AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

Tutte le pagine, i canali, le informazioni valide e aggiornate per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili solo ed esclusivamente nel portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Istituzionale > ANNO 2010: Osservatorio sulla Torino-Lione


OSSERVATORIO SULLA TORINO-LIONE

ALTA VELOCITÀ, L'OSSERVATORIO RISPETTA I TEMPI

L'Osservatorio Torino-Lione ha presentato martedì 18 maggio ai rappresentanti delle istituzioni (Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comuni) il plastico della futura stazione internazionale di Susa, un intervento di riqualificazione di 550 mila metri quadrati di aree pubbliche già compromesse, con la stazione internazionale e il centro servizi che darà lavoro a 150 persone. I primi cantieri saranno operativi nel 2013 e l'opera sarà ultimata nel 2023 mentre il modello di esercizio sarà a regime nel 2030.
L'Osservatorio mantiene i tempi previsti e a fine giugno presenterà il progetto preliminare.

Nell'immagini che seguono, il plastico presentato in Prefettura:

(19 maggio 2010)


Presentato il documento con le indicazioni ai tecnici per il progetto

La Provincia di Torino e la Regione Piemonte il 17 gennaio hanno trasmesso a Palazzo Chigi i nomi dei tecnici in rappresentanza del territorio per consentire la composizione dell'Osservatorio che da martedì 19 gennaio riprenderà le sue riunioni sotto la presidenza di Mario Virano.

Ecco la composizione:
Il quadro quindi vede 5 tecnici dei Comuni di diritto (e non 6 perché Avigliana ha rinunciato al suo), 6 dei Comuni degli ambiti territoriali (e non 9 per il rifiuto di Sant'Ambrogio, Chiusa San Michele, Vaie, Villarfocchiardo, San Giorio, Bussoleno, Mattie, Chianocco, Bruzolo, S. Didero, Mompantero, Venaus, Giaglione, Gravere), 1 dell'area funzionale (che si conferma nonostante il rifiuto di Bardonecchia e Oulx), 2 della Provincia di Torino (arch. Paolo Foietta e ing. Gian Nicola Marengo) e 2 della Regione Piemonte (ing. Aldo Manto e arch. Luigi Rivalta).

Torino Arch. Carlo Alberto Barbieri 1
Orbassano Arch. Martino Walter 1
Susa Ing. Pier Carlo Sibille 1
Chiomonte Arch. Michele Ruffino 1
S. Antonino di Susa Ing. Andrea Debernardi 1
Gronda NordSettimo, Borgaro Arch. Antonio Camillo 1
Gronda Ovest Venaria, Collegno, Grugliasco Arch. Maria Sorbo 1
Adduzione Ovest Alpignano, Villarbasse, Rivoli, Rosta, Buttigliera, Bruino, Rivalta Arch. Fabio Minucci
Arch. Alberto Ballarini
2
Val Sangone Reano, Sangano, Trana, Giaveno, Valgioie, Coazze Ing. Calogero Carmelo Gravina 1
Bassa Val di Susa Condove, Borgone di Susa, Meana Prof. Oliviero Baccelli 1
Alta Valle Exilles, Salbertrand, Cesana Torinese, Claviere, Sauze di Cesana, Sauze d'Oulx, Sestriere Dott. Daniele Bezzone 1


Continua il giro dei camper informativi nei Comuni, con equipaggi composti da due geologi e altrettanti esperti in comunicazione sociale: l'obiettivo è di andare incontro alla gente, per spiegare e per raccogliere le loro domande e osservazioni.

Gli esperti parleranno con i cittadini nelle piazze, ai mercati, all'uscita dalle chiese e dagli altri luoghi di incontro.

(18 gennaio 2010)