AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Ambiente > ANNO 2009: Rimborsi Iva sulla Tia sospesi per un mese


Rimborsi Iva sulla Tia sospesi per un mese
Costituito un tavolo tecnico di coordinamento

PRESENTAZIONE

Sospesi per almeno un mese eventuali rimborsi sull'va della Tia ed inalterate le prossime fatture, in attesa di fare chiarezza sulla decisione della Corte Costituzionale: è quanto hanno stabilito I Consorzi e le Aziende di gestione rifiuti del territorio provinciale che si sono incontrate oggi con l'assessore all'ambiente Roberto Ronco della Provincia di Torino, presso la sede di Corso Inghilterra, con l'obiettivo di fare chiarezza sulle modalità di applicazione della sentenza.
La partecipazione è stata numerosa: sono infatti 67 i Comuni che attualmente applicano la Tia su 316 dell'ambito di gestione rifiuti provinciale, e la decisione della Corte Costituzionale coinvolge all'incirca 850mila cittadini.
"Ma la situazione è molto confusa" spiega l'assessore Ronco "a seconda dei territori emergono differenti problemi di applicabilità. Ora come ora, senza le indispensabili indicazioni normative più precise, si corre il rischio di creare disparità di trattamento dei cittadini a seconda di dove vivono e anche quello che Consorzi e aziende di gestione dei rifiuti prendano decisioni che in un futuro a breve termine dovranno essere sconfessate creando ulteriore confusione".
Di qui la decisione, condivisa all'unanimità da tutti i partecipanti, di non intraprendere nelle prossime settimane iniziative sparse per erogare i rimborsi o per modificare il sistema in corso di fatturazione.
Nel frattempo, Consorzi e aziende, con il coordinamento dell'Assessorato all'ambiente della Provincia, hanno costituito un tavolo tecnico per valutare tutti i problemi connessi alla sentenza della Corte Costituzionale e capire come trovare una soluzione equa. A questo proposito il Tavolo di coordinamento ha stabilito di consultare nelle prossime settimane anche le associazioni provinciali dei consumatori e di categoria, in modo da offrire ai cittadini un'informazione il più possibile esauriente.

(11 settembre 2009)