterizzano i ruoli, le responsabilità, gli stili di vita e le scelte di donne e uomini, rendendo gli Amministratori e le Amministratrici consapevoli delle reali ricadute delle politiche, dirette e indirette sui propri cittadini e sulle proprie cittadine.

Condurre un'analisi che porta a una maggiore e migliore conoscenza delle dinamiche economiche e sociali del territorio, produce inoltre anche una importante azione di trasparenza nei confronti della cittadinanza, già avviata con i precedenti Bilanci sociale e di genere, alla quale si offre un ulteriore e importante strumento per valutare l'efficacia e l'efficienza delle politiche provinciali.

Per ovviare alla complessità delle metodologie precedentemente utilizzate, che hanno richiesto interventi esterni e determinato un sovraccarico nel reperimento dei dati all'interno della strutture, l'acquisizione dei dati dell'annualità 2009, attraverso l'adozione di una metodologia sperimentale, è stata eseguita quasi esclusivamente attraverso l'analisi dei documenti dell'ente.
Il metodo utilizzato per la redazione del Bilancio di Genere 2009 ha preso spunto dai propositi di Pechino del 1995 che costituiscono le linee guida delle Politiche di genere e, attraverso una tabella di corrispondenza fra le aree tematiche utilizzate nel Bilancio Sociale 2004 ed i programmi 2009, ha consentito di riportare al genere le risultanze del rendiconto della gestione dell' l'esercizio.

Questo bilancio costituisce, come già per gli anni precedenti, un importante strumento di verifica e di programmazione delle azioni politiche destinate al superamento delle diseguaglianze e delle discriminazioni.


DOCUMENTI SCARICABILI

Torna su^

 

Ultimo aggiornamento: 09/01/2012