AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Ambiente > ANNO 2009: Festa con le piante a Flor09


Flor 09: festa con le piante preservando l’ambiente
La prima mostra di giardinaggio dedicata alla salvaguardia dell’ambiente

PRESENTAZIONE

Un'innovativa mostra di giardinaggio e orticoltura nasce nel segno della memoria e del futuro: venerdì 9 ottobre alle ore 15, Flor 09 apre i battenti al Parco del Valentino di Torino per proseguire sabato 10 e domenica 11 ottobre, raccogliendo l'eredità di un prestigioso precedente, Flor 61.

Nel 1961 infatti, in occasione dei festeggiamenti per il centenario dell'Unità d'Italia, fu organizzata al Valentino la prima mostra di giardinaggio italiana, con 800 espositori provenienti da 19 Paesi e un pubblico di 600.000 visitatori. Il record di questi dati, rimasti insuperati nonostante la crescita del settore nei decenni successivi, assegna agli organizzatori di Flor 09 la responsabilità di rinnovare in chiave attuale la memoria dell'evento, facendo riemergere lo spirito di kermesse sul filo delle piante e dei giardini in un Piemonte creativo e all'avanguardia nelle politiche ambientali.

E sul tema dell'attenzione all'ambiente e della sostenibilità Flor 09 gioca le sue carte più innovative. È infatti la prima mostra di giardinaggio italiana che si preoccupa della salvaguardia dell'ambiente mettendo in atto un metodo "dolce" e "pulito" di gestire l'evento e di offrire ai visitatori divertimento e cultura limitando le fonti di inquinamento.
Flor 09 è organizzata nell'ambito della campagna di mobilitazione energetica "Uniamo le energie", promossa dalla Regione Piemonte, che negli stessi giorni, e da numerose e articolate prospettive, si impegna a sondare i modi più efficienti per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche ambientali. A Flor 09 sono banditi i sacchetti di plastica a favore di quelli biodegradabili, anticipando una scelta della città di Torino, che dal prossimo primo gennaio, in linea con quanto richiesto dall'Europa ma con un anno di anticipo sulle tempistiche nazionali, non ammetterà più l'uso di sacchetti di plastica negli esercizi commerciali cittadini.

A Flor 09 saranno biodegradabili persino le stoviglie e le posate dello street food d'autore voluto per deliziare il palato dei visitatori. In ogni caso la raccolta dei rifiuti prodotti nel corso della manifestazione sarà rigorosamente differenziata. Agli espositori verrà chiesto di segnalare, con un apposito cartello, la specie o la varietà vegetale di loro produzione che ritengono più "sostenibile", ovvero più vicina alle regole inderogabili del giardinaggio e dell'orticoltura contemporanei in sintonia con l'ambiente: scarsa o nulla necessità di trattamenti fitosanitari, buona resistenza alla siccità, capacità di vivere anche in vaso sulle terrazze urbane e di collaborare, quindi, alla qualità dell'aria in città, e così via.
Per gratificare anche l'udito e creare suggestive atmosfere nel verde, a Flor 09 ci sarà un assaggio intrigante di musica ambient senza necessità di collegamenti alla rete elettrica: tutta l'energia necessaria al progetto Play on Plaid (sonorizzazioni sabato e domenica a partire dalle ore 16) sarà un regalo della luce, a costo nullo e a impatto zero. E, grazie ai carrellini a energia solare, gli artisti chiamati alle performance potranno anche spostarsi all'interno dell'area della manifestazione.

A Torino Esposizioni, dove avranno luogo le altre manifestazioni di "Uniamo le energie" collegate a Flor 09, si arriverà a molto di più: il progetto Eva porterà in scena per esempio una performance che utilizza il legno come fonte sonora e il Sustainable Dance Club: i ragazzi stessi, ballando su una pedana, produrranno l'energia necessaria al funzionamento della discoteca. Le piante saranno protagoniste non solo negli oltre cento stand di Flor 09, ma anche in grandi mostre tematiche allestite per l'occasione, come richiamo al ruolo della biodiversità nel regno vegetale e della ricerca orticola, con particolare riguardo alle piante alimentari: 400 le varietà di zucca, 700 di peperoncini, parecchie centinaia le vecchie varietà di frutta provenienti da tutta Italia, ma soprattutto dalle campagne piemontesi. Una spettacolare mostra di graminacee in vaso (alcune di oltre tre metri di altezza) racconterà poi il ruolo delle "erbe" nel giardinaggio contemporaneo e allo stesso tempo, ormai in una fase post sperimentale, nella produzione ecocompatibile di etanolo e come biomassa energetica per gli impianti di generazione di energia rinnovabile. E, ancora, sempre loro, le piante. A seguito di complessi conteggi verrà compensato l'impatto ambientale associato all'evento, e le emissioni con potenziali effetti sul clima saranno ripagate con la piantagione di un nuovo boschetto di alberi nella stessa sede della manifestazione, il Parco del Valentino, e in un secondo sito sulle colline prossime alla città. Soprattutto per questo Flor 09 può ritenersi a buon diritto la prima mostra di giardinaggio a impatto zero. Anche quando non dichiaratamente mirato alla sostenibilità ambientale, molto di ciò che l'organizzazione sta preparando per i visitatori di Flor 09 nel fine settimana del 9-11 ottobre prossimo segue un filo di scelte "dolci", con estrema attenzione ai bambini, cui è dedicato un fitto calendario di laboratori botanici, orticoli e ludici afferenti principalmente a tre progetti di altrettante realtà piemontesi di rilevanza nazionale: Slow Food, Consolata Pralormo Design e Peraga Garden Center.

"Giardiningiro", il verde in città

Infine, per sensibilizzare i cittadini torinesi sulla bellezza e sul valore del verde nel contesto urbano, il progetto "Giardiningiro" ha scelto nei giorni scorsi i 20 paesaggisti (su oltre 50 che hanno partecipato al concorso internazionale del luglio scorso) che allestiranno un loro giardino temporaneo nel quartiere multietnico di San Salvario, prossimo al Parco del Valentino. "Giardiningiro" prevede inoltre workshop e un gran numero di conferenze e presentazioni di libri.

Info
info@orticolapiemonte.it - info@giardiningiro.it

E dopo Flor 09. "vivai aperti!

Con l'obiettivo di far conoscere i vivai di qualità presenti sul territorio e invitare gli appassionati di giardinaggio a visitarli nel periodo più propizio alle nuove piantagioni, la Nuova società orticola del Piemonte, con il contributo della Provincia di Torino, organizza una due giorni di "porte aperte", il 24 e 25 ottobre: un'occasione per poter ammirare le piante anche nella loro cornice naturale, e per ricevere consigli mirati su dove posizionarle e come allevarle. Ciascun vivaio ha da proporre le sue specialità: dagli arbusti da bacca del vivaio Maurizio Feletig alla collezioni di Aster dell'Erbaio della Gorra, dalla magnifica collezione di piante aromatiche dei Fratelli Gramaglia alle piante tropicali di Tropicamente, dalle piante per giardini ecosostenibili di Millefoglie alle peonie arbustive ed erbacee del vivaio Buffa, solo per citarne alcuni.

(8 ottobre 2009)