AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Viabilità > ANNO 2010: Piano operativo viabilità


Piano operativo viabilità
Servizio quinquennale di manutenzione invernale sulle strade provinciali secondarie

PRESENTAZIONE

Dopo il piano 2010-2015 relativo alla manutenzione invernale della rete delle strade principali, deliberato nel marzo scorso, la Giunta provinciale ha ora approvato il piano degli interventi sulla rete delle strade di secondo livello per il medesimo quinquennio 2010-2015. Si tratta di 146 lotti per una spesa complessiva di 1 milione e 881mila euro.

Sono previsti n. 9 bandi per l'espletamento di n. 146 gare a procedura aperta (pubblico incanto) suddivisi nel seguente modo:

  1. lotti dal n. 1 al n. 12 (Circoli Territoriali di PINEROLO, CAVOUR, LUSERNA S.G. E PEROSA ARGENTINA): pubblicazione del bando in data 11/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 14/06/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 15/06/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 02/07/2010);
  2. lotti dal n. 13 al n. 26 (Circoli Territoriali di CARMAGNOLA, CARIGNANO, CHIERI E MONCALIERI): pubblicazione del bando in data 11/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 16/06/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 17/06/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 02/07/2010);
  3. lotti dal n. 27 al n. 34 (Circoli Territoriali di ORBASSANO, PIOSSASCO E VIGONE): pubblicazione del bando in data 11/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 22/06/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 23/06/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 09/07/2010);
  4. lotti n. 35 al n. 52 (Circoli Territoriali di ALMESE, GIAVENO E SUSA): pubblicazione del bando in data 18/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 28/06/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 29/06/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 16/07/2010);
  5. lotti n. 53 al n. 73 (Circoli Territoriali di LANZO T.SE, PIANEZZA, VIU' E CERES): pubblicazione del bando in data 18/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 30/6/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 01/07/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 16/07/2010);
  6. lotti n. 74 al n. 95 (Circoli Territoriali di CASELLE, CIRIÈ, COASSOLO E RIVAROLO): pubblicazione del bando in data 18/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 05/07/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 06/07/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 23/07/2010);
  7. lotti n. 96 al n. 112 (Circoli Territoriali di CALUSO, IVREA, PAVONE C.SE E STRAMBINO): pubblicazione del bando in data 26/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 07/07/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 08/07/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 23/07/2010);
  8. lotti n. 113 al n. 132 (Circoli Territoriali di BRUSASCO, CHIVASSO, GASSINO E VOLPIANO): pubblicazione del bando in data 26/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 12/07/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 13/07/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 30/07/2010);
  9. lotti n. 133 al n. 146 (Circoli Territoriali di CASTELLAMONTE, CUORGNÈ, PONT C.SE E VISTRORIO): pubblicazione del bando in data 26/05/2010, scadenza per la presentazione delle offerte in data 14/07/2010 alle ore 14.30, attivazione operazioni di gara il 15/07/2010 (con conclusione in pari data ovvero il 30/07/2010).

La modalità di gestione dei servizi è del tipo "a misura" e prevede il noleggio da appaltatori esterni degli automezzi e delle attrezzature, ritenute necessarie per mantenere a livelli di efficienza e sicurezza il piano stradale soggetto a fenomeni meteorologici avversi come formazione di ghiaccio sul piano viabile e precipitazioni nevose, per un periodo complessivo di cinque stagioni invernali.

L'attività degli Appaltatori, nei servizi di prevenzione antigelo e di sgombero neve, si sviluppa su indicazione del personale operativo del Servizio Esercizio Viabilità, sui tratti di strada facente parte dei lotti di specifica competenza.

Nell'ambito del servizio di trattamento preventivo antigelo è previsto lo spargimento di soluzioni saline o di composti di sale e sabbia, in modo da impedire la formazione del ghiaccio attraverso l'azione chimica dei sali e l'azione meccanica della sabbia.

I servizi invernali saranno effettuati avendo cura di non arrecare danni alla pavimentazione stradale e alle sue pertinenze oltre che alle proprietà private.
Qualora si vengano a formare croste di ghiaccio o di neve compressa a causa di imperfezioni della sagoma stradale, tali croste verranno aggredite con lo spargimento di inerti miscelati a cloruri di sodio o di calcio a seconda delle temperature e della quota altimetrica.

Le fasi di attivazione degli interventi sono così descrivibili:

  • FASE 1: Si attiva al primo allarme dei bollettini meteo, con una funzione preventiva e di monitoraggio: viene sparso il sale sulle strade per rallentare il deposito della neve a terra. Al cadere dei primi fiocchi, sino ai 3-5 cm di manto nevoso, si interviene a seconda delle previsioni sui punti strategici per la circolazione e sulle strade ove si verifica la nevicata (cavalcavia, collina, strade ad alto scorrimento). Il numero dei mezzi viene scelto volta per volta dai responsabili territoriali a seconda dell'intensità e della estensione della superficie stradale da trattare.
  • FASE 2: Si attiva quando il manto nevoso supera 3- 5 cm. In questo caso tutti i mezzi a disposizione della Provincia sono allertati. Tipicamente entreranno in funzione solo quelli necessari in relazione al progredire dell'evento atmosferico e senza alcun supporto da parte dei mezzi della Provincia.
  • FASE 3: In corrispondenza di questo livello le precipitazioni nevose variano tra i 10 e i 50 cm. Oltre allo sgombero della neve potrebbe essere necessario il trattamento antigelo per evitare la formazione di ghiaccio sul piano viabile.
  • FASE 4: Scatta quando la neve caduta al suolo è superiore ai 50 cm. Tipicamente tutti i mezzi sono allertati e/o funzionanti. Il servizio delle imprese può essere integrato, se necessario, da quello dei mezzi e del personale della Provincia. Oltre allo sgombero della neve viene eseguito il trattamento antigelo con sale e sabbia per impedire la formazione di lastre di ghiaccio. In presenza di Livello 4 potrebbero esserci interruzioni e chiusura delle strade secondaria a bassa intensità di traffico. In questi casi la Provincia si attiva affinché non vengano creati disagi alla circolazione e siano raggiungibili i centri di primaria importanza considerati strategici ad esempio per la presenza di ospedali, scuole o centri di prima necessità.
  • FASE 5: E' il livello più severo di intervento in caso di eventi eccezionali. Tutti i mezzi delle imprese e della Provincia sono operativi sia nella rimozione della neve dal manto stradale che nella insabbiatura. Il servizio viene svolto con priorità nelle strade principali ad alta densità di traffico sulle quali, considerata l'eccezionalità dell'evento, non è possibile escludere a priori disguidi alla circolazione stradale ed interruzioni della stessa a causa di incidenti o per altre difficoltà nella rimozione della neve. In corrispondenza di questo livello i servizi di sgombero della neve vengono svolti per dare priorità ai mezzi della protezione civile nel fornire soccorsi alle zone con maggiore disagio.

Il numero degli automezzi da mettere a disposizione della Provincia di Torino viene fissato in funzione del percorso per ogni tratta stradale: nei 146 lotti in cui sono stati suddivisi i servizi quinquennali, a misura di sgombero neve e trattamento preventivo antigelo sulle strade provinciali di "secondo livello", sono stati richiesti i seguenti mezzi:

  • n. 21 automezzi di potenza non inferiore a CV 200;
  • n. 258 automezzi di potenza non inferiore a CV 150;
  • n. 32 automezzi di potenza non inferiore a CV 130;
  • n. 3 automezzi di potenza non inferiore a CV 100;
  • n. 14 pale gommate;
  • n. 3 trattori;
  • n. 2 autocarri 180 q.li;

dotati delle seguenti attrezzature:

  • n. 289 lame o vomeri;
  • n. 142 spandisale.

Preme evidenziare come i costi del servizio invernale, a misura sulle strade di secondo livello, sono suscettibili di aumenti/diminuzioni in funzione di fattori esterni, non ponderabili, relativi all'andamento meteorologico reale delle singole stagioni.

Le informazioni sull'articolazione dei lotti, in cui è suddiviso il servizio quinquennale, le strade, gli automezzi, le attrezzature richieste nonché gli importi a base d'appalto, sono disponibili su: www.provincia.torino.it/servizi/appalti/gare.htm

(11 maggio 2010)