AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Cultura > ANNO 2010: Organalia - Suoni d'Inverno


ORGANALIA - SUONI D'INVERNO
Tredici concerti dal 2 dicembre 2010 al 22 gennaio 2011

PRESENTAZIONE

Con la stagione invernale riparte Organalia - Suoni d'Inverno, la seconda edizione della rassegna strumentale della Provincia, con il sostegno della Fondazione CRT: tredici concerti da giovedì 2 dicembre 2010 a sabato 22 gennaio 2011.

Per l'apertura, al Tempio Valdese, l'olandese Ton Koopman introdurrà l'Avvento con un'antologia incentrata su Bach, quindi si andrà in Val Chisone, a Fenestrelle, dove nella parrocchiale sarà possibile ascoltare un concerto dedicato alla musica del territorio occitano. Questo appuntamento prosegue la collaborazione con le Minoranze linguistiche, importante progetto di tutela e di valorizzazione della Provincia.
Il concerto, come altri di questa rassegna, viene condiviso dal cartellone Chantar l'Uvern. A Fenestrelle ci saranno l'organista ligure Silvano Rodi e i francesi Francois Dujardin e Jean Christophe Maillard.
A Piobesi Torinese, Marco Limone con un'antologia dedicata ai compositori piemontesi o che hanno attivamente operato in Piemonte nel periodo a cavallo tra XIX e XX secolo, uno dei periodi più fecondi per la musica organistica.
A La Loggia, Andrea Macinanti, organista bolognese, accanto alla cantante giapponese Hiroko Miura e all'ensemble vocale Cantori Veneziani diretto da Diana D'Alessio offriranno un omaggio alla figura di un compositore ebraico, Guido Alberto Fano particolarmente attivo nel XX secolo.
L'ultimo appuntamento del 2010 sarà a Volpiano con il duo formato dall'organista modenese Stefano Pellini e dal sassofonista piacentino Pietro Tagliaferri con il loro progetto Riverberi, musiche che spaziano nel tempo.

Ad aprire il 2011 sarà il duo costituito per l'occasione dall'organista milanese Maurizio Salerno e dal soprano triestino Laura Antonaz, con un'antologia dedicata alla Beata Vergine Maria, nell'elegante e raffinata cornice della confraternitale del Santo Sudario a Torino nel pomeriggio dell'Epifanìa.
Il giorno dopo, per la prima volta nella centralissima Chiesa di San Tommaso, in via Pietro Micca, sul restaurato organo Vegezzi Bossi, giungerà il britannico John Scott; quindi si ritornerà in montagna, nell'affascinante e austera cornice dell'Abbazia di Novalesa con il torinese Luca Guglielmi, con un concerto dedicato alla musica del '500.
Nella Cattedrale di Susa, Massimo Nosetti, interprete della musica francese, presenterà Cèsar Franck e la sua scuola. L'ultimo dei concerti organistici si terrà a Lanzo Torinese, Gianluca Libertucci sarà l'interprete di Caleidoscopio Europeo, appuntamento che, con quelli di Novalesa e Susa, fa parte del cartellone Chantar l'Uvern.

Infine il progetto "Stefano Tempia" quest'anno sarà concretizzato da tre appuntamenti, il 20 gennaio a Chivasso, il 21 a Strambino e il 22 a Moncalieri: verrà presentata la spiritualità latino - americana così come l'ha pensata il compositore argentino Ariel Ramirez, il tutto sotto la direzione del torinese Michele Frezza.

Tutti i concerti sono a ingresso libero e gratuito.

(25 novembre 2010)