AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Europa e cooperazione > ANNO 2014: Da Torino la formazione di funzionari per Niger e Senegal


Da Torino la formazione di funzionari per Niger e Senegal
concluso positivamente il progetto di cooperazione internazionale

PRESENTAZIONE

Si è concluso ufficialmente il progetto di cooperazione internazionale che per tre anni ha visto collaborare le Province di Torino e Milano insieme al Politecnico di Torino con analoghe realtà del Niger e del Senegal, in particolare la Communauté Urbaine de Niamey e il Conseil Régional de Louga nel settore del rafforzamento istituzionale locale a supporto alla fiscalità locale.

Un’operazione triangolare ricca di spunti positivi, che ci ha visto operare per sviluppare le capacità delle Autorità locali nella gestione delle risorse proprie” spiega Marco D’Acri assessore al bilancio della Provincia di Torino che del progetto è capofila, appena rientrato dalla missione conclusiva in Niger durante la quale è stato siglato il protocollo finale del progetto con le autorità africane.

Il progetto, iniziato alla fine del 2009, è stato cofinanziato dai fondi EuropeAid dell'Unione europea per la cooperazione tra enti locali e enti non statali: l’attività ha garantito l’accesso delle popolazioni ai servizi di base, anche attraverso l’attivazione di strumenti di supporto alla fiscalità locale e tra le attività principali è stato realizzato un osservatorio sud-sud sugli strumenti e i progetti di sostegno alla cooperazione nelle politiche di fiscalità locale; il sostegno allo sviluppo di scambi, studi e analisi sulle politiche fiscali locali tra gli attori locali dei due paesi del Sahel, dedicando attenzione al tema delle tasse fondiarie ed all’integrazione dell’economia informale per ampliare le entrate fiscali.

“Sono stati formati in Italia 11 funzionari, 5 di Louga e 6 di Niamey - spiega l’assessore D’Acri - e si è lavorato alla produzione ed installazione di sistemi informatici di supporto alla politica fiscale locale: la missione conclusiva in Niger è stata utile per tirare le somme del progetto di cooperazione internazionale che per i due Paesi africani si è dimostrato importantissimo”. Al seminario che nel mese di dicembre si è svolto in Niger, sono intervenuti fra gli altri il sindaco di Niamey, il presidente del Conseil regional di Louga, il rappresentante dell’Unione europea in Niger ed il ministro delegato alla cooperazione che hanno ringraziato le Province di Torino e Milano per l’attività.

(07 gennaio 2014)