AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Politiche sociali

IPAB


Sei in: Home > Solidarietà sociale > IPAB


IPAB

Le IPAB, Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza, nate nel 1890 con la L. n. 6972/1890 (c.d. Legge Crispi), rappresentano il primo tentativo dello Stato di istituire un soggetto che si occupi della beneficenza pubblica e si caratterizzano per la tradizionale attività di assistenza svolta nei confronti delle persone svantaggiate, soprattutto grazie alla generosità dei privati benefattori e ai finanziamenti pubblici. Le IPAB concorrono alla realizzazione del sistema integrato dei servizi sociali previsto dalla L. 328/2000, in attuazione del principio di sussidiarietà ed in forza del loro forte radicamento nel territorio, essendo enti che per tradizione e origine sono molto vicini ai bisogni di assistenza dei cittadini.
Nel 2011 il 61% delle IPAB attive della Provincia di Torino offre servizi agli anziani, il 20% opera nel settore scolastico, il 9% si occupa di attività varie, il 5% di minori e l’ulteriore 5% di beneficenza.

grafico ipab

La normativa statale prevede la trasformazione delle IPAB in ASP (aziende di servizi alla persona), enti di diritto pubblico e in associazioni e fondazioni, di diritto privato, che avrà luogo successivamente all'entrata in vigore della legge regionale di riordino delle IPAB stesse.
La Regione Piemonte (art. 5, comma 3, L. n. 1/2004) ha delegato alle province, fino alla trasformazione suddetta, le seguenti funzioni:

  • vigilanza sugli organi e sull'attività amministrativa delle IPAB, esclusi la sospensione e lo scioglimento del consiglio di amministrazione e la nomina del commissario straordinario;
  • nomina dei membri del consiglio di amministrazione delle IPAB quando questa sia di competenza regionale e dichiarazione di decadenza dei membri del consiglio di amministrazione delle IPAB nei casi previsti dalla legge.

ASSOCIAZIONI E FONDAZIONI EX IPAB
Alcune IPAB hanno chiesto ed ottenuto, ai sensi della L.R. n. 10/1991 e s.m.i., il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato alla Regione Piemonte, trasformandosi in associazioni e fondazioni.
Nel 2011 il 65% delle EX-IPAB attive della Provincia di Torino opera nel settore scolastico, il 17% offre servizi agli anziani, il 14% si occupa di attività varie, il 2% di minori e l’ulteriore 2% di beneficenza.

grafico ex ipab

La Regione Piemonte (art. 5, comma 2, lettera l, L.R. n. 1/2004) ha attribuito alla Provincia la funzione di controllo pubblico, ai sensi degli articoli 23 e 25 del codice civile, sull'amministrazione delle persone giuridiche di diritto privato che hanno ottenuto il riconoscimento in seguito alla trasformazione delle I.P.A.B. o delle aziende pubbliche di servizi alla persona, compresi lo scioglimento del Consiglio di amministrazione e la nomina del commissario straordinario.

 

Per informazioni
Servizio Politiche Sociali e di Parità
Ufficio Amministrativo
Via Maria Vittoria, 12 – 10123 Torino
Tel. 011 861 2884 - 2379
Adriana Ianuale
Imelde La Gamba
E-mail: adriana.ianuale@provincia.torino.it  
E-mail: imelde.la_gamba@provincia.torino.it

 

torna su^

Ultimo aggiornamento: 18/11/2013