AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > ViabilitÓ > ANNO 2008: Tangenziale est di Torino


Tangenziale est di Torino
dopo la definizione del corridoio, martedì la Provincia assegnerà al Politecnico
l'incarico per la seconda fase dello studio

PRESENTAZIONE

Sei mesi di lavoro del comitato di pilotaggio, composto da Provincia di Torino e sindaci dei Comuni interessati, per arrivare a definire grazie al contributo super partes del Politecnico di Torino il corridoio di minore impatto per la tangenziale est di Torino, che servirà a chiudere l'anello ad oggi incompiuto della tangenziale, risolvendo enormi problemi di traffico da e per Torino.
Ieri pomeriggio gli amministratori hanno definito l'intesa "con un atto di grandissimo valore - sottolinea il presidente della Provincia Antonio Saitta- perché si è lavorato con grande concordia istituzionale e superando le visioni localistiche dei singoli Comuni. La definizione del corridoio è stato un atto pubblico, avvenuta senza pregiudizi ed accogliendo i suggerimenti che da più parti sono arrivati".

Il corridoio indicate scelto dalle Amministrazioni Comunali (ad eccezione del Comune di Montaldo) è quello centrale, che si sviluppa dalla rotonda di S.Anna attraverso i territori comunali di Chieri, Andezeno, Montaldo, Marentino, Sciolze, Gassino, Rivalba, S.Raffaele Cimena fino alla rotonda in corso di realizzazione sulla S.R.590: si prevede la futura lunghezza del tracciato di circa 20 km e la realizzazione di alcune gallerie; "il punto fermo oggi è l'attacco della futura tangenziale est che avverrà a nord - spiega l'assessore provinciale Franco Campia - dove la Regione Piemonte sta costruendo il ponte sul fiume Po all'altezza di San Raffaele Cimena". Le amministrazioni Comunali hanno anche sollecitato la Provincia di Torino a procedere con l'approfondimento del lavoro attraverso l'elaborazione di ipotesi alternative di tracciati all'interno del corridoio al fine di poter valutare l'intervento in modo più puntuale.

"Il Politecnico - ha aggiunto il presidente Saitta - ha avuto carta bianca ed ora per avviare la seconda fase incaricheremo nuovamente gli stessi esperti di scegliere fra le soluzioni ipotizzate quella che presenta minor impatto ambientale e maggiori effetti positivi sul territorio. La Giunta provinciale martedì 23 delibererà il secondo incarico al Politecnico per proseguire il lavoro".

(16 dicembre 2008)