AVVISO AGLI UTENTI

Dal 1° gennaio 2015 la Città Metropolitana ha sostituito la Provincia di Torino.

L'UNICA PARTE ACCESSIBILE E REGOLARMENTE AGGIORNATA DI QUESTO SITO RIGUARDA L'ALBO PRETORIO ONLINE CHE L'UTENZA PUÒ CONTINUARE A CONSULTARE.

Le nuove pagine, i canali e le informazioni valide per la continuità della gestione e dell'erogazione di servizi, sono raggiungibili dal portale della Città metropolitana di Torino.


HOME | WELCOME/BIENVENUE | URP | MEDIAGENCYPROVINCIA | ACCESSIBILITÀ

MediAgencyProvincia di Torino

Speciali


Sei in: Home > MAP > Speciali > Viabilità > ANNO 2014: Nuova rotonda a Germagnano


GERMAGNANO, UNA NUOVA ROTATORIA ALL’INCROCIO DELLE PROVINCIALI 1 E 2

 

PRESENTAZIONE

È stata inaugurata il 25 aprile, alla presenza del sindaco e dell’assessore alla Viabilità della Provincia di Torino, la nuova rotonda all’incrocio tra le Provinciali 1 e 2, nel territorio di Germagnano. Nell’occasione, ricorrendo quel giorno il 69° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, è stato anche presentato al pubblico il monumento, appena restaurato per iniziativa dell’Amministrazione comunale di Germagnano, dedicato ai partigiani delle Valli di Lanzo, che si trova proprio a ridosso della nuova rotatoria.

L’incrocio tra la SP 1 delle Valli di Lanzo e la SP 2 di Germagnano, dove da tempo era presente una rotonda provvisoria realizzata con barriere “new jersey” in plastica, è un punto importante per la gestione del traffico da e verso la Val d’Ala, la Val Grande e la Val di Viù. Nei giorni festivi e nella bella stagione, per ragioni legate al turismo, il traffico è particolarmente elevato, ragion per cui la Provincia di Torino ha ritenuto necessaria la costruzione di una rotatoria definitiva.

Nello stesso tempo, si è deciso di realizzare una viabilità pedonale di collegamento al cimitero continua e sicura, costituita da un attraversamento pedonale protetto su uno dei bracci della rotatoria e dal camminamento laterale a sbalzo lungo la Provinciale 1.

La nuova rotonda, del tipo “alla francese”, è costituita da un corpo centrale di 13 metri di diametro, sistemato a prato, delimitato da un anello in cubetti di pietra. Il perimetro esterno della carreggiata misura 28 metri, la larghezza dell’anello di asfalto è di 7 metri e mezzo. L’impianto di illuminazione è costituito da pali a sbraccio posizionati intorno all’anello e in corrispondenza delle entrate e delle uscite dei rami, è di tipologia a LED, ciò che consente di ottenere un risparmio energetico e di contenere i costi di manutenzione.

I lavori, costati complessivamente alla Provincia di Torino 220mila euro, sono stati progettati dai tecnici della Viabilità provinciale e sono stati realizzati dall’impresa Agrogreen di Torino.

(28 aprile 2014)