AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Viabilità > ANNO 2009: Circonvallazione Borgaro-Venaria


INAUGURATO IL PRIMO TRATTO DELLA CIRCONVALLAZIONE BORGARO - VENARIA
L'opera realizzata con fondi della Provincia di Torino, della Regione Piemonte e dello Stato

PRESENTAZIONE

È stato inaugurato e aperto al traffico questa mattina, alla presenza del presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta, dell'assessore alla Cultura della Regione Piemonte Gianni Oliva e dei sindaci della zona, il primo ramo della circonvallazione di Borgaro e Venaria, detto di Borgaro Nord, che collega la rotatoria di via America alla rotonda di Borgaro verso Caselle sulla SP 2.
Il nuovo tratto stradale consente al traffico dell'asse Torino-Caselle, e in particolare ai mezzi pesanti, di evitare l'attraversamento di Borgaro, sgravando così il centro urbano del grave problema del traffico di passaggio.
E' lungo 1160 metri ed è largo 10,5 metri, con una corsia per senso di marcia. La rotatoria Borgaro Nord (incrocio con la SP 2 e con via Italia) ha un diametro di 76 metri, mentre la Borgaro Ovest (incrocio con via America) un diametro di 70 metri. L'opera d'arte principale è il viadotto sulla ferrovia Torino-Ceres, di lunghezza pari a 58 metri, composto da tre luci. Il costo totale del ramo Borgaro Nord è stato di circa 3 milioni di euro.
L'opera complessiva delle circonvallazioni di Venaria Reale e Borgaro Torinese, una volta terminata, permetterà di collegare direttamente:

  • il sistema autostradale tangenziale di Torino con la SP 1 delle Valli di Lanzo, consentendo un accesso da nord alla Reggia e alla Mandria,
  • Venaria Reale con Borgaro Torinese;
  • l'aeroporto di Caselle con la Reggia, la Mandria e le Valli di Lanzo

Avrà una lunghezza complessiva di circa 7 chilometri, di cui 2,5 (dallo svincolo SATT all'intersezione di via America) a carreggiate separate, con due corsie per senso di marcia, e 4,5 (dallo svincolo di via America verso Venaria e verso Borgaro) a carreggiata unica, con una corsia per senso di marcia.

Le opere d'arte principali lungo il tracciato sono:

  • il viadotto di attraversamento del torrente Stura di Lanzo (lunghezza 610 metri)
  • la galleria artificiale di sottopasso alla ferrovia Torino - Ceres (lunghezza 364 metri)
  • il viadotto di scavalco della stessa ferrovia Torino - Ceres (lunghezza 364 metri).

L'andamento complessivo dei lavori è attualmente al 60%.
Il costo totale dell'opera è di 77 milioni e 560 mila euro, ed è finanziato per oltre 20 milioni dalla provincia di Torino, per 13 milioni dalla Regione Piemonte e per la parte restante dallo Stato mediante fondi Cipe.
La fine dei lavori è prevista per giugno 2010, ad eccezione dell'intervento di bonifica ambientale da realizzarsi in corrispondenza dell'asse di collegamento tra lo svincolo America e la rotatoria Borgaro Ovest, per il quale si prevede il completamento per dicembre 2010.
"La variante di Borgaro - Venaria, una delle grandi opere messe in cantiere durante il nostro precedente mandato" ha spiegato il presidente Saitta, "darà una svolta a tutta la viabilità a nord di Torino. Inoltre, è di importanza strategica anche in vista delle celebrazioni per il 150° dell'Unità d'Italia, quando, in soli 9 mesi, 7 milioni di turisti si sposteranno tra Torino e la Reggia di Venaria".

(16 ottobre 2009)