AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Ambiente > ANNO 2008: Rifiuti organici: intesa siglata in Provincia


Rifiuti organici: intesa siglata in Provincia
I costi del trattamento fuori provincia saranno distribuiti equamente tra tutti i Consorzi


PRESENTAZIONE

Un protocollo d'intesa con i Consorzi di Bacino e le Aziende di Servizio Gestione Rifiuti per il trattamento della frazione organica è stato siglato il 15 febbraio scorso presso la sede dell’Assessorato alla Pianificazione ambientale della Provincia di Torino.

Il documento riguarda 46 mila delle 136 mila tonnellate di umido prodotte annualmente in tutta la provincia che dovranno ancora essere trattate e quindi inviate negli impianti situati al di fuori del territorio. I maggiori costi derivati dal trasporto di questa parte di rifiuti organici saranno distribuiti equamente, a partire da quest’anno, su tutti i Consorzi. Il trattamento verrà a costare 98 euro alla tonnellata, con un aumento rispetto al 2007 di 3,14 euro uguali per tutti, anziché più del doppio a carico di coloro che devono inviare l’umido fuori provincia.

I dati più recenti riguardanti il trattamento dei rifiuti organici e della produzione di compost (il risultato della decomposizione e dell'umificazione di un misto di materie organiche che può essere utilizzato come fertilizzante) - è stato ribadito durante l'incontro - sono incoraggianti: gli scarti nello stesso compost sono scesi dall’8 al 6 per cento.

(22 febbraio 2008)