AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Ambiente > ANNO 2012: A piedi tra le nuvole


A piedi tra le nuvole
Mobilità sostenibile nel Parco Nazionale del Gran Paradiso

PRESENTAZIONE

Dall'8 luglio per tutte le domeniche fino al 26 agosto e a Ferragosto, ritorna "A piedi tra le nuvole", iniziativa giunta alla decima edizione: un’opportunità per coniugare l’attività di protezione dell’habitat naturale con lo sviluppo economico e turistico del territorio, attraverso un calendario di appuntamenti e attività adatte a tutte le età.

Ingrandisci

Laghi Serrù e Agnel (foto di Paola Tirone)

Il programma, che quest’anno assume una connotazione di area vasta coinvolgendo oltre ai comuni di Ceresole e Valsavarenche anche quelli di Noasca e Locana, è promosso dal Parco Nazionale del Gran Paradiso in collaborazione con gli enti e le associazioni locali, ed è realizzato grazie al contributo di Provincia di Torino e Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino.

Il progetto “A piedi tra le nuvole” è nato nel 2003 per promuovere la mobilità sostenibile nel Parco Nazionale Gran Paradiso, tramite la regolamentazione del traffico automobilistico privato nelle domeniche di luglio ed agosto, lungo la strada provinciale n. 50 del Colle del Nivolet e per favorire gli spostamenti a piedi, in bici e con servizio di navetta gestito da GTT.

Da sempre meta di ciclisti ed escursionisti, prima dell’avvio del progetto, il Nivolet si trasformava nelle domeniche estive in un grande parcheggio ad alta quota. In alternativa a questo utilizzo, incompatibile con le finalità di un’area protetta, è stato avviato “A piedi tra le nuvole” che, accanto alla chiusura al traffico degli ultimi sei chilometri di strada che conduce fino ai 2.500 metri di quota del Colle del Nivolet, prevede il rilancio dell’intera area compresa nei comuni di Ceresole in Piemonte e Valsavarenche nel versante valdostano, con proposte turistiche di qualità.

Nel corso degli anni il progetto “A piedi tra le nuvole” è stato riconosciuto e apprezzato tra i migliori esempi di buone pratiche e mobilità sostenibile in Italia. Nel 2011 è stato selezionato dal Ministero per i beni e le attività culturali, tra i primi dieci progetti menzionati nella procedura italiana per la II edizione del Premio paesaggio del Consiglio d’Europa, mentre nel 2009 ha ottenuto il 3 premio “Go Slow – Co.Mo.Do. 2009” , dedicato alle reti di mobilità dolce realizzate dalle pubbliche amministrazioni.

CHIUSURA DELLA STRADA TUTTE LE DOMENICHE DALL'8 LUGLIO AL 26 AGOSTO E A FERRAGOSTO

È prevista la chiusura al traffico automobilistico privato degli ultimi sei chilometri di strada che conduce gli escursionisti fino ai 2.500 metri di quota del Colle del Nivolet, così da evitare di trasformarlo in un parcheggio ad alta quota e consentendo a tutti di godere di un panorama unico ed emozionante, e di approfittare di tutte le iniziative promosse dal Parco.

Fino al Lago Serrù si può salire con la propria auto, oppure utilizzare la navetta che parte da Ceresole Reale, con fermate lungo il tragitto. E' possibile raggiungere il Nivolet comodamente in bus, oltre che da Ceresole, dalla Frazione Villa e dal parcheggio del Lago Serrù, anche da Pont canavese, da Ivrea, da Rivarolo, da Castellamonte e da Cuorgnè.

Oltre al consueto e comodo servizio di navette, in collaborazione con GTT, da quest’estate è previsto un servizio di bike sharing, finanziato grazie ad un bando del Ministero dell’Ambiente, con partenza e arrivo a Ceresole: 20 mountain bike saranno a disposizione a noleggio, insieme ad alcuni “cammellini” e carrelli porta bambini che consentiranno ai genitori di trasportare i più piccoli.

Info:

Piemonte: info.pie@pngp.it - tel. 0124-953166
Valle d’Aosta: info.vda@pngp.it - tel. 0165-902693

(19 giugno 2012)

Torna su^