AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino, pertanto non saranno più garantiti gli aggiornamenti dei vari canali di questo sito.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi da parte dell'Ente, sono raggiungibili dal portale della Città Metropolitana di Torino, attraverso il quale è possibile collegarsi anche con le pagine ancora in fase di completamento.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

Politiche sociali

Sei in: Home > Politiche sociali > Minori e famiglie 

LAVORARE CON IL CONFLITTO: DARE CONTINUITA’ AI LEGAMI FAMILIARI

 

I Luoghi Neutri per il diritto–dovere di visita e di relazione

Nella vita di taluni bambini ci sono circostanze in cui la continuità dei legami familiari è a rischio di indebolimento, se non di perdita. Separazioni e divorzi altamente conflittuali, affidamenti eterofamiliari, svariate situazioni di gravi e profonde problematicità di un componente o dell’intero nucleo familiare, originano l’accesso a questo tipo di intervento .
Il c.d. Luogo Neutro è volto a favorire e sostenere, al di là delle crisi e delle rotture familiari, il mantenimento o la ripresa dei rapporti con i genitori o con altri adulti significativi, secondo quanto sancito dall'art. 9 della Convenzione Internazionale di New York (1989) sul “diritto del fanciullo separato da entrambi i genitori o da uno di essi, di intrattenere regolarmente rapporti personali e contatti diretti con entrambi i genitori, a meno che ciò non sia contrario al suo interesse preminente”.
L’invio avviene prevalentemente su provvedimento dell’Autorità Giudiziaria minorile e di famiglia.

L’intervento si configura come un ambito di protezione, cura e facilitazione dei legami tra le generazioni e si sviluppa in stretta collaborazione con la rete dei Servizi Psico-Sociali del territorio, dei Mediatori familiari e dei Conduttori di Gruppi di Parola per figli di genitori separati.

In tal senso la Provincia di Torino, attraverso il Tavolo di Coordinamento interprovinciale dei Servizi di Consulenza e Mediazione familiare, da tempo si prefigge di “…sviluppare ambiti di raccordo tra le pratiche di Mediazione Familiare e quelle dei Luoghi Neutri, analogamente impegnati al mantenimento della continuità genitoriale indebolita dalla rottura dei legami familiari” (D.G.P n. 313-11560 del 30.3.10).

Il Percorso di ricerca ha preso spunto dalla necessità di uno sguardo di insieme su queste pratiche attivate intorno alla fine degli anni 90 dagli Enti Gestori dei Consorzi Socio assistenziali della provincia di Torino e intende far conoscere meglio l’esistenza degli spazi di Luogo Neutro del nostro territorio, mettere in circolo informazioni non solo tra addetti ai lavori, far emergere riflessioni ed interrogativi su come affrontare, con rinnovata energia, la sfida che comporta il sostegno alla continuità dei legami familiari

scarica il documento
Lavorare con il conflitto: dare continuità ai legami familiari (formato pdf 1550 KB)

 

 

Ultimo aggiornamento: 08/01/2013