HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Appalti e contratti

Gare ad evidenza pubblica

Sei in: Home > Appalti e contratti > I.T.I. Avogadro, C.so San Maurizio n. 8, Torino. Interventi di messa in sicurezza solai della sopraelevazione. C.U.P. J16E11000260003 (C.I.G. 4025324A70)

PROVINCIA DI TORINO
SERVIZIO CONTRATTI

Via Maria Vittoria n. 12 - 10123 TORINO
http://www.provincia.torino.it/servizi/appalti

AVVISO DI  PROCEDURA APERTA

I.T.I. Avogadro, C.so San Maurizio n. 8, Torino. Interventi di messa in sicurezza solai della sopraelevazione.                                                      

C.U.P. J16E11000260003          (C.I.G. 4025324A70 )

Importo a base di gara: euro 294.000,00

CPV: 45214300-3           

Luogo di esecuzione:   territorio della Provincia di Torino

Gli oneri previsti per il piano di sicurezza, compresi nel suddetto importo a base di gara, ammontano a Euro 2.500,00 e non sono soggetti a ribasso d'asta.

Per i lavori in oggetto non è stato necessario redigere il D.U.V.R.I. in quanto l'analisi dei rischi da interferenze  e la stima dei relativi costi è già contenuta nel piano di sicurezza e coordinamento.

Il progetto posto a base di gara è stato validato con atto dell'Amministrazione in data 19/10/2011 e approvato con D.G.P. n.  1027-37139/2011 del 03/11/2011.

Ai sensi di quanto disposto dall'art. 357 comma 16 del D.P.R. 5.10.2010 n. 207 e s.m.i. in tema di qualificazione nel presente appalto trovano ancora applicazione i disposti del D.P.R. 34/2000 e le categorie del relativo allegato A.

A)    Categoria prevalente : cat. OG1  classifica  I;

Lavorazioni di cui si compone l'intervento di entità superiore al 10% dell'importo complessivo dell'intervento ovvero di importo superiore a Euro 150.000,00:

- Euro 262.727,12   cat. OG1  classifica  I

Nel presente appalto sono altresì presenti lavorazioni riconducibili alla cat. OS30 del D.P.R. 34/2000 per un importo di euro 31.272,88.                        .

Le classifiche tengono conto del beneficio del quinto di cui al comma 2 dell'art. 3 del D.P.R. 34/2000 che è applicabile alle condizioni ivi previste.

Le lavorazioni diverse dalla prevalente sono scorporabili.

Termine ultimo per l'esecuzione dei lavori:  150 giorni.

Soggetti ammessi alla gara ( requisiti di capacita' tecnica e finanziaria).

  • Possono partecipare alla  gara i soggetti in possesso di attestazione S.O.A. con iscrizione alla categoria prevalente per l'importo totale dei lavori e quindi per la classifica indicata al precedente punto A).
  • Possono altresì partecipare alla gara i soggetti in possesso di attestazione S.O.A. con iscrizione alla categoria prevalente, nonchè in possesso di qualificazione ex art. 28 del DPR 34/2000 per le lavorazioni scorporabili riconducibili alla cat.  OS30.  
  • Le qualificazioni relative alle lavorazioni scorporabili non possedute devono essere possedute, in termini di importo, con riferimento alla categoria prevalente.

Le lavorazioni della categoria prevalente sono subappaltabili a soggetti in possesso della relativa qualificazione ex D.P.R. n. 34/2000, nei limiti previsti dalla vigente normativa.

Le lavorazioni diverse dalla prevalente possono essere subappaltate a soggetti in possesso della relativa qualificazione ex D.P.R. n. 34/2000; essendo altresì scorporabili possono essere assunte in proprio da impresa mandante individuata prima della presentazione dell'offerta in possesso dei requisiti di qualificazione previsti.

Si rende noto che il giorno   19/04/2012   alle ore 9,30, in apposita sala del Palazzo provinciale, Via Maria Vittoria  n. 12  - Torino, in seduta pubblica, si procederà all'apertura dei plichi presentati dai concorrenti, con conseguente esame della documentazione prodotta ai fini dell'ammissibilità alla gara.

Definita la fase di ammissione alla gara dei concorrenti si procederà all'apertura delle buste contenenti le offerte economiche.

Sarà facoltà della Commissione di gara, valutato il tempo occorrente alla conclusione delle operazioni necessarie, dopo aver aperto i plichi, identificato e contrassegnato il loro contenuto per ogni concorrente, demandare l'attività istruttoria inerente alla documentazione presentata dalle Imprese ai fini dell'ammissibilità a sottocommissione o a singoli membri della Commissione di gara che espleteranno detta attività in seduta di pubblica.

In tal caso il perfezionamento delle operazioni di ammissione e  l'apertura delle offerte economiche avrà luogo il giorno immediatamente successivo alle ore 9,30 in apposita sala del Palazzo Provinciale, Via Maria Vittoria n. 12 - Torino, previa  verifica ed espressa approvazione da parte della commissione di gara delle risultanze dell'attività istruttoria con conseguente definizione del subprocedimento di ammissione alla gara dei concorrenti.

Il capitolato speciale e gli altri documenti complementari possono essere consultati presso la Provincia di Torino  - C.so Inghilterra 7 - Torino - Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Edilizia Scolastica (tel. 011-8616081/6186 - 3494163277) e-mail: giovanna.testa@provincia.torino.it

Per informazioni di carattere amministrativo rivolgersi alla Provincia di Torino - Servizio Contratti, Via Maria Vittoria n. 12 -  Torino, tel 011/861-2335/2850/2838 - fax 011/8612163 e-mail:  servizio.contratti@cert.provincia.torino.it

La procedura aperta ex art. 3 comma 37 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., come disposto con determinazione del Dirigente del Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Edilizia Scolastica n. 3-1318 del  24/01/2012 sarà tenuta col metodo delle offerte segrete con il criterio del prezzo più basso ai sensi dell'art. 82 comma 2 lett. b) del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., espresso in termini di ribasso percentuale unico e uniforme.

E' prevista l'individuazione e l'esclusione automatica delle offerte anomale ai sensi dell'art. 122 comma 9 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e con le modalità di cui all'art. 86 comma 1 del medesimo decreto, all'art. 121 comma 1 del D.P.R. 207/2010 e della Deliberazione della Giunta Provinciale n. 293-12088 del 30.03.2010.

Nel caso in cui il numero delle offerte ammesse sia inferiore a dieci non si procede alla determinazione della soglia  per  l'individuazione del miglior offerente fermo restando il potere della stazione appaltante di valutare la congruità dell'offerta ai sensi dell'art. 86 comma 3 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i..

Non sono ammesse offerte  pari o in aumento e l'aggiudicazione è definitiva  ad unico incanto.

In applicazione degli indirizzi di cui alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 293 – 12088 del 30.03.2010 , immediatamente eseguibile ai sensi di legge, non saranno altresì autorizzati subappalti a favore di un'impresa che abbia partecipato come concorrente, singolarmente o in associazione temporanea con altre imprese, alla gara di cui al presente bando.

Possono partecipare alla gara i soggetti di cui all'art. 34 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i..

E' fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero individualmente ed in associazione temporanea o consorzio di concorrenti a pena di esclusione di tutte le diverse offerte presentate.

I consorzi di cui all'art. 34 comma 1 lett. b) e c) del D.lgs. 163/2006 e s.m.i. sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia il consorziato.  In caso di inosservanza di tale divieto si applica l'art. 353 del c.p..

E' vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile.

Non è ugualmente consentito al consorzio di cui all'art. 34, comma 1, lettere b) e c) del D.lgs. 163/2006 e s.m.i., presentare offerta in associazione temporanea con una o più consorziate.

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

Per prendere parte alla gara, le  Imprese dovranno far pervenire la propria offerta a questa Provincia entro e non oltre il termine perentorio delle ore 14,30 del giorno 18/04/2012 , a pena di esclusione.

Il recapito del piego sigillato contenente l'offerta entro e non oltre il suddetto termine, dovra' essere effettuato direttamente o a mezzo posta (posta celere compresa). E' ammessa anche la consegna tramite agenzie di recapito autorizzate, nel rispetto della normativa in materia. La consegna diretta o tramite agenzia di recapito dovrà esclusivamente  effettuarsi presso l'Ufficio Protocollo Generale della Provincia di Torino - via Maria Vittoria 12,  nel seguente orario: da lunedi' a giovedi' ore 9-12 e 14-16,30, il venerdi' ore 9-12.

Per il solo giorno della scadenza detto ufficio garantirà il ritiro delle offerte con orario continuato dalle 9 alle 14,30.

Il recapito del  piego, entro il termine indicato, rimane ad esclusivo rischio del mittente.

L'invio dell'offerta in plico raccomandato potrà avvenire soltanto attraverso la Società p.a. Poste Italiane. A titolo puramente indicativo si precisa che le raccomandate, indirizzate alla Provincia  di Torino, vengono ritirate tutti i giorni (sabato e festivi esclusi) presso l'Ufficio Postale di Via Alfieri n. 10 - Torino, due volte al giorno e piu' precisamente, il primo ritiro alle h. 8,30 ed il secondo ritiro alle h. 12,00.

Oltre il termine sopraindicato, non sarà valida alcuna altra offerta, anche se sostitutiva od aggiuntiva di offerta precedente.

Nel caso che due o più concorrenti risultassero miglior offerenti si procederà ai sensi dell'art.77 del R.D. 23/05/1924 n.827.

Informazioni inerenti gli esiti di gara saranno disponibili sul sito Internet all'indirizzo http://www.provincia.torino.it/servizi/appalti.

Al fine di provvedere all'adempimento degli obblighi di comunicazione di cui all'art. 79 commi 5, 5 bis, 5 ter, 5 quater, 5 quinquies del D.Lgs.163/2006 e s.m.i. il concorrente singolo o raggruppato dovrà sempre fornire all'interno del plico offerta l'indicazione di un numero di telefax, di un indirizzo di posta elettronica certificata, oltreche' l'indicazione del domicilio eletto per tutte  le comunicazioni inerenti la procedura in oggetto

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL' OFFERTA

L'offerta dovrà essere redatta in lingua italiana, resa legale mediante l'assolvimento dell'imposta di bollo pari a euro 14,62 e dovrà essere espressa in valore relativo (percentuale).

L'imposta di bollo potrà essere corrisposta in uno dei seguenti modi:

  • mediante pagamento ad intermediario convenzionato con l'Agenzia delle Entrate;
  • in modo virtuale, mediante pagamento dell'imposta all'ufficio dell'Agenzia delle Entrate o ad altri uffici  autorizzati.

Nella prima ipotesi all'offerta economica dovrà essere apposto l'apposito contrassegno telematico rilasciato dall'intermediario; nella seconda dovranno essere riportati sull'offerta economica gli estremi dell'atto autorizzativi all'assolvimento dell'imposta di bollo in modo virtuale.

L'offerta dovrà essere incondizionata ed espressa in termini di ribasso percentuale  in cifre e  in lettere.

Ai fini dell'aggiudicazione verranno tenute valide, nel ribasso espresso, le prime quattro cifre decimali dopo la virgola.Ulteriori cifre decimali non verranno tenute in considerazione.

In caso di discordanza tra il ribasso indicato in cifre e quello in lettere verra' preso in considerazione il ribasso in lettere.

Si precisa che eventuali correzioni apportate all'offerta dovranno essere espressamente e specificamente confermate e sottoscritte, a pena di esclusione.

L'offerta, come sopra formulata, dovrà essere sottoscritta dall'Imprenditore o dal rappresentante della Società.

L'offerta dovrà essere chiusa in una apposita busta sigillata, sulla quale dovranno inoltre risultare il nome dell'Impresa concorrente e l'oggetto dell'appalto.

Tale busta sigillata dovrà essere introdotta in un'altra busta sigillata più grande sulla quale dovrà essere specificato il mittente, il codice fiscale, il domicilio eletto, un recapito telefonico, un recapito telefax ed un indirizzo di posta elettronica certificata , ed  apposta la seguente scritta:

"Offerta per la gara ........."(indicare l'oggetto dell'appalto) e  dovrà  essere indirizzata:

ALLA PROVINCIA DI TORINO

SERVIZIO CONTRATTI  - UFFICIO APPALTI  -

Via Maria Vittoria  n. 12 - 10123 TORINO

Si precisa  inoltre che in questa seconda busta dovranno essere inseriti tutti i documenti richiesti nei punti "A"  e "B" del presente bando.

DOCUMENTAZIONE CHE LE IMPRESE DEVONO ALLEGARE NELLA SECONDA BUSTA PER ESSERE AMMESSE ALLA GARA.

"A"

DICHIARAZIONE

Dichiarazione, in lingua italiana (da redigersi sulla base del modello allegato al presente bando), in carta libera, sottoscritta dal Legale Rappresentante, del quale deve essere allegata copia fotostatica di un documento di identita', attestante:

1) un numero di telefax, un indirizzo di posta elettronica certificata, oltrechè l'indicazione del domicilio eletto, per tutte  le comunicazioni inerenti la procedura in oggetto assentendo espressamente  a  che le comunicazioni inerenti la procedura in oggetto possano essergli fatte via fax o via posta elettronica certificata;

2)  di essere iscritta alla Camera di Commercio indicando inoltre:

     a) la natura giuridica;

     b) la denominazione;

     c) la sede legale;

     d) la data inizio attività;                                                    

     e) l'oggetto attività (dovrà riguardare la tipologia dei lavori oggetto del presente bando );

     f) i dati anagrafici e residenza del titolare o, in caso di Società, di tutti gli Amministratori muniti di potere di rappresentanza nonchè del/i   Direttore/i  Tecnico/i, del socio unico persona fisica nonché del socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci;

     g) codice fiscale;

     h) partita I.V.A.

3) di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili ( art. 17 legge 12.03.1999, n. 68),

ovvero

di non essere nelle condizioni di assoggettabilità alla predetta norma (barrare la casella interessata):

  • avendo alle dipendenze un numero di lavoratori inferiore a 15;
  • avendo alle dipendenze un numero di lavoratori compreso tra i 15 e 35 e non avendo effettuato alcuna assunzione dal 18 gennaio 2000 (data di entrata in vigore della L. 68/99);

4) che non sussistono le cause di esclusione previste dall'art.38 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.;

5) che l'impresa è in possesso di attestazione di qualificazione n…………….. rilasciata da SOA ……………………… regolarmente autorizzata, emessa in data.……………., con scadenza di validità triennale in data……..……..con effettuazione verifica triennale in data…………….,  con iscrizione alla categoria e classifica richiesta dal presente bando (in sostituzione di detta dichiarazione potrà essere allegata copia della predetta attestazione);

6) che l'impresa è in possesso, con riferimento alle lavorazioni riconducibili alla cat. OS30,dei requisiti di ordine tecnico – organizzativo di cui all'art. 28 del D.P.R. 34/2000 (le imprese in possesso di attestazione SOA potranno omettere detta dichiarazione);

7) di aver preso visione degli elaborati attinenti ai piani di sicurezza riguardanti i lavori in oggetto, di accettare e di impegnarsi a dare puntuale attuazione a tutte le prescrizioni ivi contenute e di ritenere le somme previste quali oneri della sicurezza riportati nel presente bando (da non assoggettarsi al ribasso d'asta), sufficienti per sostenere i costi medesimi;

8) di aver esaminato il capitolato speciale d'appalto intendendolo adeguato ai disposti del D.P.R. 5.10.2010, n. 207 e s.m.i ,gli elaborati progettuali, compreso il computo metrico, di essersi recati sul luogo di esecuzione dei lavori, di aver preso conoscenza delle condizioni locali, della viabilità di accesso, delle cave eventualmente necessarie e delle discariche autorizzate nonché di tutte le circostanze generali e particolari suscettibili di influire  sulla determinazione dei prezzi, sulle condizioni contrattuali e sull'esecuzione dei lavori e di aver giudicato i lavori stessi realizzabili,gli elaborati progettuali adeguati e i prezzi nel loro complesso remunerativi  e tali da consentire il ribasso offerto;

9) di aver effettuato una verifica della disponibilità della  mano d'opera necessaria per l'esecuzione dei lavori nonchè della disponibilità di attrezzature  adeguate all'entità e alla tipologia  e categoria dei lavori in appalto;

10) di prendere atto, con riferimento all'offerta formulata, che l'indicazione delle voci e delle quantità non ha effetto sull'importo complessivo dell'offerta che, seppure determinato anche attraverso l'applicazione dei prezzi unitari offerti alle quantità delle varie lavorazioni, resta fisso ed invariabile ;

11) di aver tenuto conto delle eventuali discordanze nelle indicazioni qualitative e quantitative delle voci rilevabili dal computo metrico estimativo nella formulazione dell'offerta, che, riferita all'esecuzione dei lavori secondo gli elaborati progettuali posti a base di gara, resta comunque fissa ed invariabile;

12) (dichiarare alternativamente) a) di non trovarsi in alcuna situazione di controllo di cui all'art. 2359 C.C. rispetto ad alcun soggetto e di aver formulato l'offerta autonomamente ; b) di  non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano , rispetto al concorrente,in situazione di controllo di cui all'art. 2359 del C.C. ,e di aver formulato l'afferta autonomamente; c) di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano , rispetto al concorrente, in situazione di controllo di cui all'art. 2359 delC.C.  (indicare quali) e di aver formulato l'offerta autonomamente;

13) di essere disponibili ad iniziare subito i lavori e ad eseguirli anche in pendenza della stipulazione del contratto ;

14) (eventuale) che si intende subappaltare, nei limiti consentiti dalle vigenti norme, i seguenti lavori/opere.......;

15) solo per i consorzi di cui all'art. 34, comma 1, lettera b) e c)  del D.lgs.12.04.2006 n.163 e s.m.i.: "che lo scrivente consorzio concorre alla presente gara in proprio o per i seguenti  consorziati..". (indicare quali).

16) solo per i raggruppamenti temporanei di concorrenti : “ di impegnarsi ad eseguire la prestazione nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento” (indicare altresi' in termini percentuali l'apporto alla qualificazione del raggruppamento da parte di ogni suo membro che dovra' corrispondere, sempre in  termini percentuali, alla quota di lavori che dallo stesso saranno eseguiti).

I soggetti consorziati individuati dovranno presentare, a pena di esclusione, dichiarazione a firma del legale rappresentante relativamente ai punti 2 –3 e 4.

Dovrà infine essere indicata la sede I.N.P.S., I.N.A.I.L. e Cassa Edile di cui l'impresa (ed eventuali consorziate) si avvale  per il versamento dei contributi previdenziali ed assicurativi  con il relativo numero di posizione ed il codice attivita' ISTAT.

In caso di ricorso all'istituto dell'avvalimento della attestazione SOA ai sensi e per gli effetti dell'art. 49 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i. nei limiti di quanto previsto dal presente bando, la dichiarazione del presente capo “A” dovrà essere integrata ai sensi dell'art. 49 comma 2 lettere a),b),c),d),e),f),g).

Si ricorda che ai sensi dell'art. 88 del D.P.R. 5.10.2010 n. 207 e s.m.i. il contratto di avvalimento di cui all'art. 49 comma 2 lett. f) del Codice dovrà riportare in modo compiuto, esplicito ed esauriente i seguenti elementi:

a)      oggetto: le risorse ed i mezzi prestati in modo determinato e specifico;

b)      durata;

c)      ogni altro elemento utile ai fini dell'avvalimento

Si ricorda altresì  che il concorrente può avvalersi di una sola impresa ausiliaria per ciascuna categoria.

Non è consentito che più di un concorrente si avvalga della stessa impresa ausiliaria e che partecipino come concorrenti alla stessa gara tanto l'impresa ausiliaria quanto quella che si avvale dei requisiti, a pena di esclusione di tutte le diverse offerte presentate.

In caso di raggruppamento temporaneo la dichiarazione inerente l'avvalimento dovrà essere sottoscritta, a pena di esclusione, da tutti i  componenti dello stesso.

La dichiarazione di cui ai punti  da 1 a 16  sopracitati, da redigersi sulla base del modello allegato al presente bando, dovrà contenere espresso riferimento all'appalto di cui trattasi  e dovrà essere  sottoscritta dal legale rappresentante dell'Impresa partecipante alla gara.

“B”

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

1) I concorrenti, ai fini dell'ammissione alla gara, sono tenuti, ai sensi della L. 266/2005 (legge finanziaria 2006) al pagamento della contribuzione di cui alla deliberazione dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di lavori, servizi e forniture del  03/11/2010  , secondo la tabella in essa riportata.

Tale contribuzione, in considerazione dell'importo dell'appalto in oggetto, ammonta a Euro 20,00.

I concorrenti, al momento della presentazione dell'offerta devono aver versato la somma dovuta a titolo di contribuzione.

Il mancato versamento di tale somma è causa di esclusione dalla gara.

Per eseguire il pagamento indipendentemente dalla modalità di versamento utilizzata, sarà comunque necessario iscriversi on line,anche per i soggetti già iscritti al vecchio servizio,al nuovo “servizio di Riscossione” raggiungibile dalla homepage sul sito web dell'Autorità (www.avcp.it) sezione “ Contributi in sede di gara” oppure sezione “ Servizi”.

L'utente iscritto per conto dell'operatore economico dovra' collegarsi al servizio con le credenziali da questo rilasciate e inserire il codice CIG che identifica la procedura alla quale l'operatore economico intende partecipare.Il sistema consentirà il pagamento diretto mediante carta di credito oppure la produzione di un modello da presentare a uno dei punti vendita Lottomatica Servizi, abilitati a ricevere il pagamento.

Pertanto sono consentite le seguenti modalità di pagamento della contribuzione:

  • On line  mediante carta di credito dei circuiti Visa, MasterCard, Diners, American Express.Per eseguire il pagamento sarà necessario collegarsi al “Servizio Riscossione” e seguire le istruzioni a video oppure il manuale del servizio.

A riprova dell'avvenuto pagamento ,l'utente otterra' ,all'indirizzo di posta elettronica indicato in sede di iscrizione,  la ricevuta di pagamento ,da stampare e allegare all'offerta.

  • In contanti muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione ,presso tutti i punti vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini.(all'indirizzo http://www.lottomaticaservizi.it  e 'disponibile la funzione “Cerca il punto vendita piu' vicino a te”.

Lo scontrino rilasciato dal punto vendita dovra' essere allegato in originale alla dichiarazione di cui al capo “A” del presente bando.

 Nel solo caso di concorrenti aventi sede legale oltre i confini del territorio nazionale e comunque in paesi membri dell'Unione Europea, è consentito il versamento del summenzionato contributo a mezzo di bonifico internazionale sul conto corrente bancario n. 4806788, presso il Monte dei Paschi di Siena (IBAN: IT77O0103003200000004806788),

(BIC:PASCITMMROM)  intestato all'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori,servizi e forniture. La causale del versamento deve riportare esclusivamente il codice identificativo ai fini fiscali utilizzato nel Paese di residenza o di sede del partecipante e il codice CIG che identifica la procedura cui l'operatore intende partecipare.

2) Cauzione pari al 2% dell'importo a base di gara da prestare mediante fidejussione bancaria o assicurativa, o rilasciata da ogni altro soggetto autorizzato in base alla normativa vigente.

Eventuali vizi di legittimazione dei soggetti abilitati al rilascio della cauzione non potranno gravare sulla stazione appaltante.

Pertanto al verificarsi di dette condizioni il concorrente verrà escluso dalla gara.

In caso di associazione temporanea di imprese, la polizza fidejussoria, o la fidejussione bancaria, dovra' essere intestata, a ciascuna impresa componente il raggruppamento ovvero soltanto alla designata capogruppo ma con espressa indicazione nell'atto della qualita' di mandatario di costituenda A.T.I.

La suddetta garanzia dovrà prevedere  espressamente, a pena di esclusione, la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'art. 1957, comma 2 c.c. nonchè l'operatività  della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice  richiesta scritta della stazione appaltante. Tale  cauzione dovrà avere, a pena di esclusione, validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell'offerta.

Ai fini della redazione di detta fidejussione  l'utilizzo dello schema 1.1 del D.M. 12.03.2004 n. 123  non soddisfa tutti i requisiti di cui all'art 75 comma IV del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. ; pertanto la presenza nella detta  fidejussione della seguente condizione particolare incondizionata, debitamente sottoscritta, sarà sufficiente a rendere idonea la stessa ai fini dell'ammissibilità alla gara: “in deroga alle condizioni generali e/o particolari la presente fidejussione deve intendersi prestata alle condizioni di cui all'art. 75 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i.

La cauzione dovrà essere corredata, a pena di esclusione, dall'impegno  certo ed incondizionato del fidejussore a rilasciare la garanzia definitiva con le modalità e nella misura prevista dall'art. 113 del D.lgs 163/2006 e s.m.i., qualora l'offerente risultasse aggiudicatario.

La cauzione potrà anche essere prestata mediante deposito in contanti o in titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato al corso del giorno del deposito, da effettuarsi esclusivamente presso la  Tesoreria della Provincia di Torino - UniCredit Banca  Ag. 54, Via Bogino n. 12 (tel. 011/861-2412) con la precisazione che la quietanza dell'avvenuto deposito dovrà essere allegata nella busta contenente i documenti. Per tale modalità di presentazione di cauzione, l'impegno certo ed incondizionato al rilascio della garanzia definitiva con le modalità e nella misura prevista dall'art.113 del D.Lgs 163/06 e s.m.i., dovrà essere assunto, a pena di esclusione, direttamente dal concorrente.

Le imprese in possesso dei requisiti di cui all'art. 75 comma 7 del D.lgs 163/2006 e s.m.i., per poter beneficiare della riduzione del 50% della cauzione ivi prevista, dovranno allegare alla stessa una dichiarazione a firma del legale rappresentante, attestante di essere in possesso della certificazione di qualità aziendale, conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO, rilasciata da ……………………..…. N. del    certificato…..……….emesso in data………………, con scadenza in data……… visionabile sul sito internet …………………….. (in sostituzione di detta dichiarazione potrà essere allegata alla dichiarazione di gara copia della certificazione);

Il consorzio stabile potrà beneficiare di tale riduzione se il possesso di suddetta documentazione sarà dallo stesso  dichiarato come posseduto da almeno una delle consorziate  ancorchè non individuate per l'esecuzione dei lavori ,ai sensi dell'art. 36 comma 7 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i..

In caso di raggruppamento temporaneo, per poter beneficiare della riduzione del 50% della cauzione, dovrà essere dichiarato, nelle modalità già sopra indicate,  il possesso della documentazione sopra descritta da parte di tutti i soggetti associati.

In caso di avvalimento dell'attestazione SOA per poter beneficiare della riduzione del 50% della cauzione, dovrà essere dichiarato il possesso della documentazione sopra descritta, nelle modalità già sopra indicate,  sia da parte dell'impresa concorrente sia da parte dell'impresa ausiliaria.

Si precisa che, a pena di esclusione, non si accetteranno altre forme di prestazione della cauzione ovvero cauzioni rilasciate da soggetti diversi da quelli sopra indicati.

La cauzione in argomento copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell'aggiudicatario ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.

Per tutti i concorrenti, ad eccezione dei primi tre classificati, la cauzione provvisoria si intenderà svincolata ad avvenuta pubblicazione sul sito internet della Provincia dell'esito di gara.

Ai primi tre classificati, ad eccezione dell'aggiudicatario, la stessa sarà svincolata entro 30 giorni dall'aggiudicazione (circa tre mesi dopo l'effettuazione della gara).

CONDIZIONI GENERALI

Il Capitolato Speciale d'Appalto dovrà intendersi modificato secondo le disposizioni del D.P.R. 207/2010 e s.m.i., della L.106 del 12.07.2010, del D.Lgs. 09.04.2008 n. 81 e s.m.i. e del D.Lgs. 20.03.2010, n. 53.

Si richiama l'applicabilità del D.M. 19/04/2000 n. 145 nelle parti ancora vigenti. e del D.P.R. 207/2010 e s.m.i

Possono partecipare alla gara tutti i soggetti di cui all'art. 34 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.. Alle associazioni temporanee ed ai consorzi si applicano le disposizioni di cui agli artt. 92,93 e 94 del D.P.R. 5.10.2010 , n. 207.

E' consentita la partecipazione delle associazioni temporanee di imprese e dei consorzi ordinari di concorrenti  anche se non ancora formalmente costituiti. In tal caso l'offerta, a pena di esclusione,  deve essere sottoscritta da tutte le imprese che costituiranno i raggruppamenti o i consorzi ordinari di concorrenti e contenere l'impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, le stesse imprese conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad una di esse, da indicare in sede di offerta e qualificata come capogruppo, la quale stipulera' il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti.      

In caso di associazione di imprese, o consorzi di cui all'art. 2602 c.c., la documentazione richiesta  nel presente bando  dovra' essere prodotta da ciascuna delle Imprese riunite o consorziate.

Per le Associazioni  Temporanee di Imprese  il possesso dei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi è disciplinato dall'art. 37 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e dall'art. 92  del D.P.R.  n. 5.10.2010 , n. 207.

E' vietata l'associazione in partecipazione. Salvo quanto disposto ai commi 18 e 19 dell'art. 37 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i., è vietata qualsiasi modificazione alla composizione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari di concorrenti, rispetto a quella risultante dall'impegno presentato in sede di offerta, fatte salve le disposizioni di cui all'art.51 del D.Lgs.163/2006  s.m.i.

Non possono altresì partecipare alla gara le società a capitale interamente pubblico o misto che si trovino nelle condizioni di cui all'art. 13 comma 1 del D.L. 223 del 04/07/2006 come convertito in L. 248 del 04/08/2006.

L' aggiudicazione  avrà  luogo anche nel caso vi sia un solo concorrente  che abbia presentato offerta valida, qualora questa sia ritenuta conveniente ed idonea.

Non sono ammesse varianti progettuali in sede di offerta.

Per quanto attiene al subappalto si richiamano i disposti di cui all'art. 118 del D.lgs. 163/2006 e s.m.i., e dell'art. 35 comma 28 dal D.L. 223/2006 convertito, con modificazioni, in Legge 04/08/2006 n. 248 nonchè quanto previsto in materia dal capitolato speciale d'appalto e dalla Deliberazione della Giunta Provinciale n. 293 – 12088 del 30.03.2010 .

La stazione appaltante non provvede al pagamento diretto al subappaltatore o al cottimista dell'importo dovuto per le prestazioni dagli stessi eseguite fatto salvo quanto disposto dall'art. 37 comma 11 ultimo periodo del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i..

L'aggiudicatario  è obbligato altresì a stipulare e a trasmettere alla stazione appaltante almeno dieci giorni prima della consegna dei lavori,  ai sensi dell'art. 129 comma 1 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., dell'art. 125 del D.P.R. 5.10.2010 , n. 207 e s.m.i. e del D.M. 123/2004, una polizza di assicurazione che copra i danni subiti dalla stazione appaltante a causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed  opere  anche preesistenti che si dovessero verificare nel corso dell'esecuzione dei lavori. L'importo della somma assicurata dovra' essere pari all'importo del contratto.

Dovrà essere inoltre fornita ogni altra garanzia prevista dall'art. 125 del citato D.P.R.207/2010 e s.m.i.

Si dà atto che alla gara sono ammesse anche le Imprese aventi sede in  altri  Stati aderenti all'Unione Europea secondo quanto previsto dall' art 7 del D.lgs.163/2006 e s.m.i. a dall'art. 62 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i.

Il concorrente ha facoltà di svincolarsi dalla propria offerta, qualora siano decorsi 180 giorni dal termine di presentazione dell'offerta, senza che sia stato stipulato  il contratto. La predetta facoltà non è esercitabile per il concorrente miglior offerente qualora il suddetto termine sia decorso inutilmente per cause non imputabili all'Amministrazione.

La revisione prezzi è disciplinata dall'art. 133  del  D.Lgs. 163/2006 e s.m.i..

Le opere di cui sopra sono finanziate  mediante  mutuo stipulato con la Cassa DD.PP..

Per il presente appalto trova applicazione l'art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n.136 e s.m.i. sulla “Tracciabilità dei flussi finanziari”.

La stazione appaltante si riserva la facoltà di inserire nel contratto di appalto apposita clausola di recesso unilaterale a favore della Provincia da esercitarsi in caso di riscontri negativi inerenti al possesso anche di uno solo dei requisiti previsti dagli artt. da 38 a 45 del D.lgs. 12/04/2006 n. 163 e s.m.i.. In caso di recesso per detti motivi e per ogni altro caso previsto dalla legge non saranno applicabili i disposti di cui all'art. 134 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i  e l'appaltatore  avrà diritto soltanto al pagamento dei lavori regolarmente eseguiti, decurtato degli oneri aggiuntivi derivanti dallo scioglimento del contratto. Si fa inoltre integralmente rinvio ai disposti di cui agli artt.138 e 139 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., agli artt.4 e 5 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i. e al citato art. 3 L. 136/2010 e s.m.i..

Fermi restando le previsioni della normativa antimafia ed i relativi adempimenti, l'Amministrazione appaltante, nel pubblico interesse, si riserva di procedere, in qualunque momento e anche in corso di esecuzione del contratto, alla revoca dell'aggiudicazione o al recesso dal contratto, ove venga comunque a conoscenza, in sede di informative di cui all'art. 4 del D.Lgs. 8 agosto 1994, n. 490, ovvero all'art. 1 septies del D.L. 6 settembre 1982, n. 629, conv. in L.12 ottobre 1982, n. 726, di elementi o circostanze tali da comportare il venir meno del rapporto fiduciario con l'appaltatore, anche in applicazione dell 'art. 113 del R.D. 23/5/1924, n. 827.

 Resta ferma in tale ipotesi l'applicazione dell'art. 140, comma 1, del D.lgs. 163/2006 e s.m.i..

AVVERTENZE

Il modello da utilizzarsi per la dichiarazione di cui al capo "A" e' quello allegato al presente bando.

Si rammenta che la falsa dichiarazione:

a) comporta sanzioni penali (art. 76 D.P.R. 28.12.2000 n. 445). A tal proposito si avverte che, ad avvenuto accertamento da parte della Provincia della resa falsa dichiarazione, il competente servizio provvederà all'immediata segnalazione del fatto alle competenti Autorità;

b) costituisce causa d'esclusione dalla partecipazione a successive gare (art. 38 lett. h) D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.).

In ordine alla veridicità delle dichiarazioni rese circa il possesso dei requisiti di ordine generale, la stazione appaltante potrà procedere a verifiche anche per i concorrenti non aggiudicatari.

Il soggetto miglior offerente dovrà inoltrare al Servizio Contratti, nel termine previsto - previa richiesta dell'Ufficio -  tutti i documenti necessari per il perfezionamento del contratto; in difetto  l'Amministrazione procederà ai sensi di legge.

L'aggiudicazione  definitiva  della  gara  è  subordinata  all'adozione

dell' apposita determinazione dirigenziale di aggiudicazione ai sensi dell'art. 11 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i.; pertanto il verbale di gara non terrà luogo di contratto.

L'aggiudicazione è altresì vincolata alle disposizioni di cui all'art. 23 D.L. 6 dicembre 2011 n. 201, convertito in L. 22/12/2011 n. 214.

L'aggiudicazione diventa  impegnativa per l'Amministrazione ad avvenuta efficacia del  provvedimento che la  dispone, mentre l'Impresa concorrente  è vincolata sin dalla scadenza  del termine per la presentazione delle offerte.

Si dà atto inoltre che l'aggiudicazione e la stipulazione del  contratto sono  subordinati altresì agli adempimenti di cui alla legislazione antimafia se ed in quanto applicabili.

La stipulazione del contratto ha luogo entro il temine di 60 giorni dall'emanazione del provvedimento di aggiudicazione definitiva efficace, salvo differimento espresso concordato con l'aggiudicatario. Lo stesso non può comunque essere stipulato prima di 35 giorni dall'invio dell'ultima delle comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione definitiva ai sensi dell'art.79 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.  salvo che nelle ipotesi di cui al comma 10 bis della medesima norma.

Si informa che, in caso di fallimento, di liquidazione coatta e concordato preventivo dell'appaltatore, o di risoluzione del contratto per grave inadempimento o di recesso dal contratto ex art. 11, comma 3, del D.P.R. 252/1998, l'Amministrazione avrà facoltà di procedere ai sensi dell'art. 140 del D.L.gs. 163/2006 e s.m.i. .

Alla gara di cui trattasi, si applicano tutte le norme contenute nel presente bando e nel regolamento per la disciplina dei contratti come integrato da provvedimenti contenenti indirizzi sulla disciplina degli appalti di lavori pubblici, in quanto compatibile con la normativa vigente, che e' visionabile presso il Servizio Contratti.

Le Imprese, con la semplice partecipazione alla gara accettano incondizionatamente tutte le norme contenute nel presente bando e nel citato regolamento.

Si informa, ai sensi dell'art. 13, comma 1, del D.Lgs. 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), che i dati forniti dai partecipanti alla gara sono necessari per la gestione del procedimento di appalto e sono raccolti ed in parte pubblicati, in applicazione delle vigenti norme in materia di appalti pubblici, a cura del Servizio Contratti.

Sono riconosciuti ai concorrenti i diritti di cui all'art. 7 del decreto legislativo citato esercitabili con le modalità di cui all'art 79 comma 5 quater del D.Lgs.163/2006 e s.m.i..

 Si applicano altresi in tema di accesso l'art. 13 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.  nonche' le disposizioni del vigente regolamento provinciale recante norme in materia di accesso agli atti e alle informazioni..

Si richiama in particolare l'applicazione dei commi 2 e 5 del sopracitato art.13  per la disciplina dei casi in cui l'accesso e' differito od escluso.

Il contratto stipulato a seguito della procedura oggetto del presente bando non conterra' la clausola compromissoria

Avverso il presente bando può essere presentato ricorso nei modi  e termini fissati dagli artt. dal 243bis al 246 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e dal D. Lgs. 53/2010 presso il Tribunale Amministrativo Regionale per il  Piemonte, C.so Stati Uniti 45 – Torino, tel. 0115576458, fax 0115576438.

Responsabile Unico del Procedimento:  Arch. Enrico Bruno Marzilli

Torino,  li  09/03/2012

IL DIRIGENTE SERVIZIO CONTRATTI
Dott.ssa Domenica VIVENZA